Stai leggendo: I 4 miracoli che la calma porta nella tua vita di mamma

Prossimo articolo: Perché l'imposizione su tuo figlio genera trasgressione e conflitti?

Letto: {{progress}}

I 4 miracoli che la calma porta nella tua vita di mamma

Come evitare che emozioni, insicurezze e paure prendano il sopravvento e ti tolgano ogni forma di potere decisionale.

mamma che si mette le mani nei capelli e bimbi agitati

2 condivisioni 1 commento

Non c'è mai abbastanza tempo.

Il lavoro ci richiede troppe energie, la vita di oggi è una lotta continua, per stare al passo con gli altri devi mantenerti dentro standard impossibili, è tutto molto più difficile di una volta, i bambini di oggi non sono più come quelli di ieri e ti fanno impazzire perché non sai come trattarli e come gestirli...

Queste caratteristiche sono diventate un'abitudine verso la quale siamo ormai immuni. Viviamo in questo stato di ansia e tensione e ci siamo convinti che sia la normalità.

Per questo continuiamo a subirle in silenzio, ci sottomettiamo a loro, ci convinciamo di essere noi quelli sbagliati perché non riusciamo a essere sempre in linea con gli standard esteriori o con quelli che il nostro giudice interiore ci vorrebbe imporre (e spesso ci riesce).

La genitorialità è diventata una guerra

mamma arrabbiataHD

Affrontiamo la vita genitoriale non con la saggezza del marinaio ma con la meccanicità del soldato.

Il marinaio guida la sua nave, tiene saldamente il timone e solca i mari senza mai dimenticarsi che deve tenere conto della forza delle onde e degli umori dei venti, deve essere tenace e nello stesso tempo imparare a danzare con le onde, plasmarsi a seconda del soffiare dei venti.

Il soldato invece viene programmato per eseguire degli ordini, e messo sotto pressione, magari diventa anche un po' frustrato per tutti questi automatismi e poi combatte, lotta e spesso non può permettersi di pensare.

Un genitore mi ha scritto e ci è parso proprio rispecchiare questo stato d'animo di "lotta per la sopravvivenza" che è diventato così comune:

Dove e come il genitore stressato si tiene pronto nel momento del conflitto, per avere la forza d'animo di fare cose giuste?

Chi l'avrebbe mai immaginato che noi, razza umana in teoria più evoluta, avremmo iniziato a vivere il dono della genitorialità (di qualsiasi forma essa sia, genitori di pancia, genitori “di cuore” adottivi o in affido, nonni, insegnanti, tate, educatori, ecc.) come una guerra!

Come chi si deve tenere pronto per il momento del conflitto, come chi deve reggere lo stress e avere la forza d'animo necessaria...

Il dono di calmare la mente

La mente è uno dei nostri alleati migliori ma, se non sai come utilizzarla, può diventare uno dei tuoi nemici più sanguinari.

La capacità di pensare, riflettere, ricordare è una facoltà superiore utilissima e indispensabile, senza la quale non potremmo far evolvere noi stessi e i nostri progetti, non potremmo realizzare i nostri desideri.

Soltanto che questo prezioso aiutante deve saper rimanere al suo posto, deve collaborare senza invadere troppo il nostro territorio.

E invece abbiamo lasciato che queste capacità prendessero il sopravvento senza nessun limite e in maniera incontrollata, tanto che oggi affoghiamo nei pensieri ossessivi, e non solo.

Siamo in balia di elucubrazioni costanti e continue sul passato e sul futuro, su quello che dobbiamo fare o non dobbiamo fare, sulle paure e le ansie che abbiamo, tanto da dimenticarci totalmente che l'unico momento importante è l'adesso.

Ci dimentichiamo che le uniche cose che davvero contano sono quelle che abbiamo in questo momento, la situazione che stiamo vivendo e quello che sentiamo in proposito.

È a questo che servono i pensieri: vivere e elaborare il momento presente.

Se vuoi prenderti più momenti per pensare al tuo futuro, bene: decidilo, siediti, pensa al futuro, poniti obiettivi, scriviti delle scalette, delle strategie e delle tempistiche, affina i tuoi progetti ma poi posa la penna, fai un bel respiro profondo e torna al presente.

