Stai leggendo: Scandal 6 episodio 9: Morte in acqua, recensione

Prossimo articolo: Scandal 6 episodio 8: A sangue freddo, recensione

Letto: {{progress}}

Scandal 6 episodio 9: Morte in acqua, recensione

La rinascita di Huck al centro del nono episodio di Scandal 6.

Kerry Washington in Scandal

1 condivisione 0 commenti

Sul finale della scorsa puntata di Scandal 6, A sangue freddo, la telecamera ha inquadrato insistentemente il corpo di Huck steso a terra in seguito ai colpi di pistola infertigli da Meg.

A ripensare bene a quelle immagini, è ora ovvio che il regista dell’episodio - Oliver Bokelberg - volesse dirci che il gladiatore più amato della Pope e Associati non era stato colpito in zone vitali, e quindi poteva non essere morto, come abbiamo poi effettivamente scoperto nella puntata Morte in acqua tutta incentrata sul salvataggio dell’hacker.

Dov’è Huck?

Un'immagine dell'episodio di Scandal Morte in acquaHDABC

L’episodio 6x09 di Scandal inizia con Jake che scopre della sparizione di Jennifer: Quinn e Charlie si mettono subito al lavoro e ben presto vengono a conoscenza del fatto che qualcosa di molto grave è accaduto nella stanza di albergo dove la stagista di Vargas doveva essere al sicuro, e che Huck probabilmente è una vittima di quello spargimento di sangue.

Da questo momento in poi la puntata si divide in due parti e si trasforma in uno dei più riusciti episodi del political drama di Shonda Rhimes.

Da un lato, infatti, Olivia e i suoi gladiatori si mettono alla furente ricerca del loro amico e scoprono dell’esistenza di Theodore e Marjorie e che anche Abby è stata ricattata da loro.

La rossa, dal canto suo, racconta a Fitz tutta la verità su quel che le è successo sperando nella comprensione del Presidente.

Per 15 minuti pensa di poter smettere di essere il mio capo? Ora ho bisogno di un amico.

Dall’altra parte, invece, seguiamo un vero e proprio percorso di rinascita di Huck che, rinchiuso nel portabagagli di una macchina, viene gettato in mare insieme al corpo senza vita di Jennifer.

Il nostro gladiatore tenta di liberarsi e di sopravvivere in ogni modo e in aiuto gli arrivano le immagini e i consigli dei suoi più cari amici che, pur non essendo lì, si susseguono nella sua mente implorandolo di non cedere, di lottare.

Alla fine della sua battaglia tra la vita e la morte, Huck riesce ad arrivare su una spiaggia portando con sé il corpo di Jennifer per sfruttare il segnale del cellulare della ragazza grazie al quale suoi colleghi lo troveranno in condizioni molto gravi, ma pur sempre vivo.

Amore e perdono

I protagonisti di Scandal in Morte in acquaHDABC

Oltre che mostrarci la forza di Huck e la potenza dei gladiatori riuniti nel nome del loro più grande amico, Morte in acqua è anche un episodio che parla della potenza dell’amore e di quella altrettanto forte del perdono.

Attraverso le sue azioni, infatti, abbiamo la conferma che Quinn prova un fortissimo sentimento per l’uomo che l’ha addestrata, batticuore che le offusca la ragione fin dal momento in cui scopre che Huck potrebbe essere morto e che sicuramente sarà oggetto di una nuova storyline sentimentale nelle prossime puntate di Scandal.

D’ora in poi mi prenderò cura di te.

Olivia, invece, per tutto l’episodio metterà in discussione le sue capacità di capo e di amica in quanto vede sia in quello che è successo ad Huck che nel tradimento di Abby un forte motivo per dubitare del proprio operato.

Il ritrovamento dell’hacker, però, mette a tacere parte dei dubbi di Liv la quale, grazie a un’intervento del sempre decisivo di Fitz, decide di redimere la Whelan e - per l'ennesima volta - anche se stessa:

Hai perdonato me.

Ho perdonato te.

La sesta stagione di Scandal va in onda ogni martedì alle 21,00 in esclusiva su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.