Stai leggendo: The Good Wife: 7 anni per reinventarsi. Omaggio ad Alicia Florrick

Prossimo articolo: The Good Wife 7: tutte le volte che Jeffrey Dean Morgan ci ha fatto perdere la testa

Letto: {{progress}}

The Good Wife: 7 anni per reinventarsi. Omaggio ad Alicia Florrick

Alicia Florrick ci ha fatto compagnia per 7 anni. The Good Wife si è concluso: FoxLife ha trasmesso il finale di serie. Ecco il nostro omaggio a un personaggio che ha lasciato il segno.

The Good Wife: Alicia Florrick

8 condivisioni 3 commenti

Alicia Florrick: da mamma e moglie e donna indipendente

7 stagioni per reinventarsi. La "brava moglie" del titolo, quella che tutti ricordiamo al fianco del marito, alla conferenza stampa dopo lo scandalo sessuale che l'aveva coinvolto, non c'è più.

Ha lasciato il posto a una donna indipendente, che sa ciò che vuole e che non ha paura di prenderselo.

Alicia Florrick (Julianna Margulies) ha fatto la mamma e la moglie per 15 anni.

Quando i suoi figli erano adolescenti e suo marito - il procuratore di Chicago - si trovava al centro di uno scandalo (colto sul fatto insieme a delle prostitute), ha pensato che fosse il momento di cambiare.

Così è tornata al lavoro, facendo l'avvocato nello studio legale di un suo ex compagno di Università, Will Gardner (Josh Charles). Will e Alicia si erano sempre piaciuti. Si piacciono ancora. E quando tuo marito, Peter Florrick (Chris Noth), è su tutti i network dopo averti tradito con delle prostitute, sognare che quell'attrazione si trasformi in qualcosa di più è facile.

Lasciare che diventi qualcosa di più, poi, è naturale.

Alicia Florrick ricomincia a esercitare come avvocato dopo 15 anni. Mostra di avere la grinta necessaria e il talento di un grande avvocato difensore.

Al tempo stesso, Alicia Florrick ricomicia a sentirsi donna dopo 15 anni al fianco di un uomo che non ha avuto alcun rispetto per lei e per i loro figli.

Alicia e Peter. Alicia e Will... Alicia.

The Good Wife: Alicia FlorrickHD
The Good Wife: Julianna Margulies è Alicia Florrick

Le primissime stagioni di The Good Wife lasciavano intendere che Alicia cambiasse in base all'uomo che sceglieva di avere accanto.

Un'idea che sarebbe presto stata smentita dai fatti: caso dopo caso, difficoltà dopo difficoltà, scandalo dopo scandalo, Alicia impara a fare affidamento sull'unica persona di cui può fidarsi davvero. Se stessa.

Il ritorno al lavoro equivale - metaforicamente - a un ritorno alla vita.

Recuperando i propri spazi, senza mai trascurare i suoi doveri di madre attenta e affettuosa e di "brava moglie", Alicia Florrick cresce. Cambia. Impara a conoscersi, a rispettarsi, a superare quella prima impressione (che la fa sembrare sempre fredda e compassata) per trasformarla nella dignità di chi non vuole che i propri sentimenti vengano messi in piazza.

Nonostante gli sguardi della gente, nonostante i giudizi della stampa, nonostante le critiche della suocera e le pretese del marito, Alicia Florrick mantiene intatta la propria dignità.

Perfino quando intreccia una relazione con il suo capo.

Perfino quando accetta di restare al fianco del marito per ragioni politiche.

Perfino quando scopre che il gioco non vale più la candela, ed è arrivato il momento di riprendersi la propria indipendenza.

Il personaggio di Alicia Florrick porta con sé un messaggio importantissimo: per essere una brava moglie e una buona madre, non è necessario rinunciare alle proprie passioni.

The Good WifeHD
The Good Wife: Julianna Margulies

C'è un tempo per ogni cosa.

Un tempo per stringere la mano dei tuo infedele marito.

Un tempo per accompagnarlo durante la campagna elettorale.

Un tempo per dedicarti completamente ai tuoi bambini, per non perdere quei momenti che non torneranno più.

E un tempo per ritrovare te stessa. Per realizzarti sul lavoro. Per inseguire i tuoi sogni.

Il finale di serie

Nell'ultimo episodio dell'ultima stagione di The Good Wife, gli autori Michelle e Robert King - coppia sul lavoro e nella vita - chiudono il cerchio.

Fanno sì che Alicia prenda decisioni definitive sulla propria vita, che scegla di mettersi in gioco come non aveva mai fatto prima.

Attenzione! Possibili spoiler!

Si giocano la carta Will - con sequenze molto commoventi - facendo tornare... il personaggio che per le prime 5 stagioni è stato un punto fermo nella vita della protagonista.

Per chiudere davvero con la sua vecchia vita, con la "brava moglie" che stringeva la mano del marito infedele, Alicia ha bisogno di Will.

Ha bisogno di dirgli che lo amerà per sempre.

Ha bisogno di rimpiangere le scelte che non ha fatto.

