Stai leggendo: Tom Hardy e le favole della buonanotte in TV: l'ultima sarà l'addio al suo adorato cane

Prossimo articolo: Jeffrey Dean Morgan di The Good Wife e The Walking Dead si commuove parlando dell'amata Bisou

Letto: {{progress}}

Tom Hardy e le favole della buonanotte in TV: l'ultima sarà l'addio al suo adorato cane

La favola parlerà dell'amicizia stretta tra un bambino ed il suo amato animale domestico.

Tom Hardy con il suo amato Woody

11 condivisioni 3 commenti

Tom Hardy torna a leggere una favola della buonanotte sulla rete televisiva inglese Cbeebies, canale pensato per insegnare ai bambini in maniera divertente. Hardy ha già prestato le sue doti di attore in altre tre occasioni su questa rete: a maggio con la favola Odd Dog Out, a marzo, con la storia There's a Bear on my Chair (C'è un orso sulla mia sedia), e soprattutto You Must Bring a Hat (Devi portare il cappello) lo scorso Capodanno e The Cloudspotter (l'osservatore di nuvole) il giorno di San Valentino, sempre con il suo cane Woodstock - Woody - al fianco. Il prossimo 26 agosto (che in UK sarà il National Dog Day) tornerà per l'ultima Bedtime Story (favola della buonanotte, appunto) e stavolta dedicherà proprio all'adorato Woody la storia intitolata Fleabag, scritta da Helen Stephens, che racconta l'amicizia tra un bambino ed il suo cane.

Woody è morto lo scorso giugno, ed è stata una perdita dolorosisima per l'attore, il quale ha voluto dedicare al cane un video e una lettera molto commoventi. Il video, un tributo di 9 minuti che straborda d'amore, si intitola:

Carissimo Woody Woodstock Yamaduki Hardy da Peachtree, Georgia. Luce della mia vita.

La lettera che accompagna le immagini è un lungo flusso di coscienza in cui l'attore ricorda la notte in cui si imbattè nel cucciolo, abbandonato in strada a soli 11 settimane di vita, per poi ripercorrere la loro storia insieme.

Vidi per la prima volta Woodstock che correva in mezzo al casello autostradale dove eravamo in una notte buia a Peachtree, vicino ad Atlanta in Georgia. Mentre giravamo Lawless. Era un randagio. Di 11 settimane. Oh no abbiamo pensato. Sbrigati, andiamo a prendere quel cane, non ero nemmeno sicuro che fosse un cane. Davvero. Fermammo la macchina. Era completamente buio. Ho usato il cellulare per far luce in caso una macchina arrivasse al casello e non mi vedesse. E mi investisse. E ho provato ad andargli dietro ma era veloce. Ho visto questa cosa che correva verso l'autostrada nel buio pesto... questo cane ne ha avuto abbastanza, ho pensato... non vedevo altro che le orecchie che sventolavano sopra un fagotto frenetico. Che sfrecciava via da noi verso un destino certo.

L'attore ha continuato:

Qualunque cosa fosse non conosceva la strada e stava scappando. Ho avuto paura perchè non potevo aiutarlo, non aveva un nome che potessi gridare ed ora era vicino all'autostrada. Mi misi le dita in bocca e fischiai. Più forte che potei. Il fischio ha perforato il buio. Ed ha immobilizzato il cane. Poi si è girato e ha puntato gli occhi su di me... e ha deciso di correre dritto verso di me nel buio, era tutto un baluginare di denti e grugniti e latrati. Cazzo questo non è un cane, ho pensato... pensavo mi avrebbe morso... Ho allungato una mano aspettandomi di trovare i suoi denti e ho afferrato una manciata di pelo morbido, l'ho sollevato, era leggerissimo, l'ho illuminato col cellulare. Era un fagottino piccolo... con due grandi occhi marroni che guardavano dritto nei miei. Terrorizzato e completamente silenzioso.

E pensare che da quel momento Woody è diventato un compagno inseparabile per Hardy, che lo ha portato con sé a talk show e red carpet, come quando al London Film Fest, per l'anteprima di Legend.

L'attore Tom Hardy ed il cane WoodyHDCorbis Splash
Tom Hardy portò con sé Woody sul red carpet della premiere londinese di Legend, e poi anche all'afterparty.

Tom Hardy è sempre stato un fervente amante dei cani, e più di una volta ha detto di preferirli alle persone. Qualche tempo fa Tom e Woody sono diventati testimonial di una campagna di sensibilizzazione all'adozione di cani promossa dall'ente di protezione degli animali Peta.

Tom Hardy insieme al cane Woody testimonial per PetaPeta
"Trova il tuo più grande fan al canile locale"

Lui stesso, in un'intervista rilasciata durante la promozione del film Chi è senza colpa del 2014, dove compariva un altro esemplare, ha ammesso che non riesce a stare lontano dai cani e volersene prendere cura.

Sono il trovatore di cani, sai cosa intendo. Mia moglie mi dice tipo: 'Non ti permetto di riportare a casa un altro cane dal prossimo ingaggio', ma ne trovo sempre uno. Qualsiasi progetto faccia, o trovo il cane di qualcuno e me ne prendo cura, o mi porto il mio, o ne trovo uno e gli diamo una casa. Trovo i cani. Ne ho portato a casa uno da Brooklyn, infatti, da questo film. Ho trovato un cane lì. Ecco tutto. Ora ne ho due a casa. Non posso averne altri al momento. E a dirla tutta, due sono un bell'impegno. Ma amo i cani. Cioè, TANTO. Sono i miei animali preferiti. In assoluto.

La rete è piena di testimonianze di questo enorme amore che Tom Hardy per i cani, e dell'incredibile legame che aveva con Woody. Le puntate delle Bedtime Stories andate in onda a partire dallo scorso Capodanno sono state registrate tutte l'anno scorso, quindi Woody comparirà anche nella prossima, l'ultima, per questo l'attore ha pensato fosse giusto dedicarla al suo compagno di avventure, che come ha detto lui stesso nella lettera d'addio:

Era un fulgido esempio di migliore amico dell'uomo. Le nostre anime saranno intrecciate per sempre.

Anche per noi è stato bello vedere questo incredibile rapporto, e molti di noi sanno cosa significhi perdere un amico del genere, impossibile dunque non commuoversi di fronte a tanto amore.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.