Stai leggendo: Wonder Woman bisex? C'è una petizione

Prossimo articolo: Wonder Woman: Gal Gadot non smetteva di ridere con Chris Pine

Letto: {{progress}}

Wonder Woman bisex? C'è una petizione

Wonder Woman può essere bisessuale sul grande schermo? Online è partita una petizione che chiede una rappresentazione più arcobaleno della supereroina DC.

Un'immagine di Wonder Woman

1 condivisione 0 commenti

Nel primo capitolo di Wonder Woman sul grande schermo abbiamo visto la supereroina vivere una splendida e struggente storia d'amore con Steve Trevor.

Molti si sono emozionati mentre altri hanno espresso qualche perplessità: se Diana Prince era bisessuale perché questo aspetto non è stato messo in rilievo?

La complessità della sessualità di Diana Prince

Sì, Diana Prince sarebbe bisessuale ma in "senso relativo", come ha spiegato il fumettista DC Greg Rucka. La sua bisessualità andrebbe inquadrata nel mondo delle Amazzoni, dove Diana è cresciuta e che segue  leggi diverse da quelle degli altri contesti.

In altri termini, prima di conoscere Steve non avrebbe avuto altra scelta.

La sessualità di Diana è complessa, come ha dichiarato Rucka stesso.

C'è una lunga tradizione di persone che per svariate ragioni, tra cui la peggiore è l'eccitazione, dicono 'Oh guarda delle Amazzoni! Sono gay...' ma un'Amazzone non guarda ad un'altra Amazzone e dice 'Sei gay'. Il concetto stesso non esiste.

Le amazzoni in Wonder WomanHDWarner Bros.
Le amazzoni non contemplavano la presenza di uomini

Per sintetizzare, possiamo dire che "Diana bisex" è solo una possibilità nel grande e complesso universo finzionale di Wonder Woman.

La bisessualità eventuale di Diana, però, potrebbe essere un'occasione per sensibilizzare il vastissimo pubblico sulle tematiche LGBT.

Diana bisex: la petizione

Poco dopo la notizia ufficiale di un sequel del film, diretto sempre da Patty Jenkins, su Change.org è partita una petizione che chiede che Diana sia bisessuale nel secondo capitolo del cinecomic, previsto per il 2019.

La petizione chiede letteralmente di "riconoscere Diana Prince per quello che è ed è sempre stata (indipendentemente dal suo attuale interesse sentimentale) e cosa potrebbe rappresentare per molte persone".

Diana Prince in primo pianoHDWarner Bros.
Diana Prince, la prima eroina bisex?

La petizione è stata portata avanti da Gianna Collier-Pitts, che lavora per la GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation, associazione che lotta contro le discriminazioni nei confronti degli orientamenti sessuali gay e bisex) all'Università di New York.

La sessualità di Diana Prince era stata già discussa prima dell'uscita di Wonder Woman ma Gal Gadot stessa, pur apprezzando questa sfaccettatura particolare nel proprio personaggio, aveva rivelato in anteprima che non ci sarebbe stata una storyline omosessuale nel film.

Secondo la Collier-Pitts, l'occasione perfetta per parlare di tematiche LGBT è il sequel di Wonder Woman. La sua argomentazione è molto semplice.

Diana proviene da Themyscira, terra delle Amazzoni e abitata esclusivamente da donne. Solo questo dato dovrebbe servire a confermare la sua sessualità, visto che ogni relazione intima che avrebbe potuto avere prima di conoscere Steve Trevor sarebbe stata per forza con un'altra donna.

Wonder Woman in primo pianoHDWarner Bros.
Wonder Woman eroina arcobaleno?

La tesi della Collier-Pitts allude anche al tema sociale.

Diana può cambiare oltre che salvare il mondo?

Una Diana bisessuale rivoluzionerebbe la storia dei fumetti e sancirebbe un'era di girl power nei cinecomic iniziata con il primo film. Ma soprattutto aiuterebbe a cambiare la mentalità su certi argomenti, purtroppo ancora delicati.

Alcuni di voi potrebbero pensare che questa specificità non fa la differenza, ma per gente come me che raramente si vede raccontare dai media, la fa.

In altre parole Gianna Collier-Pitts crede che una "supereroina arcobaleno" (la prima nella storia) aiuterebbe a far progredire la società verso un mondo più tollerante nei confronti di qualunque scelta o orientamento sessuale, soprattutto perché i fumetti DC (come i Marvel) si rivolgono a una platea vastissima.

Almeno 5.300 persone, a tutt'oggi, la pensano come lei e hanno firmato la petizione.

Voi che cosa ne dite? Vi piacerebbe una Diana bisessuale? Potete rivedere Diana in Wonder Woman in Home Video dal 12 ottobre per Warner, nei formati DVD, Blu-Ray, Blu-Ray 3D, 4K Ultra HD e in un’edizione speciale Blu-Ray Digibook contenente un esclusivo libretto di 70 pagine.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.