Ha bisogno di confrontarsi con il famoso "e se..." che tutti noi, prima o poi, affrontiamo nella vita.

Ha bisogno di ripensare al passato per aprirsi al futuro.

Alicia dice addio a Will. Decide di divorziare. E decide di inseguire la felicità, l'uomo che vuole, Jason Crouse (un affascinante Jeffrey Dean Morgan).

Basta strategie politiche. Basta finzioni. Basta favori.

D'ora in poi, la prorità di Alicia Florrick sarà soltanto una: Alicia Florrick.

Il finale di serie non ci racconta l'atteso "e vissero per sempre felici e contenti", perché quella di The Good Wife non è una favola per adulti.

Il finale di serie ci lascia con Alicia che insegue il suo sogno. Senza dirci se riuscirà a raggiungerlo, perché non è questo che conta: conta solo che abbia capito di doverlo inseguire.

Che abbia scelto di farlo. Che si sia lasciata alle spalle la donna pallida e imbarazzata che stava al fianco del marito infedele...

Il segreto di Alicia: i personaggi che la circondano

Alan Cumming è Eli GoldHD
The Good Wife: Eli Gold

Alicia Florrick è la protagonista indiscussa di The Good Wife perché è attraverso i suoi occhi che noi vediamo il mondo.

Sono i suoi dolori che ci fanno stare male, e le sue gioie a riempirci di soddisfazione.

Ma il segreto del suo successo è un altro: i personaggi che la circondano.

Personaggi straordinari, complessi, approfonditi, creati per "stare in piedi da soli", come si dice in sceneggiatura, ma anche e soprattutto per mettere in luce diversi aspetti della personalità di Alicia.

Da Eli Gold (uno straordinario Alan Cumming), il personaggio ricorrente più riuscito insieme a quello di Kalinda Sharma (Archie Panjabi), a Carey Agos (Matt Czuchry) e Diane Lockhart (Christine Baranski).

Da David Lee (Zach Grenier) a Elsbeth Tascioni (Carrie Preston).

Da - naturalmente - Will Gardner e Peter Florrick fino a Louis Canning (il grande Michael J. Fox) e Matthew Goode (Finn Polmar).

Il "parco umano" di The Good Wife è ricchissimo, e non smette mai di stupirci.

Ci affezioniamo ai personaggi per il loro rapporto con Alicia, e impariamo a conoscerli per come sono e a rispettarli come co-protagonisti di vicende appassionanti.

The Good Wife: Diane Lockhart
The Good Wife: Diane Lockhart

Lo schiaffo che Diane affibbia ad Alicia nel finale di serie è meritatissimo. Lo sappiamo perché conosciamo Diane e sappiamo quanto Alicia l'abbia fatta soffrire.

Sì, la storia di The Good Wife è quella di una donna, moglie e madre, che si reinventa come avvocato e donna indipendente dopo aver superato ogni genere di umiliazione.

Ma è anche la storia dei suoi famigliari, dei suoi amici, dei suoi colleghi e dei suoi avversari in aula.

Una storia che diventa "vera" agli occhi dei telespettatori perché nelle aule ritroviamo più volte lo stesso giudice - ci piaccia o no - e sul banco dell'accusa personaggi che impariamo ad amare.

Anche quando sono avversari. Anche quando fanno soffrire Alicia.

I numeri di The Good Wife

Julianna MarguliesHD
Julianna Margulies

In 7 stagioni, The Good Wife ci ha regalato 156 episodi.

14 nomination ai Golden Globes e 43 (avete letto bene: quarantatre) agli Emmy Awards, rispettivamente con 1 (Golden Globe a Julianna Margulies come migliore attrice) e 5 vittorie (2 a Julianna Margulies come migliore attrice protagonista in una serie drammatica; 1 a Carrie Preston come migliore guest star in una serie drammatica; 1 a Martha Plimpton per la stessa categoria e 1 ad Archie Panjabi come migliore attrice non protagonista).

30 vittorie e 207 nomination, in totale, fra tutti i premi (Sag Awards, BMI, Critics Choice Awards, People's Choice Awards...) per le 7 stagioni.

156 gli episodi interpretati da Julianna Margulies, 134 per Archie Panjabi nei panni di Kalinda, 121 per Alan Cumming in quelli di Eli Gold e 108 per Josh Charles nel ruolo di Will.

L'attore Josh CharlesHD
Josh Charles ha interpretato Will Gardner in The Good Wife

Stockard Channing è comparsa in 12 episodi nel ruolo della madre di Alicia, mentre Mary Beth Peil ha recitato in quello della madre di Peter, Jackie, per ben 50 episodi.

43 minuti la durata media di ciascun episodio

7 le stagioni inizialmente pianificate da Michelle e Robert King fin dal principio. 7 quelle che la produzione (e il pubblico) ha loro concesso.

22.09.2009 il giorno del debutto dell'episodio pilota negli Usa, 09.10.2010 quello del debutto italiano.

Il finale di serie, invece, è stato trasmesso l'8 maggio 2016 negli Usa e il 2 dicembre 2016 in Italia.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.