Stai leggendo: Game of Thrones: George R.R. Martin parlò di cinque personaggi chiave destinati a sopravvivere

Prossimo articolo: Game of Thrones: le morti hanno uno schema, ecco la teoria che lo spiega

Letto: {{progress}}

Game of Thrones: George R.R. Martin parlò di cinque personaggi chiave destinati a sopravvivere

Niente è mai sicuro nel Trono di Spade, men che meno la sopravvivenza. Eppure, George R.R. Martin tempo fa sembrava avere chiaro quali sarebbero stati i cinque personaggi chiave dell’intera trama.

La famiglia Stark al completo per l'arrivo di Re Robert

3 condivisioni 5 commenti

Nel Trono di Spade – Game of Thrones una regola sembra prevalere su tutte le altre: bisogna sopravvivere ad ogni costo. Sin dalla prima stagione, il pubblico di questa serie televisiva tanto amata è stato abituato alla morte: che siano stati personaggi di grande o poco conto, George R.R. Martin non ha avuto pietà per nessuno di loro (il brutale assassinio di Ned, Catelyn e Robb Stark vi dice qualcosa?).

A quanto pare, il caro vecchio volpone di uno scrittore aveva chiaro sin dall’inizio quali sarebbero stati i personaggi più rilevanti di Game of Thrones e, nel corso di sette lunghe stagioni, ha lentamente decimato quelli (all'apparenza) indispensabili, seppur spezzando il cuore dei suoi telespettatori (e lettori della saga cartacea).

Attenzione! Possibili spoiler!

La settima stagione - per quanto sia stata rapida e coinvolgente - ha fatto molto discutere su alcune scelte narrative, soprattutto perché non c’è stata nessuna morte degna di nota (eccetto Viserion, che sappiamo essere adesso un non-morto).

Viserion sputa fiamme blu
Viserion il drago non-morto

Persino quella avvenuta nel finale di stagione ha spaccato a metà il pubblico (per lo più perché era una morte destinata ad avverarsi ormai già da tempo).

Lannister, Stark e Targaryen: questa stagione sembra averli lasciati pressoché immacolati. Mentre Cersei ha ottenuto il Trono di Spade e Jaime ha combattuto in suo onore, Tyrion ha scelto di spalleggiare Daenerys Targaryen, la cui bellezza ha conquistato il cuore del valoroso Jon Snow. Tre casate di spicco riunite nel palmo di una mano.

Ma chi sarà il prossimo a morire?

Questa è la domanda che i fan continuano a porsi, consapevoli di come la morte sia un tassello fondamentale in questa serie televisiva che si è fatta riconoscere anche (e forse soprattutto) per la sua brutalità.

Nel 1993, prima che uscisse il primo volume cartaceo di Il Trono di Spade, George R.R. Martin anticipò ciò che sarebbe diventato profetico nel corso delle stagioni della serie TV.

Cinque personaggi centrali sopravvivranno ai tre volumi [della saga, n.d.r.], ma li vedremo evolvere da bambini a adulti mentre cambiano a loro volta il mondo. La mia trilogia in un certo senso potrebbe essere definita una saga generazionale, perché racconta le vite di questi cinque personaggi (tre uomini e due donne). I cinque personaggi chiave sono Tyrion Lannister, Daenerys Targaryen e tre dei figli di Grande Inverno, ovvero Arya, Bran e il bastardo Jon Snow.

fam 💜 #gameofthrones #season7

A post shared by Maisie Williams (@maisie_williams) on

Facciamo due conti. Dopo la morte di Ned, Catelyn, Robb e Rickon, a Grande Inverno hanno fatto ritorno l’impavida Arya, diventata un’abile duellante grazie al periodo trascorso a Braavos, Bran – diventato ormai il Corvo con Tre Occhi – e Jon Snow, persino incoronato Re del Nord. Stiamo dimenticando qualcuno?

È stata chiamata Lady Stark per tutta la settima stagione, ma nel suo cuore resta sempre la piccola e romantica Sansa. Con la sua folta chioma rossa e l’alta statura, Sansa ha conquistato il cuore di Ditocorto (nonostante il risvolto del finale di stagione) ed è stata al fianco di terribili e disgustosi personaggi (come Ramsay e Joffrey) per poi fare finalmente ritorno a casa.

Ma allora perché il suo personaggio non è stato menzionato da Martin? Che sia Sansa il prossimo personaggio destinato a morire?

Sansa spaventata
Quale sarà il destino di Sansa?

Nonostante George R.R. Martin abbia dato una stima dei cinque personaggi principali, ciò non implica che nella serie TV tali personaggi siano immuni alla morte. In fondo in Game of Thrones nulla deve essere dato per scontato, men che meno il valore di una vita (o di una morte). Personaggi come Cersei, Varys, Jaime e persino Sansa hanno dimostrato il loro posto strategico nella trama della serie, per cui sono tutti soggetti altamente a rischio nella prossima (e ultima) stagione di Il Trono di Spade.

Martin una volta disse:

Il cast non resterà sempre lo stesso. Alcuni vecchi personaggi moriranno per fare posto a quelli nuovi. Alcuni decessi riguarderanno personaggi amati. Voglio che i lettori sappiano che nessuno è realmente al sicuro, neanche quei personaggi che vedono come eroi.

La morte di Robb Stark dovrebbe farci capire la verità di queste parole.

Chi credete che morirà nell’ultima stagione di Il Trono di Spade?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.