Stai leggendo: Gli oggetti ispirati al metodo Montessori da avere assolutamente

Prossimo articolo: Co-sleeping e bed-sharing: come condividere il sonno col neonato

Letto: {{progress}}

Gli oggetti ispirati al metodo Montessori da avere assolutamente

Basato sulla libertà di esplorazione e sull’autonomia della scoperta, il metodo Montessori si avvale dell’uso di diversi oggetti, giocattoli e complementi d’arredo. Abbiamo scelto per voi i più importanti. Pronti all’acquisto?

Una stanza montessoriana

5 condivisioni 0 commenti

Di sicuro, se siete genitori, avrete sentito parlare del metodo Montessori. Se vi siete spinti un po’ più oltre nello studio, avrete poi scoperto che ci sono dei prodotti, sia giocattoli che complementi d’arredo, definiti montessoriani, ossia in linea con la filosofia del metodo. Oggi, dopo avervi spiegato con poche, semplici parole che cos’è il metodo Montessori, vogliamo presentarvi alcuni oggetti montessoriani da introdurre nei giochi e nelle camerette dei vostri bimbi.

Il metodo Montessori

Maria MontessoriHD

Questo metodo educativo prende il nome dalla sua creatrice, ossia Maria Montessori. Per prima cosa, per capire quanto il suo metodo fosse innovativo, dovete pensare all’epoca in cui la Montessori visse, ossia a cavallo tra 1800 e 1900. A quei tempi, l’educazione dei bambini era molto più rigida rispetto a quella che abbiamo sperimentato noi come studenti e stiamo rivivendo oggi attraverso i nostri bambini. Le lezioni erano frontali e molto nozionistiche, i bambini erano tenuti seduti al banco, fermi e composti: per questo molti aspetti del metodo oggi sembrano ovvi. In realtà, se ci sembra ovvio avere un banco a misura di bambino è perché la cultura scolastica ha appreso alcuni stimoli montessoriani e li ha fatti propri. Altri aspetti, come ad esempio la libertà di scelta fra le materie da affrontare, ancora non è stata introdotto nella scuola italiana.

Per semplificare, i pilastri su cui si fonda il metodo montessoriano sono:

  • Espressione delle tendenze umane, ossia delle caratteristiche innate che ogni bambino ha e deve poter esprimere. Per esempio, l’esplorazione, la ripetizione, l’astrazione, il lavoro manuale ecc.
  • Libertà e spontaneità. Lasciare i bambini liberi di esplorare all’interno di un ambiente pensato per loro è la cosa migliore per favorire il loro sviluppo.
  • L’ambiente deve essere pensato per le esigenze del bambino, quindi deve essere costruito in proporzione, pulito e ordinato, che favorisca movimenti e interazioni spontanee.
  • Accesso a un materiale pensato per lo sviluppo cognitivo. La Montessori individua tre tipologie di materiali con cui un bambino può interagire: materiale autocorrettivo (senza che sia necessario l’intervento di un adulto, il materiale fa intuire al bambino l’errore commesso e come correggerlo), materiale analitico (mette a fuoco una sola qualità dell’oggetto e aiuta a sviluppare separatamente i sensi) e materiale attraente (oggetti che possono essere manipolati e attraggono così il bambino).

I prodotti montessoriani da avere

Se questo metodo vi affascina, aspettate di vedere i giocattoli e i complementi d’arredo che rispettano le linee guida montessoriane: siamo certi che ve ne innamorerete!

Incastri con forme geometriche

Incastri delle forme geometriche

Questo giocattolo è pensato per migliorare la motricità fine (il bambino imparerà a coordinare pollice e indice per afferrare le cose) e allenare la coordinazione oculo-manuale. Inoltre, toccando le varie forme, il bambino comincia a familiarizzare con esse, per poi riconoscerle nel mondo circostante.

Scatola Montessori

Scatola Montessori

Si tratta di una scatola con un cassetto e un foro: il bambino fa cadere la palla nel foro e può farla uscire o scuotendo la scatola o aprendo il cassetto. In questo modo il bambino apprende le tre dimensioni e stimola la motricità fine.

Gioco per imparare i colori

Gioco per imparare i colori

Ecco un gioco da fare con il vostro bambino per insegnarli i colori: ogni gruppo di spolette è composto da diverse sfumature dello stesso colore. Potete prendere le spolette dei colori più accesi, due per colore, e porle mischiate di fronte al bambino, che dovrà accoppiare quelle dello stesso colore. Oppure, dopo un po’ che il bambino ha familiarizzato con il gioco, potete prendere le tavolette dello stesso colore e mescolarle. Il bambino dovrà metterle in ordine dalla più chiara alla più scura.

Puzzle farfalla

Puzzle farfalla

Questo gioco è composto da tre parti che, messe insieme, formano appunto una farfalla. È disponibile anche raffigurante un albero, in questo caso i pezzi sono di più e il puzzle è quindi più complesso. Ogni pezzo ha delle piccole maniglie, il che permette al bambino di comporre e scomporre il puzzle in autonomia, esercitando la motricità fine.

Lettino Montessori

Lettino Montessoriano

La differenza rispetto a un normale lettino è che non ci sono sbarre e inoltre è molto basso: il lettino montessoriano, infatti, è alto al massimo 25 cm, materasso compreso. Così il bambino può salire o scendere da solo, senza l’effetto “gabbia” che danno i comuni lettini con le sbarre. È consigliato dai 18/24 mesi.

Scaffale montessoriano

Scaffale Montessoriano

Anche in questo caso, è l’altezza che fa la differenza: lo scaffale montessoriano è alto massimo 70 cm, quindi è completamente accessibile ai bambini, che possono prendere i loro libri o giocattoli in totale autonomia.

Vi sono piaciuti questi prodotti? Ne avete altri da consigliare? Fateci sapere che cosa pensate del metodo Montessori e se avete le vostre storie da condividere con noi!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.