Stai leggendo: Dieta Sirt: il regime alimentare che fa dimagrire senza sforzo

Prossimo articolo: Le diete inquietanti delle star che però funzionano (dicono loro)

Letto: {{progress}}

Dieta Sirt: il regime alimentare che fa dimagrire senza sforzo

La dieta Sirt è l’innovativa alimentazione che sta spopolando in tutto il mondo e che fa perdere fino a 3,5 kg in una settimana. Oggi vi raccontiamo in cosa consiste e se è davvero così miracolosa.

Dettaglio di una ragazza su una bilancia della quale si vedono solo le gambe

1 condivisione 1 commento

Dimagrire senza fatica e arrivare a perdere fino a 3,5 kg in una sola settimana. È questo quanto promette il nuovo regime alimentare creato dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glenn Matten, autori del libro Sirt, la dieta del gene magro. La cantante Adele si è affidata proprio ad essa e nel giro di un anno ha perso ben 30 kg. Pippa Middleton, da parte sua, ha scelto questo regime alimentare per arrivare in forma alle sue nozze. Ma in cosa consiste la dieta Sirt ed è davvero così efficace?

Su cosa si basa e come funziona la dieta Sirt

Piatto di insalata mistaHD

La dieta Sirt si basa sull’introdurre nella propria alimentazione una serie di cibi chiamati sirtfoods. Questi alimenti contengono degli speciali nutrienti che attivano la produzione delle sirtuine, ossia dei geni capaci di agire sul metabolismo e di accelerarlo. Detto in altre parole, migliorano la capacità di ciascun individuo di bruciare i grassi, favorendo di conseguenza la perdita di peso. L’effetto che si ottiene è lo stesso che si avrebbe con il digiuno ma senza conseguenze negative.

La dieta Sirt si compone di 2 fasi, una della durata di 7 giorni e un’altra della durata di 14 giorni. L’apporto calorico è limitato, siamo intorno a un massimo di 1.500 calorie, ma a quanto pare non si dovrebbe avvertire fame in quanto i sirtfoods danno un senso di sazietà.

Fase 1

Ragazza in forma con la schiena a una lavagna con un disegno HD

La prima fase della dieta Sirt, come abbiamo anticipato, ha la durata di una settimana. È il periodo più difficile in quanto le calorie totali dei pasti giornalieri arrivano ad essere appena 1.000. Prevede l’assunzione di tre succhi verdi e di un pasto solido con sirtfoods nei primi tre giorni e in quelli che restano di due succhi verdi e di due pasti solidi. I succhi vanno preparati con cavolo riccio, rucola, prezzemolo, sedano, mela, limone, tè verde matcha. Alla fine della settimana si saranno persi 3,5 kg.

Fase 2

Una ragazza misura il punto vita con un centimetroHD

La seconda fase viene chiamata “fase di mantenimento” e ha la durata di 14 giorni. Prevede tre pasti giornalieri con sirtfoods e di un succo verde. Le calorie da assumere sono indicative, non è essenziale rispettarle alla lettera, l’importante è mangiare i cibi indicati.

Alcuni dei sirtfoods che risvegliano il metabolismo sono: il vino rosso, il cioccolato fondente all’85%, il sedano, il peperoncino, il cavolo, il grano saraceno, i datteri medjool, i capperi, il caffè, l’olio extravergine d’oliva, il tè verde matcha, il sedano di monte, il prezzemolo, la cicoria rossa, la cipolla rossa, la rucola, la soia, le fragole, le noci, la curcuma.

La dieta Sirt è pericolosa?

Piatto con dei punti interrogativiHD

La dieta Sirt pare non avere controindicazioni e può essere seguita in pratica da tutti, da chi è in forte sovrappeso, da chi vuole solo perdere qualche chilo e da chi pratica attività sportiva. Tuttavia va anche detto che un regime calorico così restrittivo non può essere seguito troppo a lungo, in quanto non fornisce al corpo tutti i nutrienti di cui necessita. La conseguenza è di arrivare a dimagrire nel modo sbagliato, senza un adeguato aumento della massa muscolare.

La scelta migliore, quando si decide di mettersi a dieta, è sempre quella di affidarsi a un professionista del settore e di tenere conto di tutte le problematiche e le esigenze personali per trovare il regime alimentare più adatto a se stessi che porti risultati ottimali e duraturi nel tempo. 

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.