Stai leggendo: Scandal 6 episodio 13: La scatola, recensione

Prossimo articolo: Scandal 6 episodio 12: Pietà, recensione

Letto: {{progress}}

Scandal 6 episodio 13: La scatola, recensione

L’America sotto attacco nell’episodio 13 della sesta stagione di Scandal.

1 condivisione 0 commenti

Nell’ultimo episodio di Scandal, Pietà, Mellie aveva deciso che avrebbe combattuto contro Peus e la sua organizzazione e che non avrebbe ceduto al suo volere.

La prima mossa che la Presidente eletta ha fatto contro Theodore è stata quella di scegliere Luna Vargas come suo vice, cosa che non è piaciuta al misterioso ricattatore che nella 13esima puntata di Scandal 6, La scatola, non perde tempo e fa la sua contromossa.

L’episodio si apre con la notizia che una serie di droni stanno volando sul cielo di nove città degli Stati Uniti, pronti ad esplodere.

Bellamy Young in ScandalHDABC

Nonostante il pericolo e l’attivazione delle prime bombe che mietono moltissime vittime, il Presidente Grant decide di non cedere ai ricatti di Peus e tenta in ogni modo localizzare il punto da cui i droni armati vengono gestiti

Non cederò al volere di un gruppo di terroristi.

Le paure di Commando

La villain di Scandal 6HDABC

Dopo aver tentato in ogni modo di far confessare il braccio destro di Theodore (che ora si fa chiamare Samantha) arrivando anche a mentirle sul fatto di aver catturato Peus per proporle un accordo d’immunità che Rosen fa saltare, Grant e Olivia tentano in tutti i modi di farsi aiutare da Eli.

Quella donna ama i gatti e odia la democrazia.

Eppure il padre di Liv non vuole saperne nulla, convinto che non ci sia più niente da fare:

Loro vincono, noi perdiamo.

Il motivo per il quale il feroce Commando è così spaventato dall’organizzazione che sta mettendo in ginocchio l’America viene in parte scoperto proprio da sua figlia, grazie a una serie di fatture fornitegli da David e da alcuni video provenienti dall’ufficio di Eli.

Come confessa durante l'episodio lo stesso Rowan a Grant: per tutto il periodo in cui è stato ricattato da Peus, l'uomo ha ricevuto a giorni alterni pacchi contenenti un mattone del peso di 4 o 5 chili, esattamente quello di una testa umana, con la minaccia che un giorno all’altro in quel pacco avrebbe potuto trovare Olivia.

Sono solo un padre che non riesce a proteggere la figlia.

Il piano di Eli

Una scena di Scandal 6x13HDABC

A seguito di un lungo incontro con Fitz, Commando alla fine cede e, senza dire nulla a Liv, mette in atto un piano in cui sembra che stia liberando Samantha ma che alla fine si scoprirà essere solo una manovra per farsi portare direttamente da Theodore.

Da perfetto combattente Rowan riesce a uccidere i due terroristi burattinai e a salvare gli Stati Uniti, almeno per ora.

Tra azione e sentimento

In questa stagione del political drama il personaggio di Commando sta regalando momenti davvero bellissimi e intensi agli spettatori.

Descritto da sempre come un manipolatore senza scrupoli, Eli è completamente cambiato arrivando a essere una vittima, prima, e a ritrasformarsi in carnefice, poi, con l’unico scopo di salvare sua figlia.

L'episodio 13 di Scandal 6 sembra chiudere definitivamente, grazie all’amore e al coraggio di un padre, la storyline orizzontale di questo atto del political drama, ma alla fine di questa stagione manca ancora qualche puntata e la domanda da porsi è solo una, conoscendo le dinamiche dello show: Theodore e Samantha agivano da soli o c’è qualcuno ancora da dover sconfiggere per salvare definitivamente la democrazia?

La stagione 6 di Scandal va in onda ogni martedì alle 21,00 su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.