Stai leggendo: Venezia 74: Ethan Hawke e Amanda Seyfried alla conferenza di First Reformed

Letto: {{progress}}

Venezia 74: Ethan Hawke e Amanda Seyfried alla conferenza di First Reformed

Il protagonista affascinante e in forma a Venezia 74, ha raccontato in conferenza il suo ruolo di ex cappellano militare nel film First Reformed. Presente anche la co-star Amanda Seyfried.

Ethan Hawke a Venezia 74

3 condivisioni 0 commenti

Uno dei film finora più amati dalla critica di Venezia 74 è First Reformed di Paul Schrader con protagonista Ethan Hawke.

L'attore, arrivato al Lido in splendida forma e più sexy del solito, ha raccontato in conferenza com'è stato entrare nei panni di un ex cappellano militare che non riesce a superare la morte del figlio.

In particolare ricorda alcuni episodi della sua infanzia:

Mia nonna mi diceva sempre che sarei diventato un prete e così sono cresciuto con la paura che la famosa chiamata sarebbe arrivata da un momento all'altro, ma per fortuna così non è stato. Quindi interpretare questo personaggio non è stato difficile per me, dato che sono cresciuto a stretto contatto con la religione. Poi le funzioni religiose sono una sorta di spettacolo e quindi ho potuto mettere molto di me.

#ethanhawke w #FirstReformed zagrał wyśmienicie! Wyzywające kino warte uwagi #Venezia74

A post shared by Movies Room (@moviesroom.pl) on

Poi, sempre sul lato personale, svela:

La mia famiglia ha sempre avuto una grande sfiducia nella celebrità e nella sua capacità di accecare le persone.

Nel cast troviamo anche Amanda Seyfried, nel ruolo di una donna molto religiosa il cui marito, ambientalista radicale, si suicida.

L'attrice, anche lei a Venezia, racconta:

Quando ho letto la sceneggiatura mi sono sentita intimidita e spaventata, ma anche stimolata ad esplorare la mia interiorità. Mi piace sentirmi connessa con la sensazione di lotta interiore che però non rinuncia alla speranza. È stato bello far parte di una creazione così umana, anche perché credo che la cosa più bella di quando si guarda un film sia sentirsi coinvolti.

Like this photoshoot 🔥

A post shared by Amanda Seyfried Daily (@amanda_seyfried_daily) on

Quando le si chiede se abbia mai avuto una guida spirituale risponde:

L'ho cercata per tutta la vita, poi l'ho trovata nell'amore. Prima grazie ad un cane: può sembrare sciocco, ma il rapporto con gli animali è puro e vero. Poi è nata mia figlia e ho capito ulteriormente cosa conta realmente nella vita.

A tal proposito Paul Schrader svela:

Nel film Amanda sembra solo lievemente incinta, ma in realtà la sua gravidanza era molto avanzata. Il fatto che lei fosse in quello stato di grazia è stato per noi un dono.

Sempre il regista, interpellato sulla questione delle tematiche ambientali affrontate nel film, ammette:

Non credo che l'umanità potrà sopravvivere a questo secolo, ormai abbiamo esaurito la nostra permanenza sul pianeta nonostante i secoli di esperimenti. Io ho vissuto in un periodo magico come quello del baby boom, in cui non ci sono state guerre, ma poi tutto è cambiato e ormai abbiamo guastato il pianeta, anche per i nostri figli.

Sull'argomento interviene anche Ethan Hawke:

Io mi chiedo come possano le comunità religiose rimanere silenti di fronte a ciò che sta succedendo.

Tornando poi su First Reformed, dice:

Ho trovato interessante il suo equilibrio tra speranza e disperazione, oltre al fatto di non dare risposte ma al contrario fare scattare tante domande.

E aggiunge divertito:

Inoltre in questo film ho anche dato il bacio cinematografico più lungo della mia carriera.

Una scena che sicuramente le sue numerose estimatrici sparse per il mondo non potranno fare a meno di apprezzare, sospirando sognanti.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.