Stai leggendo: Gal Gadot: Wonder Woman è stata la mia rivincita

Prossimo articolo: Patty Jenkins risponde alle critiche di James Cameron sul valore di Wonder Woman come eroina femminile

Letto: {{progress}}

Gal Gadot: Wonder Woman è stata la mia rivincita

Dalla sua infanzia in Israele, tra concorsi di bellezza e critiche per la sua nazionalità, fino alla rivincita con Wonder Woman, Gal Gadot si racconta: "La vita non è sempre stata rosea per una donna come me."

Gal Gadot sul red carpet di Wonder Woman

4 condivisioni 1 commento

Wonder Woman continua a far parlare di sé. Dopo aver battuto il record di incassi per un origin film e, superate le critiche di James Cameron nei confronti della pellicola di Patty Jenkins, Gal Gadot si è raccontata nel corso di un'intervista al Rolling Stones. L'attrice 32enne ha affermato che Wonder Woman rappresenta la sua rivincita personale contro una società maschile troppo sessista:

Ho avuto i miei momenti in cui mi sentivo come se gli uomini non si comportassero bene - niente di sessuale, ma in un modo inappropriato e sessista. Sprezzante. La vita non è sempre stata rose e fiori per una donna come me.

Nel corso dell'intervista, Gal Gadot ha parlato anche della sua infanzia in Israele, dove da giovane partecipò a un concorso di bellezza che la elesse Miss Israele. Tuttavia, stanca di quel mondo patinato, l'attrice ha dichiarato di aver sabotato la sua partecipazione a Miss Universo, facendo finta di non parlare inglese e indossando gli abiti sbagliati. Così abbandonati i vestiti firmati, Gal si è iscritta alla scuola di legge e successivamente ha intrapreso la carriera di attrice. Wonder Woman è stato il film della svolta: non solo Diana Prince è adesso un modello per tutte le donne e simbolo di forza femminile. 

Gal Gadot nei panni di Wonder WomanHD

Da quando la pellicola è approdata al cinema, Gal Gadot è stata continuamente sotto i riflettori tra polemiche femministe e sessiste, come da lei dichiarato al Rolling Stones:

La gente mi chiede, 'Sei una femminista?' Trovo che la domanda sia sorprendente perché penso, 'Sì, ovviamente. Ogni donna, ogni uomo, tutti dovrebbero essere femministi. Chiunque affermi il contrario è un sessista.

Tra le recenti critiche, Gal Gadot è stata denigrata per essere israeliana e per non essere abbastanza formosa e adatta per il ruolo di Wonder Woman. Di fronte a tali accuse, l'attrice se l'è cavata con una battuta di classe:

Se volete che io sia una vera Amazzone, dovete sapere che queste donne avevano un seno solo. Esattamente, solo uno.

A discapito di tutto, Wonder Woman è un successo mondiale, tanto che il sequel, previsto per dicembre 2019, è già in cantiere. Nel frattempo il film sarà disponibile in DVD e Blu-Ray dal prossimo 12 ottobre per Warner.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.