Stai leggendo: Cara Delevingne ha sofferto di depressione, causata dal bullismo

Prossimo articolo: Cara Delevingne e Lily-Rose Depp dal fascino lunare nella campagna Chanel

Letto: {{progress}}

Cara Delevingne ha sofferto di depressione, causata dal bullismo

Posando sensuale e sinuosa per la copertina Net-A-Porter del magazine The Edit, Cara Delevingne si è aperta sui problemi di salute mentale, come la depressione, in cui è incorsa in passato.

Cara Delevingne in primo piano

1 condivisione 0 commenti

Cara Delevingne si è aperta durante un'intervista con The Edit, per cui ha posato in copertina e a cui ha confidato di avere sofferto di depressione in passato.

Cara in copertina: la sicurezza sotto i riflettori

Sulla copertina della rivista Cara appare sexy e sicura di sé: capelli cortissimi e platinati, blusa trasparente a rombi laminati, gonna argentata di lunghezza midi, trucco calibrato, cuissard in pelle lucida.

All’interno di The Edit, rivediamo Cara con outfit che si polarizzano sui due colori nero e argento, - enfatizzando la sua figura esile e diafana, come se venisse da un altro pianeta – lo stesso stile che abbiamo apprezzato nella campagna di Chanel che ha scelto la Delevingne e Lily-Rose Depp come protagoniste. 

Fotografata da Alexandra Nataf, Cara mostra il solito lato determinato e un po’ sprezzante che ha fatto la sua fortuna in passerella.

Sembra la donna più fiera e tranquilla del mondo, ma non è sempre stato così.

Anche una top osannata, bellissima e richiestissima come Cara Delevingne può soffrire di depressione.

Cara Delevingne e la depressione

La modella e attrice 25enne ha approfittato della cover di The Edit per mostrarsi non solo nei panni di una sensuale star dal mood androgino ma anche come giovane donna che ha dovuto affrontare problemi comuni a molte persone.

Cara ha sofferto di depressione quando era adolescente, ed era una patologia che odiava perché non è partita da lei.

Il motivo del suo malessere era dovuto a un pesante bullismo subito dai coetanei: Cara ha spiegato a Net-à-porter di essersi sviluppata molto tardi, di non aver avuto il seno fino alla fine dell’adolescenza, tanto che i ragazzi la prendevano in giro.

Mi chiamavano frigida, mi chiamavano piatta. Ero alienata e sempre da sola.

Poi, secondo il classico meccanismo del serpente che si morde la coda, più Cara si sentiva così più odiava sentirsi così.

Odiavo me stessa per sentirmi depressa, odiavo essere depressa, odiavo ciò che sentivo.

La sua reazione è stata diventare fredda, asettica, distaccandosi da tutto.

Sono stata brava a dissociarmi dalle emozioni.

Dalla fattoria al lato oscuro

Ora, a distanza di tempo, Cara Delevingne sente di poter essere felice. Sono passati degli anni e, comprensibilmente, quei ragazzini ora sono diventati adulti e sanno che lei è famosa, si saranno pentiti amaramente di averla trattata male. 

Cara Delevingne è stata una supermodella e ora è un’attrice apprezzata, apparsa nel recente Valerian e la città dei mille pianeti e pronta alla sua prima serie TV, Carnival Row.

La star ammette di poter e voler essere felice.

Vorrei una fattoria, vivere sulla spiaggia, avere dei bambini.

Eppure c’è qualcosa che non è mai scomparso dopo quel terribile periodo della sua vita.

Dentro di me c’è qualcosa di oscuro.

Probabilmente il lato oscuro è qualcosa che abbiamo tutti. La chiave per la felicità (o per provare almeno a essere felici) è provare a tenere a bada i propri demoni.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.