Stai leggendo: Jumanji: Benvenuti nella Giungla, ecco il trailer del sequel

Prossimo articolo: Game of Thrones: Emilia Clarke parla del sessismo a Hollywood

Letto: {{progress}}

Jumanji: Benvenuti nella Giungla, ecco il trailer del sequel

20 anni dopo, risuona di nuovo il rullo di tamburi e ancora una volta è tempo di giocare. Ecco il primo e attesissimo trailer di Jumanji: Benvenuti nella Giungla!

0 condivisioni 0 commenti

I tamburi suonano di nuovo e ancora una volta è tempo di giocare. Sony ha rilasciato l'attesissimo trailer di Jumanji: Benvenuti nella Giungla e per i fan di Robin Williams e del film del 1995 è arrivato il momento della verità.

Il sequel sarà all'altezza dell'originale e renderà onore al suo compianto interprete e al personaggio di Alan Parrish, come promesso da Dwayne Johnson?

Il radicale rovesciamento della prospettiva - con il mondo reale che entra in quello del gioco e non viceversa - conferma che la pellicola di Jake Kasdan non è un (pedissequo) remake, ma vuole esplorare altre strade e potenzialità della storia.

E a giudicare dalle prime immagini, sembra che abbia trovato il modo giusto per farlo.

Che cosa rivela il trailer di Jumanji: Benvenuti nella Giungla

Il punto di partenza di Jumanji: Benvenuti nella Giungla è un omaggio a un cult del cinema adolescenziale, quel Breakfast Club considerato il capostipite del genere Brat Pack.

4 ragazzi diversissimi tra loro - il nerd Spencer (Alex Wolff), l'atleta Fridge (Ser'Darius Blain), la reginetta del liceo Bethany (Madison Iseman) e la "secchiona" Martha (Morgan Turner) - si ritrovano loro malgrado insieme in punizione e sono costretti a mettere ordine in un vecchio ripostiglio della scuola.

Tra le pile di oggetti abbandonati e polverosi, Fridge scova un vecchio videogioco e l'improbabile gruppo decide di iniziare una partita. Ma dopo avere scelto ciascuno un avatar e avere premuto start, succede qualcosa di incredibile. Una forza misteriosa risucchia i 4 dentro lo schermo e, al termine di un volo interdimensionale, i ragazzi atterrano in una giungla.

Jumanji: Benvenuti nella Giungla, i protagonistiHDSony/Entertainment Weekly
Jumanji: Benvenuti nella Giungla, i protagonisti nella realtà e nel gioco

La prima (e sostanziale) differenza tra il sequel e l'originale sta proprio qui, nella scelta di trasportare il mondo reale in quello del gioco e non viceversa. Ma non è l'unica. Quando si ritrovano dentro Jumanji, i protagonisti scoprono di avere le sembianze degli avatar che hanno scelto a inizio partita.

E sulla scambio di corpo verte una parte sostanziale della storia. Nella giungla, i 4 ragazzi sono rappresentati dai loro opposti. Spencer è il prestante Dr. Smolder Bravestone (Dwayne Johnson), Fridge diventa lo scaltro ma mingherlino Moose Finbar (Kevin Hart), Bethany prende le sembianze di un uomo, ovvero il professor Shelly Oberon (Jack Black), e Martha quelle di Ruby Roundhouse (Karen Gillan), una sorta di Lara Croft, affascinante e letale.

Quest'ultima trasformazione spiega il perché del look decisamente succinto di Karen. L'attrice interpreta uno stereotipo femminile dei videogiochi anni '90, ma l'aspetto divertente è che oltre le apparenze di bomba sexy di Ruby, ci sono la mente brillante e l'umorismo tagliente di Martha, che infatti reagisce immediatamente all'incongruenza del look del suo avatar:

Perché indosso mezza t-shirt e un paio di pantaloncini microscopici nella giungla?

Karen Gillan al Maui Film Festival 2017HDGetty Images
Karen Gillan è Ruby Roundhouse in Jumanji 2

Anche lo switch di Bethany nel Professor Shelly Oberon promette momenti di grande ilarità (oltre che di riflessione), come ha dichiarato Jack Black parlando con Entertainment Weekly:

Diciamo che non ho scelto esattamente un approccio da Actors Studio [per il mio personaggio, n.d.r.]. Sapevo che cosa sarebbe stato divertente fare e come farlo. Credo di avere fatto ricorso in maniera inconscia a tutti i miei ricordi del liceo. In particolare, alla ricerca delle ragazze negli anni '80.

Più in generale, il regista Jake Kasdan ha spiegato che lo scambio di corpo è una metafora dell'adolescenza e della ricerca del proprio posto in famiglia e nella società:

È ingenuo e profondo perché i personaggi sono degli adolescenti che stanno cercando di capire chi sono e ritrovarsi nelle vesti dei loro avatar complica dannatamente tutto. Ma dà loro anche l'opportunità di trarre un grande insegnamento.

Jumanji: Benvenuti nella GiunglaHDGetty Images
Jack Black durante il photocall di Jumanji: Benvenuti nella Giungla

Il trailer regala anche un primo (rapido) sguardo al personaggio di Nick Jonas, l'enigmatico Jefferson "Seaplane" McDonough.

Su chi sia e che ruolo abbia nel film c'è una cortina di segretezza, ma il regista ha svelato qualche dettaglio a Entertainment Weekly:

Si tratta di un misterioso straniero, che i protagonisti incontrano durante la loro avventura. In un primo momento, non sanno bene come comportarsi con lui, ma poi diventa parte integrante della loro ricerca di una via d'uscita dal gioco.

Jefferson "Seaplane" McDonough è un altro giocatore rimasto intrappolato in Jumanji come Spencer, Fridge, Bethany, Martha e Alex Parrish prima di loro? Addirittura, potrebbe avere conosciuto il personaggio di Robin Williams e creare in questo modo un collegamento con la pellicola del 1995?

Il trailer (ovviamente) si guarda bene dal rivelarlo e la sensazione è che la risposta arriverà solo il 22 dicembre 2017, quando il film uscirà nei cinema USA (in Italia è atteso a gennaio 2018).

L'unica cosa da fare, è armarsi di pazienza e aspettare...

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.