Stai leggendo: Dal palcoscenico allo schermo: i musical diventati film di successo

Prossimo articolo: Musical: i migliori episodi delle serie TV

Letto: {{progress}}

Dal palcoscenico allo schermo: i musical diventati film di successo

Il 26 settembre West Side Story compie 60 anni. Festeggiamo l'evento con le più belle pellicole cinematografiche ispirate ai musical di Broadway.

Una immagine del ballo dal film West Side Story

1 condivisione 0 commenti

Il 26 settembre 1957, il musical West Side Story debutta a Broadway diventando, in pochi anni, un grande successo e punto di riferimento per tutto il genere musicale. 

Lo sceneggiatore e regista statunitense Arthur Laurents (1917-2011) ispirato da Romeo e Giulietta, immagina una storia d’amore universale come il dramma di William Shakespeare ma ambientata nell’Upper West Side di New York.

Una immagine del film musicale di Robert Wise, West Side Story HD
West Side Story

L’inimicizia tra i Montecchi e i Capuleti si trasforma in una guerra tra la banda inglese Jets e quella dei portoricani Sharks.

I due sfortunati amanti di Verona qui indossano i sentimenti e gli abiti anni ’50 di Tony e Maria.

Nel 1961 arriva nelle sale la trasposizione da Oscar, fortemente voluta dal regista Robert Wise (Lassù qualcuno mi ama, 1956) e da Jerome Robbins, il coreografo dell’originario allestimento teatrale.

I protagonisti, Natalie Wood e Richard Beymer, hanno contribuito a renderlo immortale.

West Side Story spegne 60 candeline ma continua a calcare il palcoscenico e a mietere immensi successi.

Tony e Maria, però, non sono gli unici personaggi prestati al grande schermo.

Come non ricordare la regina di Hollywood, Barbra Streisand, in Funny Girl di William Wyler e la sua sublime performance in Hello, Dolly! (Gene Kelly, 1969) nel medesimo ruolo teatrale di Ginger Rogers?

Una immagine dal film Hello, Dolly! di Gene Kelly (1969) HD
Hello, Dolly!

I successi del cupo e drammatico The Phantom of the Opera (1986) di Andrew Lloyd Webber e quelli del travolgente Bulli e pupe di Frank Loesser (1950) si sono moltiplicati anche al cinema.

Il primo (Joel Schumacher, 2004) ha puntato tutto sulla bravura di Gerard Butler, il secondo è entrato nella storia con un regista come Joseph L. Mankiewicz e un cast in cui figurano Marlon Brando, Jean Simmons, Frank Sinatra.

Il legame vincente tra la settima arte e Broadway ha davvero prodotto autentici capolavori.

Quali saranno i migliori adattamenti cinematografici dei musical di tutti i tempi?

1 - A Chorus Line

Lo spettacolo teatrale del 1975, concepito da Michael Bennett, racconta lo spietato sistema dei provini, la grande fatica e spirito di sacrificio che c’è dietro alla precaria professione di danzatore.

A Chorus Line mostra la cruda realtà di Broadway e la relazione affettiva e artistica che nasce tra un coreografo di successo e il suo corpo di ballo.

Rimasto in cartellone fino al 1990, è tornato nel 2006 con una versione rivisitata.

Nel 1985 il film di Richard Attenborough (Chorus Line) è aspramente criticato per aver edulcorato le molte tematiche omosessuali e rinunciato ad alcune fondamentali canzoni.

La coppia di attori ha recitato in due differenti film musicali: A Chorus Line e Chicago HD
Michael Douglas

La presenza di Michael Douglas, l’affiatato gruppo di attori e gli splendidi numeri di danza sono riusciti comunque a fare onore all’originale.

2 - Annie

Il fumetto degli anni ’20, Little Orphan Annie, una bimba orfana dai capelli rossi e dall’allegria contagiosa che viene sempre aiutata da un ricco industriale e il suo servitore indiano, ha ispirato nel 1977 l’omonimo lavoro di Broadway.

Una immagine tratta dal film Annie, trasposizione dell'omonimo musical HD
Annie (1982)

Vi sono due versioni cinematografiche.

La prima e più nota è quella di John Houston (1982) con Aileen Quinn, Albert Finney e Tim Curry, il Frank-N-Furter del Rocky Horror Picture Show.

