Stai leggendo: La sudamina nei neonati: che cos’è e i rimedi per combatterla

Prossimo articolo: L’estate con il neonato: come sopravvivere a caldo, zanzare e sole

Letto: {{progress}}

La sudamina nei neonati: che cos’è e i rimedi per combatterla

I neonati sudano molto e questo può portare all’insorgere di alcuni fastidiosi eritemi, chiamati sudamina. Bastano pochi, semplici accorgimenti per farla guarire ed evitare che ritorni. Scopriamoli insieme.

Bambino accaldato

0 condivisioni 0 commenti

Con il caldo uno dei fastidi tipici in cui incorrono i bambini è la sudamina. Si tratta di uno sfogo cutaneo dovuto al ristagno di sudore sulla pelle che appare sotto forma di piccoli puntini rossi, in rilievo e che possono dare prurito al bambino. È tipica nei neonati che da una parte non hanno ancora la capacità di termoregolarsi come gli adulti e, dall’altra, non sono in grado di vestirsi e svestirsi a seconda della temperatura esterna ed è quindi più probabile che sudino.

Solitamente la sudamina appare nelle zone dove è più probabile che ristagni il sudore: sotto le ascelle, sulla schiena, nelle pieghe dell’epidermide, sul collo e nella zona del pannolino.

Sintomi

Bambina al soleHD

Come detto, la sudamina si manifesta sotto forma di piccoli puntini rossi, rialzati, nei casi più gravi con una specie di vescicolina sulla sommità.

Sebbene non porti febbre e non sia un disturbo grave, nei casi più importanti può provocare prurito e quindi il bambino può essere innervosito e lamentoso.

Una volta corretto il comportamento che ha portato alla comparsa della sudamina, i sintomi svaniscono nel giro di 24/48 ore.

Rimedi

Neonato fa il bagnoHD

Essendo generata dall’eccessiva sudorazione, la prima cosa da fare è svestire il neonato, rinfrescare l’ambiente facendo attenzione a non far prendere un colpo d’aria al bambino. Se è sudato, infatti, va cambiato completamente e asciugato, onde evitare di peggiorare la situazione. In ogni caso, vi consigliamo di parlare con il vostro pediatra per avere la certezza che si tratta di sudamina e non di altre malattie esantematiche che si possono manifestare con un’eruzione cutanea: il pediatra saprà confermarvi l’origine dello sfogo.

Detto questo, vediamo insieme i semplici rimedi alla sudamina:

Bagnetto all’amido di riso

È rinfrescante e aiuta ad assorbire l’umidità: mettetene due cucchiai nell’acqua del bagnetto e vedrete in fretta i primi risultati.

Bicarbonato

Se non avete l’amido di riso, va bene anche il bicarbonato, che di sicuro avrete in casa. Aggiungetelo all’acqua del bagnetto e avrete da subito un effetto emolliente sulla pelle.

Tintura di calendula

Diluite una decina di gocce in un bicchiere d’acqua e tamponate con un batuffolo di cotone le zone arrossate.

Crema all’ossido di zinco

Crema Per Bambini All'Ossido Di Zinco

Usatela dopo il bagnetto solo sulle zone interessate da rossore. Aiuta a calmare l’infiammazione e a far sparire l’eritema.

Polvere assorbente

Polvere assorbente

Aiuta, come il nome suggerisce, ad assorbire il sudore. Dopo aver lavato e asciugato il bambino, spargetene un po’ sulle zone che tendono a sudare molto e assorbirà l’umidità.

Detergenti delicati

Detergente delicato

Per il bagnetto usate detergenti delicati, non aggressivi, che possono provare la pelle già colpita dalla sudamina.

Accortezze

Bambina che beveHD

Per evitare che la sudamina ritorni, adottate poche, semplici accortezze che faranno stare più fresco il vostro bimbo.

  • Non copritelo troppo. Si ha spesso la tendenza a coprire molto i neonati, sia d’inverno sia d’estate. Non c’è niente di più sbagliato: toccate il vostro bimbo dietro la nuca, se è sudato allora vuol dire che è troppo coperto. D’estate basta il body o un completino maglietta e pantalone. Non serve coprire il bambino con eccessivi strati di vestiti. Se entrate in un supermercato e avete paura che l’aria condizionata gli faccia prendere freddo, al massimo portate con voi un lenzuolino con cui coprire il passeggino.
  • Scegliete abiti in tessuti naturali, come lino o cotone. Evitate magliette con le stampe che tendono ad appiccicarsi addosso.
  • Se lo avete, usate il condizionatore in casa. Aiuta a rinfrescare l’ambiente. Ovviamente prestate attenzione agli sbalzi di temperatura: tra l’interno e l’esterno non dovrebbero mai esserci più di 5 gradi di differenza. E soprattutto dirigete il getto d’aria verso l’alto, di modo che non arrivi diretto addosso al neonato.
  • Idratate il bimbo: sia che lo allattiate al seno sia che il bambino già beva acqua. Controllate che non abbia sete.

Di sicuro, adesso siete pronte a combattere la sudamina, qualora dovesse presentarsi! Voi avete altri rimedi per curarla o per evitare la ricomparsa? Condivideteli con noi!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.