Stai leggendo: Kate Middleton chiede aiuto perché i figli sono troppo vivaci

Prossimo articolo: Sabrina Ferilli lancia un appello ai turisti affinché non abbandonino Ischia

Letto: {{progress}}

Kate Middleton chiede aiuto perché i figli sono troppo vivaci

Pare che Kate Middleton abbia chiesto aiuto nella gestione dei figli George e Charlotte, perchè troppo vivaci.

Kate Middleton non riesce più a gestire i figli troppo vivaci

18 condivisioni 0 commenti

I figli sono troppo vivaci e Kate Middleton ha deciso di chiedere aiuto. Pare infatti che la duchessa di Cambridge e il marito, il principe William, non riescano più a tenere a bada George (che a luglio compirà quattro anni) e Charlotte (due anni), da qui l'intuizione che era ora di correre ai ripari.

Che i due piccoli della casa reale inglese fossero delle pesti lo si era capito da tempo ed è anche per questo che sono così tanto amati in tutto il mondo, ma averli come figli deve essere abbastanza impegnativo, nonostante l'aiuto di tate e servitù varia. George e Charlotte, infatti, risultano anche essere dei bambini particolarmente viziati e capricciosi.

I ben informati sostengono che il primo a lamentarsi sia stato William, che ora finalmente avrebbe convinto la moglie a chiamare in causa un esperto in grado di correggere il carattere dei due bambini. A lui il compito di tenere sotto controllo la loro iperattività, di insegnare le buone maniere, ma anche di dare lezioni in materie varie come le lingue straniere.

The Queen, alongside other members of The Royal Family, hosted a Garden Party at #BuckinghamPalace today.

A post shared by The Royal Family (@theroyalfamily) on

Viene spontaneo chiedersi se di mezzo non ci sia anche lo zampino della Regina Elisabetta, nota per essere una grande fan dell'etichetta e del rigore, magari spaventata all'idea che i nuovi eredi al trono finiscano per fare danni anche in età adulta.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.