Stai leggendo: Le basi per la salute futura del bambino: i primi 1000 giorni

Prossimo articolo: La salopette per i bambini e come indossarla in cinque modi diversi

Letto: {{progress}}

Le basi per la salute futura del bambino: i primi 1000 giorni

Si tratta di quei giorni che coprono l’arco di tempo dal concepimento ai due anni e che rivestono un ruolo fondamentale nello sviluppo futuro. Basta seguire poche regole per viverli al meglio e assicurare al bambino una vita sana.

Mamma e bambino mangiano sano

3 condivisioni 0 commenti

Spesso l’arrivo di un bambino è la giusta molla che scatta e che porta la famiglia a cambiare stile di vita, in meglio. Altre volte, invece i nuovi ritmi, la stanchezza e il poco sonno inducono i neo-genitori a fare scelte pessime, dal punto di vista dell’alimentazione. Per non cadere in questo errore, leggete quanto sono importanti, per la salute futura del neonato, le corrette abitudini alimentari di mamma e bambino nei primi 1000 giorni, dal concepimento in poi. Questa teoria è stata sviluppata dal professor Barker e dal suo team di ricerca e correla alcune problematiche quali il diabete o la predisposizione all’infarto a ciò che accade nei primi 1000 giorni del neonato. Ovviamente non si tratta di regole scolpite nella pietra, ci possono essere eccezioni e casi in cui si è impossibilitati a seguire queste direttive, ma poiché con la salute non si scherza, meglio adottare da subito uno stile di vita sano. Ne gioverete tutti, in famiglia!

Educhiamo al gusto

Donna incinta mangia melaHD

Quando è nella pancia, il bambino conosce il mondo e i gusti attraverso il liquido amniotico. Le informazioni relative al gusto passano attraverso il cordone ombelicale e così, in maniera minima e assolutamente inconscia, il bambino comincia il suo rapporto con il cibo. Questa relazione prosegue poi durante l’allattamento. Anche il latte materno è un veicolo di educazione al gusto: quando poi il neonato conoscerà il cibo vero e proprio ritroverà quei sapori che ha sperimentato attraverso il latte della mamma. Ecco perché anche i nove mesi di gestazione sono importanti per la salute del bambino: perché il suo percorso alimentare comincia da lì, prosegue durante l’allattamento fino a compiersi con lo svezzamento. Meglio quindi, sia durante la gravidanza sia durante lo svezzamento, almeno fino al primo anno di età, evitare cibi ricchi di zuccheri e sale, di modo da tenere il bambino lontano da possibili rischi metabolici futuri.

Qualche regola

Vediamo insieme poche, semplici regole per rendere questi 1000 giorni un cammino positivo e salutare per tutta la famiglia.

  • Adottare da subito una dieta corretta: appena la futura mamma scopre di essere incinta deve modificare i comportamenti potenzialmente dannosi (fumo, consumo di alcol, sedentarietà) in favore di una dieta sana e bilanciata e di uno stile di vita attivo.
  • Controllare il peso: la mamma, infatti, non deve ingrassare troppo in gravidanza, altrimenti la sua salute e quella del bambino potrebbero risultare compromesse.
  • Proseguire l’allattamento esclusivo fino ai 6 mesi del bambino, come ricorda l’OMS. L’allattamento non deve però essere abbandonato, ma ridotto e continuato almeno fino all’anno d’età. Se l’allattamento non è più praticabile, aspettare comunque almeno l’anno di età per introdurre il latte vaccino e confrontarsi sempre con il pediatra.
Donna allatta al senoHD
  • Scegliete grassi “buoni”, come quelli dell’olio extravergine d’oliva e del pesce: il corretto apporto di lipidi nei primi anni di vita è fondamentale per la salute futura del bambino.
  • Quando si inizia lo svezzamento, proporre cibi diversi, variando spesso e introducendo quanta più frutta e verdura possibili nella dieta, di modo che il loro consumo resti una sana abitudine che il bambino porterà avanti tutta la vita.

Bambino e verduraHD

  • Rispettare l’appetito del bambino: i neonati sanno autoregolarsi e conoscono le loro necessità. Se dopo un po’ che mangia il bambino rifiuta il cibo, non forzatelo a finire. Proponete porzioni adeguate e non esageratamente abbondanti.
  • Infine, abituate il bambino all’idea di fare sport, proponetevi come modello positivo: fate lunghe passeggiate insieme, giocate all’aria aperta o dedicate un pomeriggio al nuoto in piscina.
Sport neonatoHD

Sono poche e semplici regole che, se applicate, si trasformeranno in abitudini irrinunciabili sia nei primi 1000 giorni di vita del vostro bambino, sia negli anni a venire!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.