Stai leggendo: Jane Austen: l'omaggio (sbagliato) sulla banconota da 10 sterline

Prossimo articolo: Anniversario Jane Austen. Ricordiamola con le sue frasi più belle

Letto: {{progress}}

Jane Austen: l'omaggio (sbagliato) sulla banconota da 10 sterline

Non c'è cosa peggiore di una citazione fuori contesto ed è proprio quello che è capitato sulla banconota da 10 sterline dedicata a Jane Austen.

La banconota da 10 sterline dedicata a Jane Austen

0 condivisioni 0 commenti

È una delle scrittrici più amate in tutto il mondo, tanto amata da finire su una banconota da 10 sterline.

Jane Austen, autrice del classico letterario Orgoglio e Pregiudizio, a duecento anni dalla sua morte è stata omaggiata con una banconota in suo onore che, purtroppo, ha riportato una citazione controversa.

Se c’è una cosa che i lettori non perdonano, è la scelta di una citazione presa fuori dal proprio contesto.

Sulla banconota da 10 sterline, elaborata dalla Banca d'Inghilterra, è presente una citazione sotto il ritratto della scrittrice che recita:

Dichiaro che dopo tutto non c'è maggiore gioia che leggere un libro.

All’occhio di una persona grammaticalmente istruita, la frase non presenta alcun errore mentre, per i lettori di Jane Austen, l’errore è ben evidente e adesso vi spieghiamo il perché.

L’errore sulla banconota di Jane Austen

La citazione riportata poco prima è stata pronunciata in Orgoglio e Pregiudizio da Caroline Bingley, rivale per eccellenza dell’eroina Elizabeth Benneth. La Bingley ha utilizzato tale citazione in modo ironico e civettuolo, poiché intenzionata a conquistare il cuore del tenebroso Mr. Darcy.

Non avendo fatto breccia nel cuore dell’uomo in questione, Caroline Bingley ha poi calato la maschera di finto perbenismo e ammesso:

Comunque prima o poi non c'è nulla che venga a noia come un libro.

La dichiarazione impressa sulla banconota, presa al di fuori del proprio contesto, avrebbe tranquillamente funzionato per qualunque appassionato di letteratura. Ma, per un lettore devoto a Jane Austen, la scelta di questa citazione è sembrata forzata e fuori luogo, poiché la battuta di Caroline Bingley è chiaramente intrisa di sarcasmo.

A quanto pare i banchieri della Old Lady di Threadneedle Street non sono grandi fanatici della scrittrice inglese la quale, dopo duecento anni dalla sua morte, continua a intrattenere una grande fetta del pubblico femminile (e non) in tutto il mondo con le sue storie d’amore.

La nuova banconota da 10 ha sostituito il volto di Charles Darwin con quello di Jane Austen ed entrerà in uso il 14 settembre.

La gaffe sarà perdonata?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.