Stai leggendo: Ian Somerhalder: 'Ho nascosto la pillola anticoncezionale a mia moglie'

Prossimo articolo: Ian Somerhalder e Nikki Reed, per loro il primo red carpet da genitori

Letto: {{progress}}

Ian Somerhalder: 'Ho nascosto la pillola anticoncezionale a mia moglie'

A seguito di una giocosa dichiarazione di Ian Somerhalder, lui e sua moglie Nikki Reed sono stati travolti dalle critiche. I due sono davvero diventati genitori perché lui le ha nascosto la pillola anticoncezionale?

Primo piano di Nikki Reed e Ian Somerhalder

2 condivisioni 8 commenti

Nikki Reed e Ian Somerhalder sono diventati genitori per la prima volta lo scorso agosto.

La coppia ha avuto una bambina, Bodhi Soleil, e non potrebbe essere più felice.

La conferma è arrivata pochi giorni fa, quando i due sono tornati sotto i riflettori in ottima forma dopo circa un mese di allontanamento volontario dalle scene per godersi la loro piccola.

Purtroppo, però, l'ombra della polemica ha rotto la magia.

Pochi giorni dopo aver calcato il red carpet in compagnia della moglie, Ian Somerhalder ha rilasciato un'intervista nel corso di una trasmissione radiofonica molto seguita, Dr. Berlin's Informed Pregnancy Podcast.

Un meraviglioso ritratto di Nikki Reed e Ian SomerhalderHD

L'attore di The Vampire Diaries ha dichiarato:

Avevamo deciso che avremmo voluto avere dei figli e che era arrivato il momento, ma Nikki non sapeva che io sarei andato nella sua borsa per portarle via la pillola anticoncezionale. A proposito, il blister era all’inizio perciò ho dovuto eliminare tutte quelle compressine!

Il racconto scherzoso e gioviale di Somerhalder ha sollevato un incredibile polverone sui social. C'è chi ha accusato l'attore di aver raggirato sua moglie e di averla in qualche modo costretta a rimanere incinta.

Incredula per l'accaduto, Nikki Reed ha risposto su Twitter alle tante critiche ricevute, a nome suo e di suo marito. A quanto pare, le parole di Ian sono state fraintese.

A tutti coloro che si sono risentiti pensando alla coercizione riproduttiva, voglio dire che siamo profondamente dispiaciuti. Questo è un problema estremamente serio e i diritti delle donne sono qualcosa di importante per entrambi. Non ci aspettavamo che da un'intervista scherzosa su un momento goffo a Barcellona con i nostri due migliori amici - che è stato poi l'inizio del viaggio che da due ci ha fatti diventare tre - potesse derivare una cosa così grave.

La Reed ha concluso così:

Tuttavia, se questo in qualche modo ha fatto luce su un argomento che richiede sicuramente molta attenzione, allora siamo grati per questa conseguenza involontaria. Siamo due persone felicemente sposate che hanno scelto INSIEME di avere un bambino.

Basterà questo accorato messaggio della coppia a placare gli animi?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.