Stai leggendo: Reparto Maternità 4: la nascita della dolce Gaia e del piccolo Marco

Letto: {{progress}}

Reparto Maternità 4: la nascita della dolce Gaia e del piccolo Marco

Reparto Maternità 4 ti porta nella sala parto dell'Ospedale San Camillo di Roma per raccontarti la nascita di Gaia e di Marco, nato prematuro alla 37esima settimana.

0 condivisioni 0 commenti

Le telecamere di Reparto Maternità 4 ti mostrano la nascita di Gaia e di Marco.

La mamma cecoslovacca di Marco è al secondo parto, ma ha avuto una emorragia cerebrale e deve sottoporsi a un parto cesareo per evitare uno stress eccessivo durante il travaglio. La donna ha lasciato un ottimo lavoro e la prospettiva di una carriera nel settore alberghiero e si è trasferita in Italia per amore. Aveva appena 22 anni quando ha fatto il grande passo e il suo istinto l’ha premiata. Ora, si appresta a dare un fratellino al primo figlio Davide. Marco nascerà prematuro alla 37esima settimana. Il piccolo dovrà essere tenuto in osservazione per un periodo perché ha qualche problema di respirazione. I genitori e il fratello Davide dovranno cercare di stare calmi e aspettare che il piccolo si riprenda.

La mamma 25enne e il papà 23enne di Gaia sono alle prese con il loro primo figlio. I due sono colleghi e lavorano insieme in un supermercato. In realtà, il papà di Gaia ha già un’altra bimba, Daniela. È diventato padre quando aveva appena 19 anni e sta per affrontare una nuova grande responsabilità.

Lasciati emozionare dalle storie di Gaia e Marco: segui il quarto episodio di Reparto Maternità 4.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.