Stai leggendo: Venezia 74: Judi Dench presenta Victoria & Abdul

Prossimo articolo: Venezia 74: George Clooney racconta la sua Suburbicon

Letto: {{progress}}

Venezia 74: Judi Dench presenta Victoria & Abdul

Judi Dench torna a vestire i panni della Regina Vittoria in Victoria & Abdul di Stephen Frears, presentato al Festival del Cinema di Venezia.

Judi Dench a Venezia 74

4 condivisioni 0 commenti

A Venezia 74 è arrivata un'altra grande attrice che ha fatto la storia del cinema: Judi Dench. È lei, infatti, la protagonista di Victoria & Abdul.

Il film, presentato fuori concorso, è diretto da Stephen Frears a cui in questa edizione è stato anche assegnato il Premio Jaeger-Lecoultre Glory To The Filmmaker 2017.

Victoria & Abdul è basato sull'omonimo romanzo di Shrabani Basu, che racconta la storia vera dell'amicizia tra la Regina Vittoria e il suo segretario indiano Abdul Karim (qui interpretato da Ali Fazal).

Quando si chiede a Judi Dench cosa si prova a tornare nei panni della Regina Vittoria, che lei aveva già interpretato in La mia regina nel 1997, lei risponde:

Non mi sarei mai immaginata di rivisitare questa parte, per il quale provo un grande affetto. Prima di Mrs. Brown (titolo originale de La mia regina) il ruolo era stato creato per la TV e solo in un secondo momento è diventato un film, per cui quando Stephen mi ha fatto scoprire questa nuova storia che riguardava la Regina non ho potuto rifiutare, la proposta era irresistibile.

E continua:

Ho preso i libri di Storia e ho voluto imparare qualcosa in più. La vicenda è intrigante, perchè quello tra Vittoria e Abdul è un rapporto complesso: l'atteggiamento di lei nei confronto di lui non è solo un sentimento d'amore, ma la gioia di potersi sentire rilassata con qualcuno che non gli impone il cerimoniale e gli può insegnare tante cose.

Ali Fazal aggiunge:

C'è un aspetto spirituale nel loro rapporto ed è per questo che ho amato così tanto questa storia. Lei in quel momento era la persona più potente al mondo, ma le mancava qualcosa. Lui se n'è accorto e si sono trovati in sintonia, anche parlando semplicemente delle cose della vita.

The best friendships are the ones you never saw coming. Happy #InternationalDayofFriendship from #VictoriaAndAbdul! 👸👳

A post shared by Victoria & Abdul (@victoriaandabdul) on

Il regista tiene a precisare che:

Questa storia è stata tenuta segreta a lungo e questo è uno dei motivi che mi hanno convinto a portarla sul grande schermo, perché è bellissima da raccontare nel ventunesimo secolo.

C'è un elemento poi che colpirà molto il pubblico femminile, ovvero i costumi. A tal proposito Judi svela:

Ogni ruolo richiede una concentrazione enorme e un sacco di lavoro. Io avevo già fatto i miei compiti a casa, però poi dovevo indossare gli abiti. Quest'ultimi sono molto belli ma non facili da portare, anche perché io e la Regina Vittoria abbiamo due corporature diverse. Diciamo però che dopo un po' ci si abitua.

E pensare che tutte hanno sognato, almeno una volta nella vita, di vestirsi come una regina e una principessa.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.