Stai leggendo: Joan Collins e il pay gap: la scioccante esperienza sul set di Dynasty

Prossimo articolo: The Deuce: Maggie Gyllenhaal ha lottato per essere produttice della serie

Letto: {{progress}}

Joan Collins e il pay gap: la scioccante esperienza sul set di Dynasty

Si riaccende l'attenzione sulla spinosa faccenda della disparità degli stipendi tra uomini e donne a Hollywood. L'attrice Joan Collins ha rivelato dei dettagli sconvolgenti in merito alla sua paga per Dynasty.

Primo piano di Joan Collins

0 condivisioni 0 commenti

Le discriminazioni di genere sono purtroppo all'ordine del giorno in tutti gli ambienti di lavoro.

Neppure il dorato mondo di Hollywood ne è esente e le recenti denunce di tante star ne sono la prova.

Meryl Streep, Jennifer Lawrence, Emma Stone e Zoe Saldana sono solo alcune delle attrici a cui va il merito di aver fatto scoppiare in questi ultimi anni la bomba del gender pay gap nella mecca del cinema.

Come era prevedibile, però, quella del sessismo a Hollywod è una storia assai vecchia.

Una bellissima Joan CollinsHD

Lo sa bene Joan Collins, che nel corso di un'intervista per il programma televisivo The Lorraine Show ha raccontato la sua esperienza in merito.

Durante gli anni in cui la Collins ha interpretato il ruolo di Alexis Carrington in Dynasty (1981-1989), infatti, il suo stipendio non aveva niente a che vedere con quello dei colleghi uomini.

Come riportato da Digitalspy.com, l'attrice ha dichiarato di aver cercato in ogni modo di far valere le proprie ragioni e i propri diritti all'epoca, ma senza risultati.

Dopo due o tre anni che facevo Dynasty e che ero sulle copertine di tutte le riviste, diventando molto popolare, ho chiesto un aumento alla produzione. Mi venne detto: 'Non puoi guadagnare di più, l'attore che interpreta Blake, John Forsythe, deve essere pagato più di te, molto di più'.

Joan Collins con i colleghi John Forsythe e Linda Evans

Fortunatamente, le cose sono cambiate con l'arrivo dell'ultima stagione della serie, anche se non come lei si aspettava.

Alla fine mi hanno dato un aumento. Sono diventata un'attrice pagata molto bene, ma mi hanno messo solo in 8 dei 12 episodi. Così ho perso dei soldi e lui ha comunque guadagnato 5mila dollari a settimana più di me.

Joan Collins nutre profonda stima nei confronti delle sue giovani colleghe che, ultimamente, hanno denunciato questi (e tanti altri) comportamenti sessisti a Hollywood.

Io ci ho provato, ci ho provato! Ma ora ci sono giovani attrici come Jennifer Lawrence e molte altre che si stanno battendo per questo.

Joan Collins, come sempre impeccabileHD

Cambierà davvero qualcosa, prima o poi?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.