Stai leggendo: 10 film romantici che ogni donna dovrebbe guardare da sola

Prossimo articolo: I cinque migliori film per il primo appuntamento

Letto: {{progress}}

10 film romantici che ogni donna dovrebbe guardare da sola

Ecco i 10 film romantici che una donna dovrebbe guardare da sola, per rilassarsi e staccare dalla routine ma anche per imparare tante cose sui sentimenti e se stessa.

Una scena di Ragione e Sentimento

25 condivisioni 21 commenti

Ci sono alcuni film romantici che ogni donna dovrebbe guardare da sola.

Perché?

Perché un uomo non riuscirà mai a goderseli allo stesso modo, valorizzando anche tutto il contesto di visione: il divano, una coppa di gelato, il plaid, il pigiama più brutto (e comodo) immaginabile.

Questi film non sono solo una parentesi di respiro dallo stress e dalla routine quotidiana, ma possono anche dare validi insegnamenti al mondo femminile: aiutano a prendere decisioni, spiegano la vita, collaborano all’educazione sentimentale e danno utili consigli per affrontare i dilemmi e i bivi più incerti.

Quali sono questi film da non perdere? Preparate il divano, il gelato (o il vino) e compilate la vostra lista.

Ecco i film che una donna dovrebbe assolutamente guardare, preferibilmente da sola e in totale relax.

1 – What Women Want (2000)

Il film, datato 2000, è un interessante e surreale viaggio che all’inizio del nuovo millennio Mel Gibson fa nel cervello femminile.

È estremamente istruttivo (per lui, suo malgrado) e divertente (per chi lo guarda). Gibson interpreta Nick Marshall, un narcisista e playboy di Chicago che, quando si accorge di poter leggere improvvisamente nella mente delle donne, pensa di poterne trarre molteplici vantaggi.

Ma poi il suo sogno a occhi aperti si trasformerà rapidamente in un incubo: la situazione cambierà Nick radicalmente e gli permetterà, per la prima volta nella vita, di empatizzare con le donne.

Cosa insegna il film? Se un uomo si comporta in modo ridicolo o superficiale con le donne… è perché non conosce le donne.

2 – Ricatto d’amore (2009)

Ricatto d’amore è una commedia brillante ed esilarante che racconta la storia di “odioamore” tra il giovane redattore Andrew (Ryan Reynolds) e il suo capo insopportabile e arrogante Margaret (Sandra Bullock).

L’antipatia reciproca tra i due andrà a incastonarsi tra i ghiacci e i boschi dell’Alaska, dove Andrew sarà costretto a portare l’inflessibile Margaret a trascorrere un week-end con la sua famiglia.

Una scena di Ricatto d'amoreGiphy
Sandra Bullock litiga con Ryan Reynolds in Ricatto d'amore

Tra dispetti, battibecchi e litigi i due finiranno (ovviamente) per innamorarsi, ma passeranno anche da gag divertenti e dalle battute irresistibili dell’iconica nonna di lui. Tra cani lanciati in aria e danze propiziatorie nel bosco, si formerà una nuova, improbabile coppia.

Cosa insegna il film? Puoi ottenere qualunque cosa, e anche trovare l’amore, se ti poni nel modo giusto.

 

3 – Harry ti presento Sally (1988)

Più che un film romantico, Harry ti presento Sally è un trattato antropologico-esistenziale sulla friendzone e sul rapporto di amicizia uomo-donna.

Un lunghissimo viaggio in macchina cementa per sempre la relazione mai delineata tra due compagni di università: lei è la metodica e pignola Sally (Meg Ryan), lui è lo sregolato e irriverente Harry (Billy Crystal). I due attraverseranno un decennio nella Grande Mela, saltando da matrimoni falliti a serate passate al telefono a guardare Casablanca.

Harry e Sally nella celebre scena della tavola caldaHDColumbia Pictures
Alla tavola calda Sally spiega ad Harry che le donne fingono gli orgasmi

Ma prima o poi tutti i nodi vengono al pettine: tra Sally ed Harry c’è solo amicizia o qualcosa di più?

Cosa insegna il film? È un’enciclopedia sulle amicizie uomo-donna, da studiare e memorizzare prima di trovarsi immerse in situazioni controverse.

 

4 – Ragione e Sentimento (1995)

Il rifinito film di Ang Lee, tratto da un celebre romanzo di Jane Austen, racconta l’educazione sentimentale e speculare delle sorelle Dashwood.

Elinor (Emma Thompson) è razionale, fredda e lucidissima mentre Marianne (Kate Winslet) è romantica, sanguigna e impulsiva. Ognuna di loro rappresenta l’alter ego dell’altra in una scala di caratteri portati all’estremo: Elinor vive di conti e maschera le proprie emozioni, Marianne legge Shakespeare e adora fare passeggiate poco prima che si scateni un temporale.

Entrambe s’innamoreranno e capiranno di dover scendere a patti con la propria natura: come insegnava un detto, l’amore e la tosse non si possono nascondere ed Elinor non può pensare di dissimulare per sempre le proprie emozioni. Per quanto riguarda Marianne invece, a volte un semplice ragionamento può salvare da situazioni disastrose.

Cosa insegna il film? In amore non si può solo ragionare e non si può solo lasciarsi andare. Bisogna trovare un equilibrio tra le due cose.

