Stai leggendo: Bella Hadid sulla copertina di Vogue Arabia suscita polemiche

Prossimo articolo: Jennifer Lawrence commenta su Vogue il furto delle sue foto nuda

Letto: {{progress}}

Bella Hadid sulla copertina di Vogue Arabia suscita polemiche

Bella Hadid è la cover girl del prossimo numero di Vogue Arabia. Ma lo scatto di Karl Lagerfeld non è piacuto a tutti i lettori della rivista: per qualcuno Bella non rappresenta affatto la donna araba.

Bella Hadid su Vogue Arabia

0 condivisioni 0 commenti

Bella Hadid è la cover girl del prossimo numero di Vogue Arabia. La modella, sorella minore di Gigi Hadid, regna in copertina in un maestoso scatto di Karl Lagerfeld, che la svela vestita di rosso, severa, altera e con i capelli corti.

Bella, interamente firmata Fendi, indossa una lunga tunica color porpora che si apre a campana, come un abito vintage, e che è coordinata con un paio di ankle boots stretti e sottili dello stesso colore e con il tacco a stiletto. I capelli sono tagliati in un hairstyle pixie cut scuro e il viso, bianco e diafano, è ombreggiato da un make up smokey.

La scelta della it girl per popolare la copertina della celebre rivista apparentemente è piuttosto significativa: Bella, figlia del magnate Mohamed Anwar Hadid, ha origini per metà palestinesi.

Bella stessa su Instagram ha espresso l’onore di posare per Vogue Arabia e il piacere di aver lavorato con un team così affiatato e gentile.

Vi amo!

Ma alcuni lettori di Vogue Arabia e alcuni follower dei social della rivista si sono decisamente alterati per la scelta della minore delle Hadid.

Quali sono i motivi del contendere?

Le polemiche contro Bella, un non-simbolo arabo

Come riporta Seventeen, innanzitutto l’origine palestinese di Bella Hadid non c’entra nulla con i paesi in cui è distribuita la rivista. In tutto sono 22 nazioni, e la giovane Hadid non appartiene a nessuna di queste. In molti, sui social, hanno polemizzato sulla scelta “occidentalizzante” del volto copertina.

Secondo i detrattori, in altre parole, al posto di Bella Hadid Vogue Arabia poteva tranquillamente scegliere una ragazza "davvero araba".

Bella non rappresenta la donna araba, almeno secondo i contestatori, e in base alle critiche non sarebbe altro che il volto dell'ennesima operazione mediatica che vuole occidentalizzare il Medio Oriente.

Wow.. Thank you...September Issue of @voguearabia Shot by Mr. Incredible, Karl Lagerfeld.. I am so honored and proud to be on this cover of Vogue Arabia, not only to be shot by the one and only Karl, to be touched by the legend @peterphilipsmakeup and hair done up by the unrivaled @sammcknight1 styled by the one and only @amandaharlech ❤️... but specifically to represent and cherish my half-Palestinian blood from my father and his strong, loving, wonderful Arab side of my family. This cover is in honor of my teta Khair Hadid, my family, and my Arab/Muslim friends out there..❤️Thank you so much for allowing me to be a part of the newest international Vogue and thank you Vogue Arabia for continuing to celebrate and accept all different cultures and customs the way we all should❤️🕊

A post shared by Bella Hadid (@bellahadid) on

Bella ha sempre dichiarato di essere orgogliosa della propria religione musulmana, ma per i lettori arabi di Vogue (o meglio, per i più polemici) non basta dichiararsi musulmani per essere un simbolo arabo.

In più qualcuno ha contestato la scelta di Karl Lagerfeld come autore degli scatti. Perché concentrarsi sul solito stilista e fotografo di moda occidentale, quando si poteva optare per un professionista del Medio Oriente? I commenti mostrano totale disapprovazione per il fashion designer tedesco.

Siamo sicuri che ci sono fotografi altrettanto validi anche in Oriente.

Dal canto suo, il direttore di Vogue Arabia, Manuel Arnaut, ha difeso la propria scelta giustificandosi con il New York Times.

Bella Hadid è una delle modelle più osannate di tutti i tempi. Lei è il modello femminile perfetto per Vogue Arabia.

Arnaut ha anche aggiunto che, sebbene la copertina del numero di settembre sia occupata dall’americana Hadid, all’interno della rivista ci saranno approfondimenti e foto di altre star al 100% arabe, come ad esempio la modella Halima Aden.

Manuel Arnaut in una stanza di pannelli coloratiFashion Network
Manuel Arnaut difende la scelta di Bella Hadid e Karl Lagerfeld

Nel precedente numero la copertina era stata occupata da Gigi Hadid, sorella di Bella, che aveva indossato il hijab (velo completamente coprente) difendendo il diritto delle donne a indossarlo, fermo restando che sia una loro scelta (e non un'imposizione sociale) portarlo.

Gigi Hadid in copertina su Vogue ArabiaVogue Arabia
L'ultimo volto copertina era stato quello di Gigi Hadid con il velo

Voi cosa ne pensate di questa controversa polemica?

Vota anche tu!

Siete d'accordo con la scelta di Bella Hadid per la copertina di Vogue Arabia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.