Stai leggendo: Amy Winehouse, 6 anni fa moriva un grande talento

Prossimo articolo: È morto Chester Bennington dei Linkin Park

Letto: {{progress}}

Amy Winehouse, 6 anni fa moriva un grande talento

Nel 2011 moriva Amy Winehouse, uno dei più grandi talenti che la musica abbia conosciuto negli ultimi decenni. Con i suoi eccessi, un'incredibile vocalità e le tante debolezze che l'hanno contraddistinta, sarà impossibile dimenticarla.

Primo piano di Amy Winehouse

17 condivisioni 8 commenti

Amy Winehouse era un'anima fragile, dalla voce potente ma straziata.

La sua morte - Amy è scomparsa prematuramente il 23 luglio 2011 - ha lasciato sgomenti fan, famigliari e addetti ai lavori del mondo della musica. Si poteva fare di più? Amy Winehouse poteva essere salvata?

Da anni vittima di droghe e alcool, oltre che di seri disturbi alimentari, la cantante di Back To Black è stata travolta da un successo incredibile che, purtroppo, ha finito per farla soccombere sotto il peso delle sue insicurezze.

Sfortunatamente entrata a far parte del maledetto Club 27 - la cerchia di star della musica che sono malauguratamente morte a 27 anni - Amy Winehouse è deceduta presumibilmente per uno shock causato dall'abuso di alcool dopo un periodo di astinenza.

Chi era Amy Winehouse, gli esordi e la fama mondiale

Nata in Inghilterra, a Enfield, nel 1983, Amy Winehouse ha sempre avuto una passione smisurata per la musica.

La prima chitarra le fu regalata a 13 anni dai suoi genitori - madre farmacista e padre tassista, entrambi di religione ebraica e divorziati - e nel 1999, a soli 16 anni, Amy entrò nella National Youth Jazz Orchestra.

Amy Winehouse agli esordiHD

Proprio a quel periodo risale il suo debutto come cantante professionista, ma è stato nel 2002 che la Winehouse ha firmato il suo primo contratto discografico, con la Island/Universal. Il suo primo album, Frank - interamente scritto da lei salvo che per due cover e dalla forte impronta jazz - venne pubblicato l'anno seguente, riscuotendo innumerevoli critiche positive e vincendo 2 dischi di platino.

Amy Winehouse ai tempi di Black To BlackHD

Nel 2006 uscì Back To Black, anticipato dal singolo Rehab, una hit mondiale. I singoli successivi - tra cui Love Is A Losing Game e Tears Dry On Their Own - non fecero altro che accrescere la popolarità di Amy, che nel 2008 vinse ben 5 Grammy Awards.

Il matrimonio con Blake Fielder e il declino

Molti sostengono che i primi approcci con le droghe pesanti di Amy Winehouse - tra cui il crack, di cui lei stessa ha confessato di aver abusato spesso - siano da ricollegare al suo incontro con il musicista Blake Fielder.

I due hanno avuto una burrascosa relazione e si sono sposati nel 2007.

Amy Winehouse e Blake FielderHD

Amy e Blake vivevano in un mondo tutto loro, fatto di dipendenza - prima su tutte quella che li legava l'uno all'altra - sballo e autolesionismo. Un amore malato, il loro, che li ha portati al divorzio nel 2009.

Nel periodo immediatamente successivo alla rottura da Fielder, Amy visse una sorta di rinascita, destinata però a durare poco.

Nel 2011 la cantante si presentò visibilmente ubriaca e in stato confusionale davanti al pubblico di Belgrado, dove si trovava per il suo nuovo tour. Le date successive vennero tutte cancellate e le immagini della Winehouse alla deriva fecero il giro del mondo, date in pasto al popolo del web.

La dipendenza dall'alcool di Amy Winehouse ha contribuito ad ucciderlaHD

Era il 18 giugno quando Amy si mostrò fragile e disorientata come non mai in Serbia: poco più di un mese dopo morì.

Il terzo album della cantante, Lioness: Hidden Treasures, è stato pubblicato postumo il dicembre successivo alla sua scomparsa.

Tutti gli eventi e le iniziative per ricordarla

In occasione del sesto anniversario della morte di Amy Winehouse, sono stati tanti gli eventi promossi per ricordarla e onorarne la memoria.

Ieri, 23 luglio, è andato in onda su Rai 4 il documentario Amy - The Girl Behind del regista Asif Kapadia. Chi se lo fosse perso, può rivederlo in streaming a questo link.

VH1, canale 67 del digitale terrestre, ha dedicato un'intera serata alla cantante dando vita alla #VHI1AmyNight. Per ricordare l'artista è stato ritrasmesso il suo concerto alla Porchester Hall di Londra, registrato nel 2007 poco dopo il trionfo ai Brit Awards.

Un intenso scatto di Amy WinehouseHD

Infine, il noto brand fashion Fred Perry ha realizzato una particolare capsule collection di t-shirt ispirata ad Amy Winehouse, in collaborazione con la fondazione a lei dedicata.

Le t-shirt Fred Perry per Amy Winehouse FoundationHDFred Perry

L'artista britannico Pegasus e la casa di moda si propongono di custodire il ricordo di Amy attraverso il suo stile, un po' rock e un po' pin-up Old School.

L'icona Amy Winehouse vivrà per sempre.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.