Stai leggendo: Nei film americani le minoranze sono ancora invisibili, rivela uno studio

Prossimo articolo: Il sessismo a Hollywood: da Thandie Newton a Emma Stone, le denunce di alcune star

Letto: {{progress}}

Nei film americani le minoranze sono ancora invisibili, rivela uno studio

A Hollywood sono poco attenti alle minoranze etniche, ai disabili e al mondo LGBT: sono questi i risultati dell'analisi sui film prodotti tra il 2007 e il 2016.

Dr. Stacy L. Smith

2 condivisioni 0 commenti

I film hollywoodiani non sembrano al passo con i tempi in materia di diversità e di inclusione sociale. È stata appena pubblicata una ricerca che analizza 900 film prodotti tra il 2007 e il 2016. La ricerca è stata condotta dalla Dr. Stacy L. Smith per la University of Southern California. Secondo la ricerca, le donne e gli uomini bianchi dominano nei film con una percentuale che si aggira sul 70,8%, dato che sembrerebbe confermare tutte le accuse di whitewashing contro le grandi case di produzione americane.

Questa percentuale è il risultato di un’analisi condotta su 100 film del 2016, nei quali era presente il 13,6% di personaggi di colore, il 5,7% di personaggi asiatici e il 3,1% di personaggi ispanici. Nonostante la notevole presenza di ispanici negli Stati Uniti, sono proprio loro la comunità etnica meno rappresentata al cinema. In realtà, la situazione non è mutata molto nel corso dei nove anni analizzati, come dimostra la tabella qui sotto.

Studio differenza di genere film Hollywood 2007-2016Dr. Stacy L. Smith

Hollywood dà scarsissima visibilità anche ai disabili. Nel 2016, solo 124 personaggi erano portatori di una disabilità (2,7%). La percentuale è ancora inferiore nel 2015, in cui i personaggi disabili sono risultati solo 105. 

Nei 100 film del 2016 analizzati compaiono migliaia di personaggi (4,544). Ebbene, solo 51 di questi appartengono al mondo LGBT. In particolare, 36 sono gay (70,6%), 9 lesbiche (17,6&) e 6 bisessuali (11,8%). In nessuno dei 100 film analizzati sono presenti personaggi transgender.

Tabella Studio diversità di genere cinema americano 2007-2016Dr. Stacy L. Smith

La stessa disparità si può riscontrare anche tra personaggi maschili e personaggi femminili. Gli uomini dominano anche nel cinema. Le percentuali non sono molto cambiate nei nove anni analizzati. Dal 2007 al 20016 è stato riscontato un incremento di appena 1,5%. Nei 100 film del 2016, per esempio, il 31,4% dei personaggi sono donne contro il 68,6% di personaggi maschili. Le percentuali sono nettamente diverse se si considerano altri aspetti riguardanti l’attrattiva sessuale. La percentuale di personaggi mostrati parzialmente o totalmente nudi è pari al 25,6% per le donne e al 9,2% per gli uomini.

L'attrice e regista Angelina JolieHD
Angelina Jolie

Le cose non diventano diverse quando si esce dallo schermo e ci si aggira sui set tra gli addetti ai lavori. Durante i 9 anni analizzati, ci sono state solo 34 registe donna con una proporzione di 23 registi maschi per ogni regista donna (tra cui notissime attrici come Angelina Jolie, Elizabeth Banks e Jodie Foster). Le percentuali salgono un pochino quando si parla di sceneggiatrici e produttrici. Nel 2016, si registra un 13,2% di sceneggiatrici donna e un 20,7% di produttrici donna. I dati, però, diventano nuovamente negativi quando ci si riferisce ai compositori. Nei 900 film analizzati hanno lavorato solo 14 compositrici donna, con una proporzione di 70,3 compositori maschi per ogni compositrice donna. Tra gli addetti ai lavori si verifica, inoltre, la stessa disparità etnica esistente tra i personaggi cinematografici. Nel 2016 i set sono stati diretti da 120 registi e solo 7 erano di colore (5,8%), tra cui Denzel Washington e Barry Jenkins (Moonlight). 

E tu cosa ne pensi: le cose potrebbe cambiare nei prossimi anni?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.