Stai leggendo: J. K. Rowling ha scritto un racconto che forse non leggeremo mai

Prossimo articolo: Harry Potter: l'easter egg su Facebook per celebrare i 20 anni del maghetto

Letto: {{progress}}

J. K. Rowling ha scritto un racconto che forse non leggeremo mai

J. K. Rowling non ha smesso di scrivere, ma il suo nuovo racconto potrebbe non vedere mai la luce. Al momento è... nel suo armadio!

J. K. Rowling sorridente

2 condivisioni 0 commenti

J. K. Rowling è la scrittrice più amata dai ragazzi, poiché ha dato vita alla famosa saga fantastica di Harry Potter. Ma, seppur il successo sia stato strabiliante a carattere mondiale, la scrittrice non ha mai smesso di battere le dita sulla tastiera.

Durante un’intervista per CNN con la giornalista Christiane Amanpour, a J. K. Rowling è stato chiesto se avesse intenzione di scrivere un libro politico per bambini. La scrittrice ha confessato di aver scritto un nuovo racconto ma che, forse, non verrà mai pubblicato.

L’idea del racconto si è attualizzata in occasione del suo 50esimo compleanno. La scrittrice, infatti, decise di organizzare una festa a tema per Halloween (nonostante il periodo non combaciasse con la sua effettiva data di nascita, che cade il 31 luglio). Tema portante della festa fu di scegliere un abito che rappresentasse il proprio peggiore incubo. E cosa indossò la festeggiata?

Mi travestii come un manoscritto perduto. Scrissi su quel vestito gran parte del racconto. Un racconto che non so se verrà mai pubblicato e che al momento giace in fondo all’armadio.  

Il nuovo racconto scritto da J. K. Rowling riguarda in particolare i bambini, poiché si tratta di una fiaba.

J. K. Rowling e le abitudini di scrittura

Se scrivere un racconto su un abito può sembrare bizzarro, per J. K. Rowling non lo è.

L’autrice è sempre stata un’amante della scrittura a mano. Tempo fa confessò ad Amazon che solitamente il suo processo di scrittura iniziava con carta e penna, per poi passare alla trascrizione digitale sul computer.

Inoltre spiegò che scrisse per la prima volta i nomi delle Case di Hogwarts su un sacchettino per il vomito preso dall’aereo, (vuoto, ovviamente).

L’abitudine di J. K. Rowling di scrivere a penna sembra esserle costato un manoscritto, ultimamente: dei ladri avrebbero rubato il suo racconto, scritto su un foglietto, ambientato tre anni prima della nascita di Harry Potter. Protagonisti del racconto (scritto per un’asta di beneficenza) sarebbero James Potter, il padre di Harry, e Sirius Black.

L'ultimo libro della famosa saga ambientata ad Hogwarts, Harry Potter e i doni della morte, è stato pubblicato dieci anni fa ma la scrittrice non si è certamente fermata: sono tantissime le pubblicazioni, cartacee e digitali, riguardanti il mondo di Harry Potter.

Fu proprio per beneficenza che la Rowling realizzò Gli animali fantastici: dove trovarli, da cui è stata ricavata una nuova trasposizione cinematografica con protagonista Eddie Redmayne.

J. K. Rowling e i romanzi per adulti

Copertina de Il seggio vacante
Il seggio vacante, di J. K. Rowling

Distaccandosi dal genere per ragazzi, J. K. Rowling ha voluto sperimentare alcuni romanzi per adulti come Il Seggio Vacante: edito nel 2012, è un romanzo intenso che tratta tematiche delicate, spaziando dalla politica al bullismo. La peculiarità di questo romanzo colpì particolarmente il network inglese BBC, che nel 2014 ne realizzò anche una miniserie composta da tre episodi.

La saga thriller di J. K. Rowling
Il richiamo del cuculo, il primo volume della saga thriller di J. K. Rowling

Nel 2013 J. K. Rowling ha pubblicato una nuova saga sotto pseudonimo: Il richiamo del cuculo, firmato con il nome di Robert Galbraith, è il primo volume di una serie thriller con protagonista il detective Cormoran Strike, a cui sono seguiti Il baco da seta l'anno dopo e La via del male nel 2015. Il detective è atteso con un quarto volume, il cui titolo inglese sarà Lethal white (Bianco letale). La data d’uscita non è stata ancora annunciata.

Nonostante J. K. Rowling sia riluttante a dare alle stampe il suo racconto per bambini, credete che la sua casa editrice si lascerà scappare un altro potenziale successo? In fondo, la penna della Rowling non è essa stessa una garanzia?

A voi la parola!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.