Stai leggendo: Outlander: Diana Gabaldon sulla stesura di Voyager e un nuovo cameo nella serie TV

Prossimo articolo: Outlander: le nuove immagini della terza stagione

Letto: {{progress}}

Outlander: Diana Gabaldon sulla stesura di Voyager e un nuovo cameo nella serie TV

Diana Gabaldon è la mamma di Jamie e Claire Frazer e ha snocciolato qualche curiosità sulla stesura di Voyager e le differenze con gli altri romanzi.

Diana Gabaldon sorridente

2 condivisioni 12 commenti

La terza stagione di Outlander è già iniziata su Starz ma, mentre attendiamo l'arrivo di Jamie e Claire su FoxLife (il 29 settembre), Entertainment Weekly ha ben pensato di intervistare la scrittrice Diana Gabaldon dai cui libri è stata tratta la serie televisiva.

La scelta del titolo

Copertina verde di Voyager
Voyager, il terzo romanzo della saga di Outlander

Dalla scelta di grandi titoli derivano grandi responsabilità. Il motto non vale soltanto per Spider-Man, poiché l'autrice della saga di Outlander ha ammesso che solitamente impiega molto tempo prima di trovare il titolo adatto a un suo romanzo.

Caso peculiare è stato proprio il titolo Outlander, per il quale ha impiegato undici mesi, mentre per Voyager (il terzo volume a cui si rifarà la terza stagione attualmente in onda su Starz) il titolo è arrivato ancor prima della stesura del romanzo.

Mentre solitamente i romanzi della saga sono maggiormente ambientati in Scozia, dopo la Battaglia di Culloden niente sarà più come prima. Ci saranno ancora valli e montagne, ma i clan non esisteranno più e ciò che resta della cultura scozzese dell'epoca verrà portata all'estero dai sopravvissuti.

La storia andrà con loro, per questo ho scelto la parola Voyager.

La differenza tra i primi tre romanzi

Ogni libro di Outlander, secondo la sua autrice, non è mai uguale ad un altro in senso di struttura, tono e temi nonostante tutti riguardino le avventure di Jamie e Claire.

Jamie e Claire sulla copertina del romanzo di Outlander
Outlander, il primo romanzo della saga

Outlander è una storia raccontata in prima persona da Claire, a differenza di L'amuleto d'ambra (secondo volume) in cui la narrazione è gestita da due punti di vista: quello di Claire e Roger. Altro cambio sorprendente è il terzo punto di vista che si aggiunge in Voyager (terzo volume), poiché oltre a Claire e Roger c'è anche quello di Jamie.

Mentre quest'ultimo è impegnato nel suo spazio-tempo settecentesco, Claire invece racconta la sua storia passata alla figlia e al giovane storico (Roger). Sarà proprio il punto di vista di Roger a risolvere il mistero nella vita di Claire, così come il giovane storico s'innamorerà di Brianna e porrà le basi per una svolta tra Jamie e Claire.

Ogni libro è una particolare avventura. Alcuni libri li ho scritti in spazi particolari: ad esempio Outlander è stato scritto in un garage. Altri li scrivo in silenzio e altri con il sottofondo musicale come Voyager, che è nato con una combinazione di Carmina Burana e musica celtica.

Al momento l'autrice è impegnata nella stesura di Go Tell the Bees That I Am Gone, il nono capitolo della saga di Outlander, per questo si è dovuta tirare indietro dalla sceneggiatura della serie TV.

Scrivere una sceneggiatura e revisionarla richiede una bella fetta di tempo e lavorare sul set come mi ha detto Sam Heughan è intenso e spietato.  Hanno comunque assunto quattro nuovi scrittori, per cui in totale sono otto questa stagione. Non avevano realmente bisogno di me per un episodio come hanno fatto nella scorsa stagione.

E se facesse un altro cameo?

Diana Gabaldon in abito d'epoca
Il cameo di Diana Gabaldon

L'autrice ha espressamente specificato che quest'anno non ci sarà nessun cameo in Outlander. Ma chissà: potrebbe programmarlo per la quarta stagione!

Vi diamo appuntamento con la terza stagione di Outlander il 29 settembre su FoxLife!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.