La seconda, decisamente più insipida, dal titolo Annie – la felicità è contagiosa, vede la partecipazione di Quvenzhané Wallis, Jamie Foxx e Cameron Diaz. 

3 - Chicago

Il musical americano di Bob Fosse (1975) ha avuto un esordio deludente fino al revival degli anni ’90, che ha conquistato nuovamente pubblico e critica con la sua splendida canzone All That Jazz.

Le affascinanti e cattive protagoniste, le stelline Velma Kelly e Roxie Hart, nella Chicago degli anni ’20 finiscono in prigione per aver ucciso il marito e l’amante.

Diventeranno tristemente famose grazie al cinico avvocato Bill Flynn.

Nei tre ruoli si sono cimentate personalità di spicco come Melanie Griffith, Brooke Shields, Michelle Williams, Sofía Vergara, Patrick Swayze.

Su tutti vince l’indimenticabile Liza Minnelli nei panni di Roxy.

Una immagine del film Chicago di HD
Chicago film 2002

Rob Marshall (Into The Woods, 2014) porta sul grande schermo nel 2002 un tris d’assi come Renée Zellweger (Roxie Hart), Catherine Zeta-Jones (Velma Kelly) e Richard Gere (Bill Flynn) vincendo due Oscar.

4 - Tutti insieme appassionatamente

Tratto dalla biografia di Maria Augusta Trapp, il celebre show del 1959 con musica e testo dei formidabili autori Rodgers e Hammerstein, racconta di Maria, futura monaca e amante del canto e della montagna.

Alla vigilia della Grande Guerra, prima di prendere i voti definitivi, viene mandata temporaneamente fuori dal convento per lavorare, come governante, per il vedovo capitano Von Trapp e i suoi 7 figli.

Da quel momento, la vita di Maria non sarà più la stessa.

Una immagine del film Tutti insieme appassionatamente di Robert WiseHD
Tutti insieme appassionatamente (1965)

Nel 1965 la pellicola di Robert Wise, con protagonista l’incantevole Julie Andrews, consacra il successo della pièce.

5 - Cabaret

L’adattamento teatrale del romanzo di Christopher Isherwood, sulle scene dal 1966, descrive gli eventi del Kit Kat Klub e la passione tra la giovane showgirl inglese Sally Bowles e un americano nella Berlino del 1931.

Nel 1972 Bob Fosse dirige Liza Minnelli e Michael York nella riuscita ed entusiasmante trasposizione cinematografica.

Una immagine di Liza Minnelli diretta da Bob Fosse in Cabaret (1972) HD
Liza Minnelli

Oscar per la miglior regia e per la miglior attrice protagonista.

6 - My Fair Lady

Dal Pigmalione di George Bernard Shaw, nel 1956 Alan Jay Lerner e Frederic Loewe creano uno spettacolo di grande appeal grazie alla divertente e romantica relazione d’amore e d’odio tra il misogino professor Higgins e la rozza fioraia Eliza Doolittle.

La scommessa di renderla una donna colta e raffinata si trasformerà in un legame profondo.

Una immagine di My Fair Lady di George Cukor (1964)HDDisneyreviews

Rex Harrison e Julie Andrews sono le stelle del cartellone: quest’ultima viene sostituita, nella versione cinematografica di George Cukor del 1964, da Audrey Hepburn.

7 - Hair

Il manifesto della cultura hippie degli anni ’60 ha aperto la strada al moderno musical rock e ha portato in scena tematiche politiche e sessuali di grande rilievo.

La visione pacifista e contro la guerra del Vietnam, il pensiero sulle droghe e il libero amore di un gruppo di giovani americani, si scontra con le convenzioni sociali e le istituzioni.

Miloš Forman regista del film musicale Hair e di Amadeus HD

Nella versione italiana hanno recitato Renato Zero e Loredana Bertè.

Nel 1979 esce l’omonimo film diretto da Miloš Forman (Amadeus, 1984) con John Savage, Treat Williams e Beverly D'Angelo.

8 - Jesus Christ Superstar

L’irriverente opera rock di Andrew Lloyd Webber (1970) mette in scena gli ultimi giorni di Gesù, un moderno e carismatico leader, narrati interamente dal suo traditore, Giuda.

