Stai leggendo: Il cinema a scuola: i film con gli insegnanti più amati

Prossimo articolo: Non solo Mr. Big: i fidanzati peggiori di cinema e TV

Letto: {{progress}}

Il cinema a scuola: i film con gli insegnanti più amati

Il 5 ottobre si celebra il World Teachers' Day, la Giornata mondiale degli insegnanti. La settima arte omaggia la professione più difficile e importante con una serie di film con protagonisti le figure più carismatiche del mondo della scuola.

Robin Williams in una immagine de L'attimo fuggente,Credits: Odissey

2 condivisioni 0 commenti

In un universo ideale, ogni professore dovrebbe assomigliare, a grandi linee, al carismatico John Keating di L’attimo fuggente (Peter Weir, 1989) che obbliga amorevolmente i suoi studenti a pensare con la propria testa e a seguire il mai troppo obsoleto "Carpe Diem" del poeta latino Orazio.

Se il compianto Robin Williams non ci ha mai introdotto alla poesia di Walt Whitman e non c’è mai stata una pragmatica e tosta Michelle Pfeiffer che, a suon di rap e canzoni di Bob Dylan, salva alunni senza speranza in Pensieri pericolosi (John N. Smith, 1995), nei nostri cuori esiste sicuramente la traccia indelebile di almeno un insegnante empatico che è stato capace di trasmetterci l’amore per lo studio e la fiducia in un futuro migliore.

A questi bravi educatori è dedicato il World Teachers' Day, la Giornata mondiale degli insegnanti indetta dall’UNESCO che, ogni 5 ottobre, celebra una delle professioni più delicate e importanti della società.

Il 5 ottobre si festeggia il World Teachers' Day Askideas.com
5 ottobre Giornata mondiale degli insegnanti

Il cinema ha regalato delle splendide, esaltanti e a volte buffe storie che descrivono il magnifico e complesso legame tra professori e alunni.

Noi abbiamo scelto le pellicole più significative, con protagonisti gli insegnanti che hanno lasciato il segno e ispirato intere generazioni di alunni e futuri docenti.

1 - Le cose che verranno – L’avenir

La strepitosa Isabelle Huppert (Elle, 2017) è una professoressa di filosofia che ama perdutamente il suo lavoro e ha una predilezione per un brillante ex allievo.

In lui rivede i suoi anni di lotta culturale e lo invita, così, a non abbandonare mai il giovanile idealismo e a condividere le sue riflessioni riguardo un mondo sempre più distratto e sordo a ogni profondità di pensiero.

La regista e i protagonisti del film Le cose che verranno - L'Avenir HD
Isabelle Huppert

Le cose che verranno L’avenir di Mia Hansen-Løve, premiato al Festival di Berlino 2017, è un racconto magico di due generazioni che si confrontano con il profondo senso di smarrimento e perdita di ogni punto fermo intellettuale.

Per chi ama le speculazioni filosofiche e la luminosità di una donna che non si arrende mai.

2 - La famiglia Bélier

La spensierata commedia francese di Éric Lartigau (2014) mette in scena la presa di coscienza di Paula (Louane Emera), liceale che si divide tra l’allegra famiglia che ha un handicap uditivo e la passione improvvisa per il canto.

Louane Emera ai premi César 2015 HD
Louane Emera

L’insegnante (Eric Elmosnino) burbero ma sensibile la sprona, a modo suo, a coltivare il proprio talento senza lasciarsi schiacciare dal senso di colpa verso gli amorevoli famigliari.

Per chi ama le storie di formazione con un lieto fine.

3 - Billy Elliot

Ispirato a una storia vera, il film diretto da Stephen Daldry (The Hours, 2002) è l’edificante favola di un ragazzino, Billy (Jamie Bell, Nymphomaniac) che, tra scioperi dei minatori e sogni infranti dall’era thatcheriana, si scopre ottimo e dotato ballerino classico grazie alla lungimiranza e perseveranza della sua insegnante, Mrs. Wilkinson (Julie Walters, Mamma Mia!) che, prima di tutti, ha capito il potenziale del suo piccolo allievo.

i protagonisti e il regista del film Billy Elliot HD
Julie Walters con Jamie Bell e il regista Stephen Daldry

Per chi crede alla vocazione e al destino.

4 - Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso

C’è molto sentimento e molta verità in questa commedia leggera di stile ma profonda di contenuto che fotografa l’età adolescenziale, il rapporto con la scuola e i genitori in modo sincero e senza retorica.

Giovanni Veronesi (Manuale d’amore, 2005) dirige un cast ben assortito di attori italiani in cui spicca un perfetto Michele Placido (La cena di Natale, 2016) nei panni di un serioso insegnante di liceo, in perenne conflitto con un figlio che, nonostante gli ottimi voti, vorrebbe andare ai provini del Grande Fratello.

