Stai leggendo: Come realizzare da soli un delizioso tavolo di legno per la sala

Prossimo articolo: Estate 2017: la nuova moda delle piscine fai da te sta conquistando Instagram

Letto: {{progress}}

Come realizzare da soli un delizioso tavolo di legno per la sala

Per cambiare aspetto alla sala basta poco, anche sostituire il vecchio tavolo da caffè con uno nuovo realizzato da voi. Leggete l’articolo e scoprite come farlo in modo veloce e pratico.

Tavolo di legno di fronte a un divano a L

0 condivisioni 0 commenti

Per molti l’arrivo di settembre coincide con l’inizio effettivo dell’anno. Si dà spazio a nuovi progetti, alla voglia di cambiare e al desiderio di rinnovamento non solo nella vita ma anche in casa. In particolare capita spesso di sentire la necessità di attuare delle modifiche agli ambienti domestici, di arricchirli o svecchiarli con accessori e mobili di tendenza. L’impresa però può risultare complicata per la mancanza di un budget sufficiente ma niente paura, il fai da te è un’ottima soluzione per intervenire nella propria abitazione a un costo contenuto.

In virtù di questo oggi vi spieghiamo come realizzare un delizioso tavolo di legno da inserire nel soggiorno in sostituzione di quello attuale. Un’idea originale che darà alla stanza carattere e un bel tocco di stile. Vediamo in dettaglio come procedere.

1 - Pianificate il progetto del tavolo da caffè

Tavolo di legno realizzato con una parte del tronco di un alberoHD

La prima cosa da fare quando si vuole costruire da soli un tavolino è decidere la forma e la grandezza. Regolatevi non solo in relazione al vostro gusto personale ma anche in base allo spazio che avete a disposizione. L’esempio che vi mostriamo è per un tavolo rotondo, la scelta migliore se si ha una stanza grande con un divano a L. Se invece il divano è dritto, è meglio optare per una forma rettangolare.

L’altezza è un altro aspetto da tenere in considerazione. Se la sbagliate rischiate di trovarvi con un tavolino più alto del divano, rovinando così tutto l’aspetto della stanza. Il nostro consiglio è di farlo più basso di circa 5 cm rispetto al sofà. Dunque armatevi di metro e prendete le misure.

2 - Scegliete il tipo di legno da utilizzare

Dettaglio del tavolo di legno HD

Prima di acquistare il legno per procedere ai lavori dovete capire bene quale tipologia acquistare. Ce ne sono infatti di tre tipi:

  • Legno di Burl: è piuttosto raro in quanto si ottiene dalle sporgenze del tronco dell’albero. La sua grana contorta e imprevedibile gli dona una bellezza particolare, rendendolo molto ricercato da scultori e artisti in genere.
  • Legno di corteggia rotondo: è ricavato dal taglio orizzontale del tronco e mostra gli anelli classici dell’albero. Di solito i pezzi hanno una forma rotonda ma ci possono essere delle variazioni in base al tipo di albero. In linea generale possiamo dire che più alto viene praticato il taglio, più uniforme sarà il bordo.
  • Lastra di legno: si ottiene tagliando il tronco dell’albero nella sua lunghezza ed è la scelta migliore se si vuole costruire un tavolo che abbia una superficie più lunga.

Per scegliere al meglio potete anche chiedere consiglio al fornitore di legname. Un altro aspetto non trascurabile è la necessità di asciugare il legno in caso sia stato tagliato di recente. Per farlo rivolgetevi a chi effettua l'essiccazione a forno.

Se poi volete avere la superficie del legno più liscia, fatela levigare da un falegname oppure fatelo da soli, se siete pratici e avete già eseguito qualche lavoro simile, con la carta vetrata oppure con una levigatrice a nastro o rotante. Vi ricordiamo anche che il legno deve essere sigillato e l’opzione migliore è usare il poliuretano. Metodi di sigillatura diversi richiedono una manutenzione nel tempo per mantenere l’impermeabilità del mobile.

3 - Scegliete la base per il tavolo

Esempi di varie tipologie di basi per tavoli di legnoHD

In commercio ci sono basi per tavoli di svariate forme e materiali, per cui l’unico limite che avete è il budget. Queste che vi proponiamo sono alcune delle opzioni tra cui potete scegliere:

  1. Piedini in metallo: sono un supporto molto semplice e spartano;
  2. Base a tulipano: è un elemento di design che offre un aspetto più ricercato al tavolino;
  3. Base a X in metallo: è una base dal design moderno che si adatta a molti stili;
  4. Piedistallo in metallo: questo supporto è ottimo se si vuole realizzare un tavolino di dimensioni più piccole;
  5. Piedini metallici industriali: questi supporti hanno uno stile contemporaneo e funzionale;
  6. Base in acciaio: questa base è l’ideale per arredamenti maschili e dal design industriale.

Una volta acquistata la base per il tavolino, è il momento di montarla. Non fatelo a caso, ma cercate di posizionarla nel modo migliore per dare stabilità al mobile e armonia visiva. Nel nostro esempio i piedini sono stati collocati in 4 punti cruciali e in modo simmetrico. La base va poi fissata con le viti. Utilizzate quelle in acciaio inossidabile e il più lunghe possibili per evitare che si sfilino.

A questo punto non vi resta che posizionare in sala il nuovo tavolino da caffè. Semplice, vero? Un modo davvero facile per cambiare aspetto alla vostra casa.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.