Stai leggendo: Femminismo sì, patriarcato no: come Blake Lively e Ryan Reynolds crescono le figlie

Letto: {{progress}}

Femminismo sì, patriarcato no: come Blake Lively e Ryan Reynolds crescono le figlie

Blake Lively ha affermato che l’educazione delle sue figlie, James e Inez, ha un’impronta decisamente girl power.

Blake Lively e Ryan Reynolds

1 condivisione 1 commento

In una recente intervista rilasciata a Glamour, Blake Lively ha fatto alcune dichiarazioni sull’educazione e gli insegnamenti e che lei e suo marito Ryan Reynolds cercano di dare alle loro figlie James e Inez.

...well this made my night. Thank you @sophieandlili 💖💖💖

A post shared by Blake Lively (@blakelively) on

La coppia, racconta Blake, è infatti molto attenta al linguaggio da usare in presenza delle piccole - che hanno rispettivamente due e un anno - e tenta sempre di non utilizzare termini riferibili a dettami patriarcali e anacronistici, in modo da incoraggiarle a sentirsi già future donne sicure e coraggiose.

La famiglia Reynolds al completoHD Matt Winkelmeyer

Ad essere particolarmente accorto alle parole pronunciate in presenza delle bambine, è proprio il maschio di casa Ryan che - ad esempio - molto spesso sgrida la moglie quando usa il termine “bossy” per sottolineare quanto le sue piccole siano prepotenti perché se un bambino maschio venisse aggettivato nello stesso modo sarebbe un complimento. Ed effettivamente, ha ammesso Blake:

Usare il termine "bossy" con una connotazione negativa non le incoraggia a diventare delle ‘boss’.

James e Inez sono anche le protagoniste assolute di esilaranti status su Twitter di papà Ryan che molto spesso condivide con i suoi follower le avventure delle sue bimbe, le quali sembrano avere già dei gusti alquanto bizzarri:

Mia figlia si esalta guardando i film Disney. Adora il fatto che tutti cantino ballino e le parti in cui i genitori muoiono.

Blake, dal canto suo, è molto felice che Ryan renda pubblici tali aneddoti perché in questo modo dimostra di essere davvero fiero delle sue bambine:

Lo amo così tanto quando scrive quelle cose. O meglio: lo amo per la maggior parte del tempo, ma specialmente quando scrive quelle cose.

Cosa ne pensate delle parole e del metodo educativo di mamma Blake Lively e papà Ryan Reynolds?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.