Come perdiamo forza e ci lasciamo travolgere dalle paure

Se la tua mente è calma, sei più rilassato, più lucido e puoi formulare molto meglio le tue decisioni, ascoltare molto meglio le tue intuizioni e i tuoi sentimenti (anche quelli dell'altro e quindi anche molto meglio quelli di tuo figlio!).

Se invece lasci che le preoccupazioni invadano i tuoi spazi, allora dopo poco arriverà anche il loro seguito fatto di ansia, stress, confusione, stanchezza, perdita del controllo, dubbi.

Tutte queste tensioni negative ti tolgono forza, ti strappano via tutte le risorse che hai e ti sottraggono ogni forma di potere decisionale.

Da questo punto in poi le emozioni, le paure, gli altri e gli eventi inizieranno a decidere per te.

E sarai tu ad averglielo involontariamente permesso. La mente calma è invece un'abitudine così preziosa!

Mentre siamo presi dalle varie faccende e dalla gestione dei bambini (difficilmente, lo sai bene, possiamo occuparci dei figli mentre facciamo solo quello, ma nella vita la maggior parte delle volte, a parte qualche raro momento idilliaco, ci occupiamo dei figli e intanto lavoriamo, guidiamo l'auto, facciamo la spesa, cuciniamo, rifacciamo i letti, ripariamo il lavandino, ecc.), la calma e l'agitazione assumono sempre e inesorabilmente un ruolo chiave.

Lo puoi verificare tu stesso, come probabilmente avrai già fatto milioni di volte: la calma ti predispone alla gentilezza, all'amore incondizionato, all'ascolto e alla disponibilità.

Queste qualità sono la base indiscussa per creare con tuo figlio i presupposti di un rapporto di fiducia con tuo figlio e per far sì che lui ti stimi senza riserve.

I 4 miracoli della calma

serenità mammaHD

Quando sei in uno stato d'animo di calma, e se lo hai provato almeno una volta lo sai, succedono questi "miracoli":

1. Se hai più calma dentro di te, hai anche più PAZIENZA

E se hai più pazienza: riesci di sicuro ad avere più attenzioni verso i sentimenti di tuo figlio e verso i suoi bisogni, riesci a essere meno severa, a giudicarlo di meno e ad ascoltarlo di più.

2. Se hai più calma dentro di te, provi anche un maggior sentimento di GIOIA

E se provi gioia: sorridi di più a tuo figlio e riesci a prendere le cose con maggior leggerezza, con un po' più di sana disidentificazione, anche quando lui rompe qualcosa o combina qualche marachella, anche quando è tardi e non vuole alzarsi.

E forse ritrovi anche la giusta ispirazione per assecondare le sue passioni, per divertirti a giocare con lui, per aiutarlo a sciogliere i vari rompicapo della vita.

Nella gioia trovi sempre il lato positivo in quello che tuo figlio fa o dice, trovi sempre l’insegnamento che questa esperienza nasconde per te.

3. Se hai più calma dentro di te, sei più PRESENTE

E se sei più presente: riesci a trovare molto prima lo soluzione più efficace per risolvere un conflitto sul nascere, per rispondere nel migliore dei modo alle domande di tuo figlio e per farlo con tutta la cura necessaria.

Se sei presente e hai meno pensieri che ti frullano nella testa, riesci a stancarti di meno e ad avere energie disponibili per aiutarlo a finire i compiti, per assecondare una sua richiesta o per raccontargli una storiella in più prima della buonanotte.

4. Se hai più calma dentro di te, hai più INIZIATIVA

E se hai più iniziativa: non solo ti senti più attivo e riesci a soddisfare tutte le tue esigenze, ma riesci a farlo anche per tuo figlio.

Per esempio organizzando la gita in montagna che tanto desiderava, riuscendo a montare quella famosa pista per i treni che occupa tutto il salotto, riuscendo a fargli fare i compiti di scienze e a fargli studiare storia con inventiva e creatività.

Spargere un po' di calma nella tua vita semplificherebbe di molto tutte le azioni che stai facendo ogni giorno (o ogni tanto...) per sentirti meglio e per sentirti "migliore".

Ma anche per raggiungere quella serenità e quella felicità che come un dipinto interiore hai ben presente in ogni istante della tua vita e la cui ambizione accompagna le tue giornate.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.