Stai leggendo: Anniversario morte Gianni Versace: il suo stile

Prossimo articolo: Céline Dion, il suo rapporto con la moda e lo scatto senza veli per Vogue

Letto: {{progress}}

Anniversario morte Gianni Versace: il suo stile

Il 15 luglio 2017 sono 20 anni che è morto Gianni Versace. Ecco un ricordo dello stilista che rivoluzionò la moda e su cui è in arrivo una serie TV.

Gianni Versace con due modelle

8 condivisioni 0 commenti

Gianni Versace è morto il 15 luglio 1997 a Miami, nella sua villa fronte oceano, e nessuno ha mai capito esattamente perché.

La morte violenta di Gianni Versace

Reduce dalle sfolgoranti sfilate parigine, lo stilista era finalmente partito per la sua villa in Florida per godersi il sole e il relax estivo. Versace, all'epoca 50enne, stava salendo le scale della sua villa Casuarina a Miami Beach quando improvvisamente fu colpito alla testa da un proiettile.

Fu ucciso da un serial killer 28enne, Andrew Cunanan, e non è mai stato trovato un movente sensato, anche perché il giovane assassino fu ucciso qualche giorno dopo. Di lui si seppe solo che era tossicodipendente, dedito alla prostituzione omosessuale e che aveva già ucciso altre persone.

Il mondo della moda internazionale rimase sotto shock per l'inaspettata e violenta scomparsa del visionario stilista. Il suo funerale, che avvenne nel Duomo di Milano, attirò grandi personalità come la Principessa Diana, Elton John e tante top model famose negli anni '90.

Gianni Versace in primo pianoCitynow
Gianni Versace in una foto ricordo

Il ricordo commosso di Donatella e la serie in arrivo

Lo stilista ha lasciato un grande vuoto nella sorella Donatella, che tuttora sente la sua mancanza ma, allo stesso tempo, fa tesoro dei suoi consigli. La fashion designer ha ricordato il fratello con ANSA in occasione delle sfilate di giugno.

Sono passati vent'anni dalla morte di mio fratello Gianni. Quel giorno il mondo ha perso un genio e un artista al culmine della propria creatività, e la mia famiglia un'anima coraggiosa e piena d'amore. Gianni mi diceva sempre di essere forte e rimanere fedele a me stessa. Sì, è passato molto tempo, ma continuo a seguire il suo consiglio ogni giorno. Grazie Gianni.

Il caso Gianni Versace ha ispirato anche la serie antologica American Crime Story (la vedremo su FoxCrime). Dopo essersi occupata del caso O.J. Simpson, la serie dedicherà la propria seconda stagione al caso Versace con il titolo The Assassination of Gianni Versace. 

Penelope Cruz nei panni di Donatella Versace
Penelope Cruz è una platinata Donatella in American Crime Story

Edgar Ramirez interpreterà il celebre stilista mentre Penelope Cruz interpreterà Donatella e Andrew Cunanan sarà interpretato dalla star di Glee Darren Criss.

L'era Versace: la rivoluzione dello stile e le top model

Originario di Reggio Calabria, Gianni Versace cominciò a lavorare nella moda prestissimo, nell'atelier della madre, sarta professionista. Molto legato alla propria terra d'origine, dove frequentò il liceo classico, Versace si trasferì a Milano a 25 anni e presentò la sua prima collezione di abiti in pelle per Complice nel 1975.

In pochi anni lo stilista arrivò al successo. Il suo stile sentiva profondamente gli influssi del Sud, degli studi classici e di una nuova strada alternativa rispetto ai colleghi nordici. Appassionato di mitologia classica, inseriva queste istanze nei suoi lavori: non a caso, il suo logo è costituito da Medusa, una splendida fanciulla che pietrificava gli uomini con lo sguardo.

Il logo di Versace con la MedusaHDVersace
Versace, il logo

La metafora di Medusa è diventata la filosofia di Versace: chi guarda un capo della sua collezione, rimane folgorato e non può più tornare indietro.

A Medusa e ad altri miti s'ispirò Versace per costruire una femminilità fatale e, allo stesso tempo, contemporanea. Versace riesce a formare commistioni inedite: la pelle, i tessuti metallici e più d'avanguardia incontrano le creazioni incantate, da principesse.

Una sfilata di Versace con lo stilista in passerellaStile
Una sfilata di Versace anni '90

Lo stilista si divertiva a sovvertire i canoni ma anche a scandalizzare: nel corso degli anni '90, decennio fondamentale per la moda come per il cinema e la tecnologia, Versace creò l'abito per Liz Hurley alla première di Quattro matrimoni e un funerale. Era il 1994 e la Hurley scandalizzò, proprio come voleva lo stilista. Si presentò (insieme a Hugh Grant) con un abito tenuto insieme da spille da balia, rivelando squarci del suo fisico perfetto.

L'abito di Liz Hurley tenuto dalle spilleHDFashion Industry
L'abito-scandalo di Liz Hurley

Le supermodelle

Grande appassionato dell'armonia e della bellezza della figura femminile, Gianni Versace fondò un'epoca, quella delle supertop.

O meglio, furono le supertop a fondare sè stesse tramite il marchio Versace. L'eclettico stilista non si limitava a valorizzare le grandi degli anni '90 - Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Linda Evangelista, Cindy Crawford e le altre - sulle passerelle ma le faceva scendere, portando il loro splendore anche nei contesti di vita mondana e quotidiana.

Le quattro top anni '90 per VersaceRScan
Le supermodelle di Versace

Le supermodelle cominciarono a distinguersi dal bacino delle modelle comuni e a diventare delle vere e proprie icone sociali. 

Poi Versace coinvolse tanti personaggi molto in vista, da Lady Diana alle altre principesse, dalle dive del cinema alle star della musica. Fu proprio questo clamore che costruì la sua favola e il mito impermeabile al passare del tempo.

La sua eredità artistica fu raccolta da Donatella, che continuò a occuparsi delle sue linee (in particolare Versus, la linea young per cui la stilista si è avvalsa della collaborazione di grandi nomi come quello di Zayn Malik).

Donatella Versace in primo pianoHDGetty Images
Donatella Versace in una foto recente

Michele Giglio, titolare di boutique a Palermo, lo ricorda con parole riportate da Repubblica il momento in cui incontrò il giovane Gianni.

Firmava le collezioni di Genny ed era considerato un giovane matto. Mi colpì subito l'estrema femminilità degli abiti, rendevano sexy qualsiasi donna.

Gianni Versace è indimenticabile.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.