Stai leggendo: C'è un segreto per curare le scottature che forse non conoscete ancora

Prossimo articolo: Vegan cosmesi: gli articoli per la bellezza naturali e cruelty free

Letto: {{progress}}

C'è un segreto per curare le scottature che forse non conoscete ancora

Scottature, ustioni durante le calde giornate estive: esiste un rimedio molto british, che qualche giorno fa è tornato alla ribalta.

La foto di una ragazza con la schiena scottata dal sole

2 condivisioni 0 commenti

Forse non avete familiarità con il nome di Alexis Caught, rugbista australiano, ma probabilmente prima che l'estate finisca vi ritroverete ad essere grati della sua esistenza. Non tanto per la prestanza del giovane, quanto per il fatto che una sua foto pubblicata su Instagram ha fatto diventare virale un segreto che forse pochi conoscevano: l'uso del tè Earl Grey per combattere le scottature della pelle.

L'atleta aveva inizialmente condiviso una Storia sul social network, nella quale lo si vedeva sorridere sornione immerso in una vasca piena di acqua marroncina. Ovviamente questo ha subito fatto storcere la bocca a molti, perché quell'acqua o era putrida o era l'impietosa delatrice di uno scabroso segreto di bellezza: l'autoabbronzante. Il povero Alexis ha dunque dovuto pubblicare ufficialmente lo scatto incriminato per spiegare la situazione.

Non ho mai ottenuto da voi una reazione più assurda dell'altra sera quando ho postato nella mia storia il fatto che stavo facendo un bagno nell'Earl Grey! Non vi stavo prendendo in giro! No, non è un'abbronzatura finta britannica, ma è un consiglio per la cura della pelle della mia nonna irlandese. Quando siete stati a lungo esposti al sole, fatevi un bagno fresco e versateci del tè Earl Grey (e lasciate anche le bustine). Il tannino contenuto nelle foglie ed il bergamotto danno sollievo alla vostra pelle e la risanano... oltretutto ha un profumo incredibile. Fidatevi! Lo faccio ogni volta che torno in Australia e prendo troppo sole (La vostra confusione e lo sdegno completo mi hanno fatto ridere, però). Provatelo, e fatemi sapere che ne pensate! I vostri nonni vi hanno mai dato consigli di bellezza insoliti? I miei non sono i soli, vero?!

I have never received a more WTF response from you guys than the other night when I posted on my story about having an Earl Grey bath! I wasn't messing around! No, this isn't a British fake tan 😜 it's a skin care tip that I got from my Irish nan. When you've been out in the sun, have a cool bath and pour in Earl Grey tea (leave the bags in the bath too). The tannins from the leaves and the bergamot sooth and restore your skin...plus it smells amazing. Trust me! I do it when ever I'm back in Aus and have got a little too much sun. (Your confusion and sheer outrage did make me laugh though) try it, and let me know what you think! Or have your grandparents given you any odd grooming & beauty tips? Mine aren't the only ones right?!

A post shared by Lex (@toddlerlex) on

La nonna di Alex Caught sembrerebbe aver ragione, anche se il nipote è stato un po' approssimativo nella spiegazione. Una dermatologa di Miami, S. Manjula Jegasothy, lo conferma: "Sebbene non sia stato ancora realizzato uno studio scientifico approfondito al riguardo, fare un bagno nell'Earl Grey può dare conforto alla pelle ustionata", spiega la dottoressa, che però è dubbiosa riguardo la parte del "risanare" la pelle. "Non c'è prova che possa aiutare qualsiasi altro problema della pelle o migliorarne l'aspetto", ha infatti aggiunto.

La capacità dell'Earl Grey di recare sollievo in caso di scottature deriva dagli oli delle foglie di bergamotto. "Il bergamotto è un buon soppressore di monossido di azoto, che è un comune vettore delle scottature", chiarisce la dottoressa Jegasothy, "per cui questo tipo di olio di bergamotto rinvenibile nel tè Earl Grey può davvero dare sollievo alla pelle, anche se non è mai stato studiato nella letteratura medica".

Il tè preferito di Benedict Cumberbatch è l'Earl Greywybreda via tumblr
Benedict Cumberbatch preferisce bere Earl Grey, caldo, con un po' di limone

Per quanto riguarda il tè verde, invece, esistono molte ricerche. "È ampiamente risaputo che [gli antiossidanti del] tè verde come l'epigallocatechina-3-gallato (ECGC) sono potenti antiossidanti in grado di ridurre il danno dei radicali liberi causato dalle radiazioni ultraviolette nelle cellule della pelle", dice la dermatologa. L'Earl Grey invece (che é un tè nero) non ha livelli di ECGC altrettanto alti.

Poiché nessuno si è ancora occupato di studiare le proprietà del tè Earl Grey in questo senso, non esiste nemmeno un'indicazione specifica di quante bustine si dovrebbero usare per un bagno ristoratore come quello consigliato dal rugbista Caught, ma la dottoressa Jegasothy ne consiglia 20 o 30, anche se ritiene che anche un leggero farmaco antalgico ogni otto ore aiuta comunque contro il fastidio delle ustioni. Questo è, in effetti, ciò che molti dermatologi consigliano in questi casi.

L'attore Victor Garber che beve un Earl Greywordpress
L'Earl Grey è uno dei piccoli grandi piaceri della vita

Eppure un bel bagno aromatico che ha anche il vantaggio di quegli oli essenziali del bergamotto sembra più allettante, no?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.