Stai leggendo: Marilyn Monroe: a 55 anni dalla morte, le foto mai pubblicate

Prossimo articolo: Dustin Hoffman compie 80 anni (di puro cinema): tanti auguri!

Letto: {{progress}}

Marilyn Monroe: a 55 anni dalla morte, le foto mai pubblicate

Poco prima che Marilyn morisse nella sua villa di Beverly Hills, Cosmopolitan assegnò al fotografo George Barris il compito di fotografarla in giro per Los Angeles. Ne sono risultati alcuni scatti meravigliosi.

12 condivisioni 2 commenti

Era il 5 agosto 1962 quando il mito di splendore e bellezza di Marilyn Monroe si spezzò.

La diva venne trovata morta nella sua camera, nella villa di Beverly Hills. Secondo le ricostruzioni ufficiali, Marilyn prese un'overdose di farmaci. La dose letale consisteva in 47 pasticche di pentobarbital, assunte insieme a idrato di cloralio.

Lo shooting di George Barris prima che Marilyn morisse

La morte della stella non è mai stata chiarita fino in fondo ma, mentre si affastellano tuttora - 55 anni dopo il presunto suicidio - ipotesi, illazioni e teorie di complotti, non tutti sanno che qualcuno riuscì a "catturare" Marilyn a giugno, poco prima che morisse, in una serie di scatti incantati, avvenuti sullo sfondo di una Los Angeles tardoprimaverile.

Il fotografo newyorchese George Barris, che era abituato a immortalare le dive, venne incaricato da Cosmopolitan di realizzare alcuni scatti alla Monroe nella cornice multiforme losangelina, tra strade e colline.

George Barris e Marilyn Monroe nel 1962HDAlchetron
George Barris con Marilyn Monroe

Era giugno e Marilyn si sarebbe spenta ad agosto. Lo shooting di Barris consisteva in 150 scatti, di cui 22 sono rimasti inediti fino ad ora

Le foto mostrano una Marilyn in bikini o in tacchi mentre attraversa la spiaggia o beve un drink sul divano. Le 22 inedite hanno visto la luce solo ora, 55 anni dopo, in occasione di un'asta organizzata su Paddle8.

La raccolta ha rispolverato oggetti antichi e reperti preziosissimi come una foto di Norma (il vero nome di Marilyn) a 8 anni in divisa scolastica o altri momenti privati della diva, fermati per caso su una pellicola.

I 22 scatti inediti di Barris

Cosa non abbiamo visto per 55 anni di Marilyn? Quali momenti di Marilyn hanno visto la luce solo ora?

Nelle 22 immagini di The Last Photoshoot di Barris vediamo una Marilyn 36enne con un sorriso luminoso, la chioma platino e un abito a maniche lunghe mentre tiene in mano un Margarita.

La riscopriamo in spiaggia, libera e leggera, avvolta solo in un asciugamano, in bikini senape tra le onde o seduta sulla sabbia e coperta da un maglione per attutire le ultime ondate di freddo che precedono l'estate.

La vediamo in macchina, mentre sfreccia tra le strade che costituiscono il mito della Hollywood classica e splendente. La rivediamo in casa, in camicia e pantaloni bianchi, mentre si fa sistemare i capelli con alle spalle la libreria.

La spiamo sdraiata sul divano, seduta contro una vetrata con aria assorta e senza scarpe, o concentrata sul proprio cocktail.

George Barris ha colto una Marilyn quotidiana, tra casa e spiaggia, tra rituali di bellezza, alcolici e giri in macchina, ma soprattutto ne ha fermato l'incanto. A 36 anni, Marilyn è ancora una bambina dallo spirito naïf e i desideri impalpabili.

Il mito di Marilyn

Con un'overdose di farmaci, Marilyn ha calato un velo su se stessa ma non è passata attraverso la coltre della "dimenticabilità".

La ricordano tutti, soave e incantata, anche 55 anni dopo la sua morte.

Marilyn Monroe in primo piano con una collana sul visoHDGetty Images
Marilyn Monroe, mito senza tempo

Tutto è corruttibile, tutto è destinato a deteriorarsi: succede in frigorifero, come nei cimiteri. Ma il mito di Marilyn è completamente impermeabile al tempo e, anzi, si arricchisce progressivamente di sfumature di fiaba. Come un'icona postmoderna, capace di replicarsi attraverso le generazioni, desiderabile, bionda e svampita, Marilyn è un simbolo forte di bellezza.

Riplasmata da Andy Warhol come (s)oggetto pop, ha attraversato gli anni '80 con le citazioni di Madonna, mentre dai '90 ai 2000 è riesplosa come racconto senza tempo nella generazione dei Millennial. La sua bellezza è sempre stata legata alla sua fragilità, alla sua ingenuità e al suo fascino unico.

Marilyn Monroe sulla spiaggiaHDGetty Images
Marilyn Monroe è una vera icona

Solo una donna come Marilyn poteva cantare "I diamanti sono i migliori amici delle ragazze" mantenendo la propria anima sensibile.

E George Barris, quest'anima, sembra proprio averla trovata.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.