Stai leggendo: Vongole fritte: un'alternativa sfiziosa alla frittura classica

Prossimo articolo: Grissini torinesi: gli ingredienti e la ricetta per farli in casa

Letto: {{progress}}

Vongole fritte: un'alternativa sfiziosa alla frittura classica

Ami la frittura di pesce, ma sei stanco dei soliti gamberi e calamari fritti? Se vuoi sperimentare un nuovo secondo di mare, le vongole fritte sono perfette.

Vongole fritte

0 condivisioni 0 commenti

Le vongole fritte sono una gustosa alternativa alla frittura classica. Il piatto risulta molto più buono con le vongole veraci perché sono leggermente più grandi. Come fai a riconoscerle? Se non le compri abitualmente e non sai regolarti sulle dimensioni, basta semplicemente osservarle. Le vongole veraci hanno due piccole corna. Si tratta degli sfiatatoi da cui fuoriesce l’acqua. Al momento dell’acquisto devi avere un’altra accortezza: comprale nel classico retino con l’etichetta indicante la provenienza.

Una volta a casa, controlla che non ci siano vongole aperte. Si tratta infatti di esemplari morti, perché il guscio si schiude solo a contatto con il calore. Selezionale quindi con attenzione e sciacquale sotto l’acqua corrente fredda del rubinetto. Dopodiché immergile in un catino o in una ciotola con l’acqua affinché perdano la sabbia in eccesso.

Tra le valve delle vongole si nasconde parecchia sabbia. Per questo conviene sempre tenerle in ammollo prima di cucinarle. Dovrebbero rimanere in acqua per 2 o 3 ore con una manciata di sale. I gusci tenderanno a schiudersi leggermente e vedrai fuoriuscire i due piccoli sfiatatoi. Le vongole cioè riprenderanno a filtrare l'acqua e a eliminare le impurità, che precipiteranno sul fondo del recipiente. Ora, puoi cominciare a preparare le tue deliziose vongole fritte da accompagnare con un buon bicchiere di vino bianco.

Informazioni

Ingredienti

  • Vongole veraci 800 gr
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio
  • Farina 170 gr
  • Prezzemolo fresco 1 mazzetto
  • Sale q.b.
  • Vino bianco 1,5 dl
  • Olio per friggere q.b.
  • Acqua 1dl
  • Uova 2

Preparazione

  1. Lava e metti in ammollo le vongole. Trascorse 2 o 3 ore, trasferisci le vongole in un tegame ampio. Aggiungi l’olio d’oliva e l’aglio e fai aprire le vongole a fuoco dolce.

  2. Sfuma con il vino bianco, copri la padella con un coperchio e fai cuocere. Durante la cottura, muovi leggermente la padella.

  3. Non appena le vongole si sono aperte, elimina i gusci e filtra l’acqua di cottura con un colino. Metti da parte l’acqua di cottura e setaccia la farina.

  4. Trasferisci la farina in una ciotola, aggiungi le uova e il sale e mescola. Quando gli ingredienti si sono amalgamati, diluisci con 1 dl del fondo di cottura delle vongole, l’acqua, il prezzemolo tritato e le vongole. Lascia risposare per circa 30 o 40 minuti.

  5. Scalda l’olio per la frittura in una padella e friggi il composto prendendone un po’ alla volta con un cucchiaio. Quando le vongole fritte saranno dorate, tirale fuori dall’olio e lasciale asciugare su un piatto da portata coperto con carta da cucina. Porta in tavola ben calde.

Vongole veraci: i segreti della pulizia

Le vongole fritte necessitano di qualche attenzione in più nella fase della pulizia. Se ti accorgi che l’acqua dell’ammollo non presenta molte impurità sul fondo, puoi ripassarle sotto il getto dell’acqua fredda del rubinetto. Se qualcuna ha un odore che non ti convince, non esitare a buttarla via.

Come ottenere una salatura perfetta

Se usi troppo sale, rischi di rovinare la tua frittura di vongole. Ricordati che le vongole sono naturalmente sapide e tendono a acquistare maggiore sapore già durante la fase dell’ammollo. Dosa bene il sale nel momento in cui prepari la pastella, ma senza esagerare dato che aggiungerai anche il liquido di cottura. Non mettere mai il sale quando le vongole si schiudono in padella, rischieresti di ottenere un piatto molto sapido.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.