Stai leggendo: Tanti auguri, Tim Burton! Ecco le scene più belle dei suoi film

Prossimo articolo: Dumbo, ecco la prima foto dal set del film di Tim Burton

Letto: {{progress}}

Tanti auguri, Tim Burton! Ecco le scene più belle dei suoi film

I momenti più originali, toccanti e significativi dei film di Tim Burton, per celebrarne il genio creativo nel giorno del suo compleanno.

Tim Burton

11 condivisioni 0 commenti

Tutti noi lo conosciamo e abbiamo amato i suoi film, dai più vecchi fino alle ultime produzioni. Tim Burton il 25 agosto compie gli anni e noi vogliamo festeggiarlo con una raccolta delle scene più belle tratte dai suoi film. Pronti a seguirci in questo viaggio nel mondo visionario di questo grande regista?

Edward mani di forbice

Edward mani di forbice

Non potevamo non cominciare con questo classico film di Natale, che segna tra l’altro inizio dello stretto rapporto cinematografico tra il regista e l’attore Johnny Depp, ma anche con il compositore Danny Elfman. Il film affronta il tema del diverso, portando sullo schermo gli stereotipi americani. Il tipico sobborgo benpensante e la classica famiglia perfetta vengono stravolti dall’arrivo del giovane Edward: in un mondo di tinte pastello e perfezione apparente, i suo abiti neri, le sue cicatrici e, soprattutto, le sue mani taglienti creano prima curiosità, poi sospetto e quindi paura. Di questa favola che è sempre bene rispolverare, la scena che preferiamo è quella in cui una giovanissima Winona Ryder danza circondata dai coriandoli di ghiaccio che piovono dalla scultura che Edward sta realizzando.

Nightmare Before Christmas

Nightmare before ChristmasHD

In questo caso, Tim Burton non è il regista, ma l’ideatore e il produttore di questo classico del cinema in stop-motion. Jack, re di Halloween, è stanco delle atmosfere da brivido del suo regno e, dopo una veloce incursione nel mondo del Natale, decide che toccherà a lui quest’anno festeggiarlo, tra lucine e allegria. Accanto a lui, il cagnolino Zero e la giovane Sally, innamorata di Jack, che prova ad avvisarlo: la sua impressa potrebbe rivelarsi un disastro. La scena più bella, a nostro avviso, è il momento il cui Jack scopre il Natale. Eccola a voi!

Ed Wood

Ed WoodHD

Colui che venne definito il “peggior regista di tutti i tempi” è il protagonista di questo film di Tim Burton ed è impersonato, sorpresa sorpresa, da Johnny Depp. Il film racconta le difficoltà che incontrò in vita il regista Ed Wood: tra finanziatori troppo presenti sul set, scelte stilistiche di dubbio gusto e problemi economici, il suo lavoro procede, film dopo film, fiasco dopo fiasco. Fino a una delle scene più belle del film: quando Ed Wood entra nervoso in un bar, vestito da donna, e vede seduto a un tavolo Orson Wells. Timidamente lo avvicina e, dalla conversazione fra i due, il giovane regista trova la forza di tornare sul set e imporsi sui finanziatori.

Big Fish

Big FishHD

Le storie fantastiche di Edward Bloom incantano tutti i suoi ascoltatori, tranne il figlio William che, diventato adulto, è stanco della finzione di cui suo padre si circonda. Quando il padre si ammala, William si reca al suo capezzale e prova a districare dai suoi racconti fantastici la verità. La scena più bella, secondo noi, è quella in cui il giovane Edward, interpretato da Ewan McGregor, incontra l’amore della sua vita e ce lo racconta con un tocco di poesia evanescente e un tocco di ironia.

La fabbrica di cioccolato

La fabbrica di cioccolatoHD

Riecco Johnny Depp, nei panni del buffo Willy Wonka, proprietario di una golosissima fabbrica di cioccolato. Remake di un cult degli anni Settanta e ispirato al romanzo di Dahl, questo musical unisce colori sgargianti, scene grottesche e personaggi caricaturali, per un risultato unico nel suo genere. La scena che preferiamo è quella che ogni bambino sogna di vivere: scoprire, come moderni Hansel e Gretel, che tutto quello che ci circonda è un dolce commestibile!

La sposa cadavere

La sposa cadavereHD

Ispirato a una storia ebreo-russa, questo gioiellino in stop-motion porta sullo schermo atmosfere vittoriane, amori tormentati e personaggi infelici, come Emily, la sposa cadavere che dà il nome alla storia: uccisa mentre aspettava, vestita da sposa, l’uomo di cui si era innamorata. Questa storia dal sapore dolce-amaro unisce il destino tormentato di Emily a quello di Victor, promesso sposo di Vittoria, un giovane timido e impacciato. Ecco la nostra scena preferita: quella in cui Emily, arrabbiata con Victor, se ne sta sola e arrabbiata al pianoforte, ma quando lui la raggiunge e comincia a suonare, l’atmosfera si distende, e i due suonano insieme.

Alice in Wonderland

Alice in WonderlandHD

Di nuovo, Tim Burton si confronta con un classico della letteratura, già portato sullo schermo in passato, ma che lui reinterpreta secondo la sua personale chiave di lettura. La scena che abbiamo scelta è la vigilia del giorno gioiglorioso: Alice guarda il Paese delle Meraviglie ai suoi piedi quando il Cappellaio Matto la raggiunge e i due conversano sulla natura di quell’istante. Sogno o realtà? Il Cappellaio Matto è reale o frutto della fantasia di Alice? Una scena dal sapore un po’ triste, che coglie appieno il senso del Paese delle Meraviglie: sogno o realtà?

Big Eyes

Big EyesHD

L’artista Margaret Keane ha avuto una vita difficile, ma c’è stata una costante che l’ha accompagnata: i suoi ritratti dei bambini con gli occhi grandi. Per una serie di circostanze, per anni si pensò che il vero autore dei quadri fosse il marito Walter Keane e il film racconta la storia di questo inganno ai danni della vera artista. Ecco la visionaria sequenza in qui Margaret, stanca di subire l’ingiustizia del furto del suo lavoro, comincia a vedere intorno a sé tutte le persone con gli occhi grandi, come i protagonisti dei suoi ritratti.

Eccoci giunti alla fine di questa galleria con cui vogliamo celebrare il regista Tim Burton. E voi, quale dei suoi film preferite?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.