Michele Placido al festival del cinema di Roma HD
Michele Placido

I problemi personali si riflettono sui suoi alunni che, stimolati da un tema in classe molto personale, darà il via a confessioni e a inaspettate prese di coscienza.

Per chi è un inguaribile ottimista e amante delle famiglie imperfette.

5 - Notte prima degli esami

Di nuovo Italia, di nuovo la leggerezza calata negli anni ’80 e alla vigilia degli esami di maturità.

Uno studente intelligente e svogliato (Nicolas Vaporidis, Iago, 2009) incontra nella torrida estate dell'89 l'implacabile Martinelli (lo scrittore scomparso Giorgio Faletti) chiamato dai suoi studenti “la carogna”, che segnerà per sempre il suo cammino.

Giorgio Faletti, scomparso nel 2014, ai David di Donatello HD
Giorgio Faletti

Notte prima degli esami (Fausto Brizzi, 2006) è per i nostalgici del passato e per chi ha ancora gli incubi pensando ai professori della maturità.

6 - Non uno di meno

Leone d’oro alla mostra internazionale del cinema di Venezia del 1999, Non uno di meno di Zhang Ymou (The Great Wall, 2016) è un toccante racconto di povertà, orgoglio e senso del dovere. 

 Un ritratto di Zhang Yimou, il cui ultimo film è The Great Wall HD

Quando il maestro di una piccola scolaresca di una zona rurale della Cina deve assentarsi, viene scelta in sostituzione la tredicenne e impreparata Wei.

Dovrà non solo insegnare ai bambini ma vigilare che tutti, “non uno di meno” continuino a venire a scuola e non andare a lavorare per mantenere la famiglia.

Per chi ha bisogno di vedere la bellezza della semplicità e la potenza della consapevolezza del proprio ruolo nel mondo.

7 - School of Rock

Una divertente e folle storia di formazione a tutto rock (Richard Linklater, 2003) con un supplente un po’ impostore un po’ folle (Jack Black, Bernie, 2011) che convince i suoi timidi e impacciati alunni di una scuola elementare assai esclusiva a iscriversi a una gara per band musicali.

L'attore Jack Black è anche la voce di Po nel film d'animazione Kung Fu Panda HD
Jack Black

Per chi ama i geni incompresi e ha sempre sognato di avere un professore che insegna con la musica dei Led Zeppelin e dei Cream.

8 - Goodbye Mr. Holland

Ancora musica, ancora un insegnante sognatore e ottimo mentore nel film drammatico di Stephen Herek del 1995.

Glenn Holland (Richard Dreyfuss, Red, 2010) è un compositore di belle speranze che insegna in un liceo per mantenere la moglie e suo figlio, sordomuto dalla nascita, in attesa di ultimare la sua opera sinfonica.

Gli anni passano e il suo ambizioso progetto sembra allontanarsi sempre di più.

Richard Dreyfuss alla prima del film Nebraska HD
Richard Dreyfuss

La dedizione all’insegnamento e la serena accettazione della disabilità del figlio daranno i suoi meritati frutti.

Per chi ama cambiare direzione e scoprire che la seconda scelta può risultare la migliore.

9 - Scoprendo Forrester

Gus Van Sant (Elephant, 2003) riprende le fila del tema, a lui caro, il rapporto paterno tra un mentore alla deriva e il suo introverso e giovane alunno dal precoce e sorprendente talento.

Il sedicenne afroamericano Jamal (Rob Brown, Treme) vive nel Bronx con la madre, in attesa di diventare un campione di basket e coltivando, in segreto, la passione per la scrittura.

L’incontro accidentale con uno scorbutico e misterioso anziano (Sean Connery) che scoprirà essere un celebre premio Pulitzer in incognito, gli permetterà di coltivare la sua creatività con tanto di happy ending.

Sean Connery agli US Open 2015 HD
Sean Connery

Nonostante qualche eccesso melenso di troppo, il legame forte e proficuo tra il giovane svantaggiato e il saggio e dotato scrittore può essere incluso nel medesimo processo maieutico tra insegnante e allievo, con un tocco di originalità in più.

Per chi non è mai sazio di Will Hunting – Genio ribelle ma lo preferisce in chiave più contemporanea.

10 - Addio, Mr. Chips!

Un classico del cinema e del genere educativo, Addio Mr. Chips di Sam Wood (1939) è una carrellata di buoni sentimenti che scioglierebbero anche il cuore più duro e insensibile.

L’anziano professor Charles, impersonato da Robert Donat, attore britannico amato da Alfred Hitchcock e King Vidor, è il prototipo del meticoloso e impeccabile insegnante che, mentre rivede tutta la sua vita, sa di aver lasciato il segno in tutti i suoi allievi.

Un ritratto di Robert Donat attore britannico HDFamous people
Robert Donat

Sei nomination agli Oscar del ’40 e una statuina vinta proprio da Donat come miglior attore protagonista.

