Stai leggendo: George Clooney querela la rivista Voici per le foto rubate dei gemelli

Prossimo articolo: Taylor Swift svela il nome del suo nuovo album: Reputation

Letto: {{progress}}

George Clooney querela la rivista Voici per le foto rubate dei gemelli

Il magazine francese Voici pagherà in tribunale le conseguenze di aver divulgato alcune foto di Ella e Alexander, i gemellini di George Clooney e Amal Alamuddin.

George Clooney e Amal Alamuddin

1 condivisione 0 commenti

George Clooney non è mai stato così furioso.

Come riportato dal DailyMail, l'attore 56enne ha annunciato con un lapidario comunicato di aver deciso di querelare la rivista francese Voici. Il magazine francese, infatti, qualche giorno fa ha pubblicato degli scatti (rigorosamente rubati) che ritraggono George e Amal con i loro bambini, nell'intimità della villa di Como della coppia.

Per Clooney - che presenterà a Venezia 74 il suo nuovo film da regista, Suburbicon - e sua moglie questa è una violazione della privacy assolutamente perseguibile per legge.

La scorsa settimana, i fotografi di Voici hanno scavalcato le nostre recinzioni, si sono arrampicati sugli alberi e hanno scattato delle foto dei nostri bambini dentro casa. Siate certi che fotografi, agenzia fotografica e rivista saranno portati in tribunale. La sicurezza dei nostri figli lo richiede.

Di tutta risposta, un portavoce di Voici ha asserito che le foto pubblicate sulla rivista sono di interesse pubblico e che non mettono assolutamente in pericolo nè i genitori nè i piccoli.

Amal Alamuddin e George ClooneyHD

Amal e George - che speravano di trascorrere delle vacanze rilassanti in Italia - hanno investito circa 3 milioni di dollari per garantire la massima riservatezza ai loro figli incrementando le misure di sicurezza nella loro villa nel Berkshire con più bodyguard, particolari sensori di movimento e telecamere.

Purtroppo, non pensavano che fosse necessario fare altrettanto con la loro tenuta estiva sul lago di Como.

Un adirato George ClooneyHD

Come andrà a finire?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.