5 – Cruel Intentions (1999)

Cult di passaggio tra un millennio e l’altro e cult per la generazione dei Millennial, Cruel Intentions è un adattamento contemporaneo di Le relazioni pericolose (1782). La perversione dei nobili francesi viene riadattata alla gioventù (quasi) bruciata e viziata della Grande Mela, dove i fratellastri Sebastian (Ryan Philippe) e Kathryn (Sarah Michelle Gellar) fanno una scommessa.

Lui deve sedurre Cecile, un’ingenua ragazza che ha involontariamente soffiato il fidanzato a Kathryn. Il compito si rivela fin troppo facile e Sebastian rilancia: tenterà di portare sulla cattiva strada Annette, la figlia del rettore, che ha svelato in un’intervista di voler arrivare vergine al matrimonio. Sebastian scoprirà subito che con Annette le cose non sono semplici, ma nel frattempo – inaspettatamente – s’innamorerà della ragazza.

Cruel Intentions: Annette e Sebastian innamoratiGiphy
L'amore travolge tutto, anche la scommessa di Sebastian

Cosa insegna il film? La purezza salverà il mondo e l’amore può trasformare qualunque cosa.

6 – Come farsi lasciare in 10 giorni (2003)

Cult romantico dei primi 2000, il film conta su una struttura narrativa perfetta che contrappone la giovane giornalista Andy (Kate Hudson) e il pubblicitario rampante Ben (Matthew McConaughey).

Entrambi hanno il compito di conquistare l’altro, Andy per un articolo di autoaiuto (“Come farsi lasciare in 10 giorni”) e Ben per una scommessa fatta con un committente, un brand di diamanti che gli affiderà la campagna pubblicitaria solo se riesce a far innamorare una donna in poco più di una settimana.

Il duetto in Come farsi lasciare in 10 giorniHDParamount
Come farsi lasciare in 10 giorni

Tra paradossi, momenti divertenti e scene esilaranti, ognuno dei due cercherà di portare a termine il proprio scopo: Andy deve far esasperare Ben entro 10 giorni e lui deve farla innamorare, trovandosi di conseguenza a gestire una serie di assurde stranezze. La resa dei conti arriverà alla fine e sarà imperdibile.

Cosa insegna il film? Mentire fa parte del gioco dell’amore, ma c’è un momento in cui le carte devono restare per forza scoperte.

 

7 – Emma (1996)

Gwyneth Paltrow interpreta l’eroina austeniana che è buona, bellissima, generosa, ama combinare matrimoni ma ha un solo difetto: la superbia.

Dopo aver creato una serie di danni amorosi nella piccola comunità rurale in cui vive (tra cui il tentativo di far sposare il reverendo Elton con l'amica Harriet Smith, senza sapere che il religioso punta a Emma stessa), la ragazza arriverà a una maturazione grazie soprattutto ai consigli del cognato, l’impeccabile George Knightley.

Cosa insegna il film? Mai sottovalutarsi… ma soprattutto mai sopravvalutarsi.

 

8 – Qualcosa è cambiato (1997)

Jack Nicholson interpreta il misantropo Melvin, scrittore che odia le donne e rifiuta la compagnia di chiunque. Burbero, antipatico e politicamente scorretto, l’uomo detesta incontrare altre persone, anche quando scende alla tavola calda sotto casa per mangiare qualcosa.

La sua misantropia sembra irrecuperabile, ma non sa che il cambiamento è dietro l’angolo, grazie alla cameriera Carol (Helen Hunt) che gli serve ogni giorno il pranzo.

Carol, instancabile possibilista, riuscirà a fare il miracolo?

Cosa insegna il film? Il bisbetico può essere domato, se si usano le parole giuste.

 

9 – La La Land (2016)

Il musical di Damien Chazelle racconta la storia impossibile e cinematografica di Mia (Emma Stone), cameriera aspirante attrice, e Sebastian (Ryan Gosling), jazzista puro dalle belle speranze. L’amore, il sogno irreale per eccellenza, può essere raccontato solo dal musical, il genere che può spingersi oltre con la fantasia e recuperare l’archetipo del vero amore.

Avvolti dai sogni, dalla musica e dalla bellezza dell’Hollywood da cartolina che si vede nei film classici, Mia e Sebastian vivranno una favola da cui però, a un certo punto, saranno costretti a svegliarsi.

Una scena di La La LandGiphy
Il ballo di La La Land

Cosa insegna il film? La vita di tutti i giorni è una staffetta di occasioni mancate ma per fortuna ci sono i sogni a rendere viva la possibilità della favola.

 

10 – Io e Annie (1977)

Brillante e ingegnoso capolavoro esistenziale di Woody Allen, il film è un trattato pessimista sulle relazioni perfette e (anche per questo) destinate a fallire. Alvy, ipocondriaco, ansioso e nevrotico, ci prova con tutto se stesso ad amare Annie (Diane Keaton), ragazza controcorrente, ribelle e intelligente. Ma neanche l’amore più pulito riesce a guarire l’uomo dalle proprie nevrosi, nonché dall’inevitabile prospettiva umana del fallimento.

Cosa insegna il film? La vita non è mai la favola, ma anche se non possiamo vivere l’amore come vorremmo possiamo “accontentarci” di conoscerlo e quindi saperlo analizzare.

 Quale di questi film avete voglia di (ri)guardare?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.