Stai leggendo: Patty Jenkins risponde alle critiche di James Cameron sul valore di Wonder Woman come eroina femminile

Prossimo articolo: Wonder Woman batte Spider-Man nel record di incassi per un origin film

Letto: {{progress}}

Patty Jenkins risponde alle critiche di James Cameron sul valore di Wonder Woman come eroina femminile

Con incassi da record e un grande successo di pubblico, Wonder Woman è stato il film dell'anno. Peccato che James Cameron abbia qualche perplessità: tra il regista e la collega Patty Jenkins è scoppiata la polemica, e lei ha replicato per le rime.

Primo piano di James Cameron e Patty Jenkins

2 condivisioni 0 commenti

Wonder Woman ha superato ogni aspettativa riscuotendo un successo planetario. 

Con incassi che ammontano a più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo, il film di Patty Jenkins dedicato alle avventure di Diana Prince - interpretata dall'attrice Gal Gadot - ha stracciato al botteghino i supereroi maschi di Batman V Superman: Dawn of Justice - alias Ben Affleck e Henry Cavill - e si è rivelato, senza ombra di dubbio, il film dell'anno.

Qualche giorno fa, però, gli entusiasmi sono stati smorzati da alcune dichiarazioni del regista James Cameron, uno che di donne bad-ass se ne intende.

In una lunga intervista rilasciata al Guardian, Cameron ha sminuito Wonder Woman - che pare potrebbe essere candidato agli Oscar! - senza mezzi termini, definendolo "un passo indietro".

James Cameron al Comic-ConHD

Il regista ha inoltre confrontato la Wonder Woman di Patty Jenkins con il personaggio di Sarah Connor, interpretato da Linda Hamilton in Terminator e Terminator 2 : Il giorno del Giudizio (entrambi diretti da lui).

Tutto questo autocompiacimento, questo scambiarsi pacche sulle spalle a Hollywood quando si parla di Wonder Woman è sbagliato. Wonder Woman è un’icona trasformata in oggetto: insomma, sono gli uomini di Hollywood che fanno sempre la stessa medesima cosa. Non sto dicendo che il film non mi sia piaciuto, ma per me è un passo indietro. Non ha cambiato nulla. Sarah Connor non era un’icona della bellezza. Lei era forte, aveva tanti problemi, era una madre tremenda eppure si è guadagnata il rispetto del pubblico grazie alla sua grinta. Per quanto mi riguarda, il beneficio che hanno portato personaggi come Sarah è evidente.

Non si è fatta attendere la risposta di Patty Jenkins

Patty Jenkins con Gal Gadot sul set di Wonder WomanHD

La regista ha postato su Twitter il suo pensiero circa le dichiarazioni del collega.

L'incapacità di James Cameron di comprendere cosa Wonder Woman sia e rappresenti per le donne di tutto il mondo non deve poi sorprendere più di tanto. Lui è un grande regista, ma non è una donna. Le donne forti sono magnifiche. Il suo elogio del mio film Monster e del nostro ritratto di una donna forte, anche se deturpata e imbruttita dalla vita, è stato molto apprezzato all'epoca. Ma se le donne devono essere sempre dure, toste e problematiche per essere percepite come forti e se non siamo libere di avere varie sfumature o di celebrare un’icona delle donne in tutto il mondo solo perché è attraente e adorabile, allora non siamo poi andati così lontano, non trovate?

La regista ha concluso così la sua disquisizione (social).

Credo che le donne possano e soprattutto debbano essere QUALSIASI COSA, proprio come i personaggi maschili. Non c’è un prototipo giusto o sbagliato di donna forte e potente. E le tantissime donne tra il pubblico che hanno reso questo film un successo possono sicuramente scegliere e giudicare in autonomia la loro personale icona femminile progressista.

Basteranno le motivazioni addotte dalla Jenkins a placare la vena polemica di James Cameron?

Wonder Woman, la versione Home Video in uscita il prossimo 12 ottobreAmazon

Diatribe a parte, Wonder Woman - per cui è previsto già un sequel che dovrebbe approdare nei cinema il 13 dicembre 2019 - si prepara a uscire in versione home video dal prossimo 12 ottobre, con tantissimi contenuti extra!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.