Stai leggendo: Francesca Michielin ritorna con Vulcano: testo e video

Prossimo articolo: Kesha, nuovi album e singolo: video, testo e traduzione di Praying

Letto: {{progress}}

Francesca Michielin ritorna con Vulcano: testo e video

Esce oggi Vulcano, il nuovo sorprendente singolo di Francesca Michielin, accompagnato da un video affascinante girato a Berlino.

0 condivisioni 0 commenti

Francesca Michielin è tornata e ci stupisce più del previsto. Il suo nuovo singolo Vulcano, oggi in radio e su tutte le piattaforme, segna infatti un passo in avanti nella crescita della giovane artista, sia dal punto di vista musicale che personale.

Si va da un testo scritto a regola d'arte, in cui si gioca con la lettera V (di Vulcano) e al tempo stesso si dà spazio a un racconto molto personale di Francesca, che parla senza filtri di quel mix di vertigini e paure, voglie e passioni che fanno parte della sua vita di ventiduenne.

#Vulcano fuori ovunque. E il video è da ORA su @vevo_it 🌋🌋🌋🌋🌋🌋🌋

A post shared by Francesca Michielin 🌋✨ (@francesca_michielin) on

C'è poi il sound, decisamente più sperimentale, dove la melodia pop si contamina piacevolmente con elementi elettronici ed urban.

Da non dimenticare il video, uscito solo da poche ore ma che ha già superato le quattordici mila visualizzazioni. Quest'ultimo è firmato da Giacomo Triglia (che ha già collaborato diverse volte con Francesca) ed è ambientato in un'affascinante Berlino notturna, che ti fa entrare ancor meglio nel mood del pezzo.

V come (sempre più) Vicino

A post shared by Francesca Michielin 🌋✨ (@francesca_michielin) on

Che dire: se questo è solo il primo assaggio del nuovo album di Francesca (in uscita il prossimo autunno), c'è da aspettarsi davvero un gran bel lavoro.

Il testo di Vulcano:

V come vulcano, fra mille altre cose
come la volontà di camminare vicino al fuoco
e capire se è vero questo cuore che pulsa
se senti sul serio oppure è vanità

V come vulcano e mille altre cose
come il volume che si alza e contiene il mare
e capire se vale scottarsi davvero
o non fare sul serio, fare sul serio

Corro di notte lampioni le stelle
c’è il bar dell’indiano, profuma di te
grido più forte mi perdo nell’alba
sei in tutte le cose in tutte le cose esplode
la vertigine che ho di te, la vertigine che ho di te

V come vulcano e mille altre cose
la paura di vagare per troppo tempo a vuoto
e capire se è vivo questo cuore che vibra
può viaggiare davvero, viaggiare davvero

Corro di notte lampioni le stelle
c’è il bar dell’indiano, profuma di te
grido più forte mi perdo nell’alba
sei in tutte le cose in tutte le cose esplode
la vertigine che ho di te, la vertigine che ho di te
la vertigine che ho di te…

Mi sposto mi fermo il semaforo in centro è già spento da un’ora
tu starai dormendo, è bello sentire anche qui
la vertigine che ho di te, la vertigine che ho di te

Corro di notte lampioni le stelle
c’è il bar dell’indiano, profuma di te
grido più forte mi perdo nell’alba
sei in tutte le cose, in tutte le cose esplode
la vertigine che ho di te, la vertigine che ho di te
la vertigine che ho di te

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.