Per chi ama i classici alla Frank Capra.

11 - Il rosso e il blu

Nel 2012 Giuseppe Piccioni (La vita che vorrei, 2004) dirige Riccardo Scamarcio, Margherita Buy, e Roberto Herlitzka in un perfetto ritratto di tre generazioni di docenti che hanno fatto della loro professione una vera e propria missione, dalle alterne fortune.

Il giovane professor Prezioso (Scamarcio, Pericle il nero, 2016) è al suo primo incarico in un istituto romano, tra entusiasmo e scontro con la realtà.

La preside Giuliana (Buy, Mia madre 2015) è una severa e rigida sentinella della legalità e dell’ordine in questa scuola che sta cadendo a pezzi.

Margherita Buy alla presentazione di Viaggio sola HD
Margherita Buy

Il professor Fiorito (Herlitzka, Fai bei sogni, 2016) è prossimo alla pensione, acrimonioso e scostante con i suoi alunni che lui reputa cause perse.

Tutti e tre riceveranno saggi insegnamenti dagli allievi, a dimostrazione che la vita offre sempre piacevoli sorprese per chi è ancora in grado di coglierle.

12 - Mona Lisa Smile

Mike Newell (Donnie Brasco, 1997) nel 2003 dirige una fulgida Julia Roberts in un ruolo costruito su misura per il suo carisma e per essere la risposta al femminile de L’attimo fuggente.

La trentenne, attraente e nubile Katherine scompagina le regole di un prestigioso college femminile degli anni ’50, insegnando non i maestri della pittura classica ma l’arte contemporanea, giudicata sconveniente.

Il futuro delle sue alunne, che pareva tradizionalmente avviato verso i ruoli di madre e moglie, cambierà direzione grazie a questa eroina in gonnella.

Julia Roberts alla prima di Money Monster HD
Julia Roberts

Sdolcinato e presuntuoso quanto basta, Mona Lisa Smile ha comunque il merito di aver disegnato, finalmente, un' insegnante donna ed emancipata e di aver racchiuso, nel medesimo film, un cast di attrici di prim’ordine come Kirsten Dunst, Julia Stiles, Maggie Gyllenhaal.

Per gli amanti dei college femminili e dei piccoli atti di ribellione.

13 - La classe – Entre les murs

Un capolavoro di cinéma vérité, quello del regista Laurent Cantet, vincitore della Palma d’oro al festival di Cannes del 2008 e tratto da un romanzo biografico di un insegnante, François Bégaudeau, che è anche il protagonista.

Il film segue un anno di lavoro del professore François in una scuola media della periferia di Parigi, tra lezioni e compiti in classe, dialoghi complicati con gli alunni e i problemi derivati da difficoltà linguistiche ed etniche.

Laurent Cantet alla prima di L'Atelier HD
Laurent Cantet

Per chi vuole conoscere da vicino i piccoli e grandi miracoli di ogni giorno di un insegnante che ama davvero il suo difficile lavoro.

14 - Mery per sempre

Nel 1989 Marco Risi (Fortàpasc, 2009) porta sul grande schermo il romanzo del regista e scrittore Aurelio Grimaldi, un ritratto pasoliniano di giovani reclusi in un carcere minorile.

Il professor Terzi (Michele Placido) da Milano sceglie volontariamente di lavorare al sud come docente nel carcere minorile Rosaspina.

Qui incontra un gruppo di ragazzi con storie molto violente e tristi alle spalle, con cui fatica ad allacciare rapporti sereni.

Marco Risi al festival del cinema di Roma HD
Marco Risi

Poco per volta, riuscirà a conquistare la fiducia di questi disperati che hanno solo bisogno di comprensione e una figura adulta di riferimento.

Per chi crede ancora nell'alto valore morale e civile dell’insegnamento.

15 - La scuola

Quando è uscito nel 1995, La scuola di Daniele Luchetti è stato il caso cinematografico dell’anno.

Il suo successo è dovuto non solo all’ottima trasposizione dei romanzi e della pièce teatrale dello scrittore Domenico Starnone ma dal sottile quanto costante sense of humor che permea tutto il film, in bilico tra la disperazione di un'istituzione in rovina e la resistenza attiva e commovente di alcuni docenti, capitani coraggiosi contro l’apparato burocratico e l’ignavia dei colleghi.

Silvio Orlando (Il caimano, 2006) è il magnifico Vivaldi, professore d’italiano sempre pronto a combattere contro i mulini a vento e innamorato dei suoi alunni più sgangherati e difficili, che difende contro tutto e contro tutti.

Silvio Orlando è uno degli attori preferiti del regista Nanni Moretti HD
Silvio Orlando

Un agrodolce ritratto della situazione scolastica in Italia che, drammaticamente, non è affatto cambiata a distanza di oltre vent’anni.

Chi trova un (bravo) insegnante, trova un tesoro. 

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.