Stai leggendo: La sposa viene lasciata all'altare ma si festeggia lo stesso

Prossimo articolo: MakeUp Plus, l'app definitiva per provare i rossetti

Letto: {{progress}}

La sposa viene lasciata all'altare ma si festeggia lo stesso

Nadia, piantata dal promesso sposo davanti all'altare, non si perde d'animo e festeggia ugualmente: "tanto è già stato tutto pagato".

Lui non si presenta al suo matrimonio, lei festeggia

4 condivisioni 0 commenti

A Sorso, paese non lontano da Sassari, si attendevano le nozze di Nadia, una donna di 39 anni e già madre di un bimbo, e Giovanni, militare di ben 16 anni più giovane di lei. I due si conoscono sul web. Messaggiano, si vedono, si piacciono, si innamorano, organizzano il loro matrimonio. Questo in soli 7 mesi.

Tutto era pronto giunta la data del fatidico sì, tutto tranne lo sposo. Giovanni si è dato infatti alla macchia proprio il giorno delle nozze, comunicando, dopo numerose telefonate a lui rivolte a vuoto, “dovevo rientrare alla base”. Nadia ha capito subito che si trattava di una scusa, né bella né buona: il promesso sposo si è infatti rifugiato in caserma, abbandonando sull’altare l’aspirante sposa tutta in ghingheri.

L’addestramento cui il giovane è stato sottoposto per intraprendere la carriera militare lo ha preparato a far fronte con coraggio a situazioni di emergenza e pericolo ma non gli è stato sicuramente di aiuto per compiere uno dei passi più importanti della vita. Giovanni, terrorizzato all’idea di sposare una donna “finché morte non li separi”, ha fatto dietrofront e ha marciato spedito nella direzione opposta a quella che lo avrebbe congiunto per sempre alla sua Nadia, senza degnarsi di avvisarla dell’improvvisa diserzione: un indubbio atto di codardia per il quale nessun tribunale lo condannerà ma che, data l’eco mediatica che questo ha suscitato, non lo risparmierà certo dalla nomea di vigliacco.

Nadia, dal canto suo, asciugatasi le lacrime e levatasi l’abito da sposa, ha richiamato tutti gli ospiti che avevano ormai abbandonato la chiesa e li ha portati comunque a festeggiare presso il ristorante prenotato per l’occasione: “Tanto è già stato tutto pagato. Perché rinunciare al ricevimento?”, ha detto. Già, perché? In barba al coraggioso e stacanovista militare, che persino il giorno delle sue nozze si trovava sul luogo di lavoro, si è mangiato, bevuto, riso e scherzato. Certo, l’atmosfera non era proprio quella che Nadia aveva sognato, ma la sua stoica reazione e l’affetto dei presenti l’aiuteranno sicuramente a superare quello che per ogni promessa sposa è un brutto incubo, ma che per Nadia si è trasformato in realtà.

Per il momento la mancata sposa può bearsi della popolarità raggiunta sul web e consolarsi con i numerosissimi messaggi di solidarietà che le stanno arrivando da tutta Italia.

Abbiamo una sposa in meno, ma una nuova star.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.