Il regista Norman Jewison nel 1973 porta una fedele versione nelle sale, senza dialoghi e con le stesse canzoni.

Ted Neeley ha recitato nel ruolo del figlio di Dio sia sul palco sia al cinema e accanto a Carl Anderson, indimenticabile Giuda afroamericano.

Carl Anderson, lo storico Giuda del musical e del film Jesus Christ Superstar del 1973 HD
Carl Anderson

I due attori hanno portato in tournée Jesus Christ Superstar in tutto il mondo, scambiandosi spesso i ruoli per sorprendere e divertire il pubblico, fino alla scomparsa di Anderson avvenuta nel 2004.

9 - Mamma Mia!

La drammaturga Catherine Johnson ha amato così tanto il gruppo pop svedese degli Abba da scrivere una storia partendo dai loro testi.

Mamma Mia! dal 1999 vanta un successo clamoroso di pubblico e critica grazie alle immaginarie vicende di una madre e sua figlia che abitano su un’isola greca.

Donna, spirito libero e proprietaria di una locanda, vive con Sophie.

La giovane, che non conosce l’identità del suo vero padre, legge di nascosto il diario di Donna e scopre che, tra i tre amori di gioventù, potrebbe esserci il suo papà.

Li invita così alle nozze con il suo fidanzato Sky, innescando una serie di divertenti e romantici equivoci.

L'intero gruppo di attori del film Mamma Mia! diretto da Phyllida Lloyd HD
Mamma Mia! Il cast

Nel 2008 Mamma Mia! arriva sul grande schermo diretto da Phyllida Lloyd e con un cast stellare.

Meryl Streep (Donna) deve scegliere tra Colin Firth, Pierce Brosnan e Stellan Skarsgård mentre Amanda Seyfried (Sophie) sta per sposare Sky (Dominic Cooper).

In aiuto della protagonista, ci sono le fedeli amiche Julie Walters e Christine Baranski (The Good Wife).

Mamma Mia! avrà anche un sequel, prodotto dalla Universal, che uscirà il 20 luglio 2018. 

10 - Grease

Gli anni ’70 sono stati i più prolifici e creativi per la storia del teatro musicale.

Un perfetto esempio di spettacolo e splendide melodie è Grease.

Nato da un’idea di Jim Jacobs e Warren Casey, dal ‘71 ha avuto un impressionante numero di allestimenti scenici in tutto il mondo.

Grease – Brillantina, diretto nel 1978 da Randal Kleiser, è considerato dagli addetti ai lavori il miglior adattamento cinematografico di un musical. 

John Travolta e Olivia Newton-John hanno contribuito ad alimentare il mito grazie all’interpretazione di due studenti innamorati, Danny e Sandy, sullo sfondo della provincia americana degli anni ’50 tra gonne a ruota, corse clandestine, capelli cotonati e sfrenate gare di ballo.

Una immagine tratta dal film del 1978 di Randal Kleiser Grease HD
Grease

In Italia, la versione teatrale ha esordito nel 1997 con le canzoni tradotte e la presenza di personaggi televisivi come Lorella Cuccarini, Giampiero Ingrassia e Amadeus.

In quella del 2017, il noto youtuber Guglielmo Scilla, alias Willwoosh recita nei panni di Danny Zuko per la regia di Saverio Marconi.

11- The Rocky Horror Show 

Nel 1973 al suo debutto a Broadway fece immenso scalpore per uno dei suoi personaggi, Frank-N-Furter (Tim Curry), lo scienziato pazzo, bisessuale e travestito che inizia all’amore libero, senza distinzioni di genere, una giovane coppia di futuri sposi.

Il musical è diventato un vero e proprio fenomeno di costume come il film, The Rocky Horror Picture Show, diretto da Jim Sharman con una conturbante Susan Sarandon.

Dal 1975 viene proiettato in continuazione in molte sale d’essai, per la gioia dei tanti appassionati che si travestono come i loro attori preferiti e partecipano attivamente, cantando e recitando le battute a memoria.

Una immagine dell'attore Tim Curry HD
Tim Curry

In Italia il cinema Mexico di Milano, da ben 36 anni, dedica una sera a settimana alla pellicola con una grande affluenza di pubblico.

Impossibile resistere al richiamo della musica, al fascino del palcoscenico e alla magnificenza del grande schermo.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.