Stai leggendo: Un veterano di guerra vola attraverso gli USA per salvare gli animali dai rifugi

Prossimo articolo: Quest'uomo ha presentato al mondo il suo nuovo cucciolo in modo divertentissimo

Letto: {{progress}}

Un veterano di guerra vola attraverso gli USA per salvare gli animali dai rifugi

Paul Steklenski ha comprato un velivolo e sorvola gli USA salvando cani e gatti da morte certa e abusi.

Paul Steklenski con un cane da lui salvato

38 condivisioni 0 commenti

Paul Steklenski, 45 anni, è un veterano dell’esercito statunitense originario di Schwenksville in Pennsylvania e ha speso circa 55mila euro per un aeroplano col quale viaggia attraverso gli USA per portare in salvo carichi di cani e gatti che stanno per affrontare l’eutanasia.

La missione di Steklenski è iniziata dopo aver adottato un cane, Tessa, da un rifugio, e in un primo momento pensava di realizzare questi salvataggi in macchina, trasportando animali via dalle strutture dove sarebbero stati uccisi per cercare nuovi padroni in cammino. Ma ben presto si è reso conto che avrebbe potuto salvare molti più animali per viaggio utilizzando un altro mezzo.

Paul Steklenski abbraccia un caneHDFlying Fur Animal Rescue
Ad oggi, Paul Steklenski ha salvato più di 740 animali da morte e abusi

Nel 2013 l’ex soldato aveva cominciato a prendere lezioni di volo per hobby, ed è stato dunque naturale pensare di utilizzare un aeroplano per compiere le sue eroiche missioni, quindi si è impegnato per ottenere il brevetto e a maggio del 2015 ha creato l’organizzazione Flying Fur Animal Rescue, con la quale, ad oggi, ha salvato più di 740 animali abbandonati o vittime di abusi.

Lo scorso febbraio l’uomo, che fino a otto anni fa addestrava truppe in Kentucky, ha comprato un aeroplano tutto suo per portare avanti l’attività.

Quando ho iniziato a volare c’erano volte che volevo smettere perché pensavo che non ce l’avrei fatta, ma poi tornavo ogni volta. Quando ho ottenuto il brevetto ho pensato: “ E adesso cosa faccio?”.

Kendall, cane salvato da SteklenskiFlying Fur Animal Rescue
Lei è Kendall, che viveva nello squallore di una proprietà abbandonata in North Carolina

Molti piloti amano volare fino a qualche ristorante o luoghi mozzafiato ed è bello, ma io dovevo avere un’altra ragione per salire in aereo. Vedere i cani nei canili mi spezzava il cuore. Era orribile pensare che ci sono così tanti animali che vanno incontro all’eutanasia perché sono intrappolati in una certa zona.

Paul Steklenski ed un cane in aereoFlying Fur Animal Rescue
" È un lavoro molto emozionante ma anche molto gratificante"

Più vai a sud e più aumenta il problema della sovrappopolazione di animali. È angosciante. Mi sono reso conto che potevo fare la differenza andando laggiù, prelevandoli e portandoli ad altri rifugi dove hanno più chance di essere adottati. È un lavoro molto emozionante ma anche molto gratificante.

Paul Steklenski si prende un giorno al mese per volare fino ai canili e gattili dove raccoglie gli animali per caricarli sul suo Beechcraft Bonanza, che ha adattato proprio a questo tipo di trasporto: ha liberato l’interno della fusoliera e comprato una serie di gabbie per animali che sono posizionate nel retro del velivolo, potendo portare con sé fino a 23 esemplari in un viaggio.

Stranamente, gli animali non patiscono troppo il volo.

Una volta che il motore è avviato, alcuni si addormentano, altri stanno svegli a guardare fuori dal finestrino. È sempre molto tranquillo. Non ho mai avuto problemi. Secondo me capiscono che hanno di fronte una vita migliore.

Spesso i cani e i gatti sono prelevati in North Carolina e portati nel New Jersey e in Pennsylvania: una volta arrivati nei nuovi rifugi, Paul sa che sono al sicuro.

Dà un sacco di soddisfazioni. Non fa la differenza solo per l’animale… quel cane o quel gatto avranno un impatto su un’altra persona. Mi sono capitati diversi cani maltrattati, uno talmente tanto che non riusciva a stare vicino agli esseri umani. Vederlo adesso è incredibile. È stato adottato e sta molto bene.

Ora Paul ha intenzione di cambiare il suo aereo e prenderne uno più grande. La parte più difficile è trovare i fondi, e per questo l’organizzazione ha un sito internet ed una pagina Facebook in cui si possono seguire le avventure di questo eroe degli animali (e se voleste fare donazioni, trovate tutte le informazioni qui).

È emotivamente impegnativo, ma lo farò finché mi sarà possibile. Spero di ispirare altra gente ad interessarsi alla causa.

Un cane salvato da Paul SteklenskiHDFlyin Fur Animal Rescue
"Vedere i cani nei canili mi spezzava il cuore"
Un cane nell'aereo di Paul SteklenskiHD
Cani e gatti non danno problemi nel volo verso una vita migliore, racconta Steklenski

Ci augiuriamo che chiunque legga questa storia decida di cambiare la propria vita e quella di qualche animale in cerca di fortuna.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.