Stai leggendo: Frida: il cane che ha salvato 52 persone dopo il terremoto in Messico

Prossimo articolo: Pet detective: arriva il servizio per ritrovare cani e gatti smarriti

Letto: {{progress}}

Frida: il cane che ha salvato 52 persone dopo il terremoto in Messico

L'impresa eroica di Frida, un labrador retriever della Marina messicana che ha aiutato i soccorritori a trarre in salvo 52 persone dopo il disastroso terremoto che ha colpito il Paese.

Il cane Frida che ha aiutato i soccorritori in Messico durante il terremoto

269 condivisioni 6 commenti

Sono tante le storie di cani eroi che, durante i disastri naturali, offrono il loro aiuto per salvare vite umane. L'ultimo caso riguarda Frida, una dolcissima labrador che ha avuto un ruolo fondamentale nelle operazioni di salvataggio dopo il disastroso sisma che ha colpito il cuore del Messico.

Frida è un labrador retriever della Marina messicana che opera insieme ai soccorritori nei casi di gravi emergenze di calamità naturali. A seguito del mortale terremoto a Oaxaca, il primo dei due che hanno messo in ginocchio il Paese, l'ufficio del presidente del Messico ha riconosciuto il lavoro di Frida nelle operazioni di salvataggio, postando su Twitter varie immagini di questo eroico cagnolone:

Finora, nella sua carriera, il labrador retriever ha salvato 52 persone, in particolare 12 in situazioni di vita o di morte dopo il sisma da 7.1 della scala Richter. Il suo compito è quello di scavare tra i detriti e tra ciò che resta delle abitazioni, alla ricerca di sopravvissuti. Al momento le operazioni di soccorso non sono terminate, e c'è ancora molto lavoro da fare. Si continua a lavorare anche in situazioni meteorologiche difficili, come le abbondanti piogge o il freddo notturno, al fine di riuscire a trovare qualche persona ancora viva.

Secondo il profilo social di SEMAR, l'account Twitter della segreteria di Marina Militare, il team di soccorritori, volontari e le unità cinofile si sono spostate a Città del Messico, dove le recenti scosse hanno provocato la morte di almeno 216 persone. La speranza è, come sempre, quella di trovare qualche sopravvissuto tra le macerie.

In tutto il mondo, molte persone stanno ringraziando Frida per il suo operato, condividendo foto di questo labrador, che opera con indosso una mascherina sugli occhi, un giubbetto della Marina e scarpette a misura di cane.

E voi che ne pensate? Il lavoro di Frida è indispensabile o la simpatica cagnolona avrebbe il diritto di non rischiare la vita?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.