Stai leggendo: I piatti più famosi del cinema

Prossimo articolo: Amore e malattia: i 7 sick movie più romantici

Letto: {{progress}}

I piatti più famosi del cinema

Il cibo fa parte della nostra vita, anzi: è necessario per la nostra vita. Il cinema, quindi, non poteva non trasformarlo in un protagonista fin dalla sua comparsa.

Alberto Sordi mangia gli spaghetti in Un americano a Roma

0 condivisioni 0 commenti

Fin dagli albori, il cinema ha celebrato il cibo come uno dei suoi protagonisti (già nel 1895, con La colazione di un bimbo, dei fratelli Lumière).

Ma senza tornare così indietro ci basta pensare alla celebre "danza dei panini" di Charlie Chaplin in La febbre dell'oro (1925), tanto per fare un esempio.

Il cinema (ma anche la tv!) è girato intorno al cibo un po' in tutto il mondo, ma soprattutto in Italia: il Belpaese, si sa, ha sempre avuto un occhio di riguardo per la buona cucina.

Così, dalla polenta di Paisà (1946) a quella de L'albero degli zoccoli (1978), siamo passati a Marcellino pane e vino (1955) e alla pasta alla norma di Brutti, sporchi e cattivi (1976).

La febbre dell'oroHD
Charlie Chaplin ne La febbre dell'oro

Da Il pranzo di Babette - uno dei film più iconici per quanto riguarda il cibo sul grande schermo - arrivano ricette non esattamente di facile preparazione e, diciamolo, non sono nemmeno per tutti i gusti: gli ingredienti sono difficili tanto quanto le loro cotture. Una caratteristica comune a diversi film incentrati sulla cucina. Ecco quindi il grande cinema internazionale che si concentra sulla "magia" del cibo.

Dai Pomodori verdi fritti alla Mystic Pizza, un piatto un po' magico e beatamente inconsapevole di dare visibilità a quella che diventerà una delle più grandi star di tutti i tempi: Julia Roberts.

Dal mix di lacrime e amore infuso dalla cuoca alle pietanze di Come l'acqua per il cioccolato, storia di una vita, di un amore e di una famiglia interamente costruita attorno alla passione per il cibo.

Un pizzico di magia è presente anche nelle preparazioni di Juliette Binoche in Chocolat, pronte a sedurre Johnny Depp ma soprattutto a regalare a chiunque il dolce della sua vita, quello di cui ha bisogno nell'esatto momento in cui lo assaggia.

Perché il cibo, si sa, ti cambia la vita.

Come la bistecca che Cher cucina a Nicholas Cage in Stregata dalla Luna (portandosi a casa anche un Oscar) o come le prelibatezze (proibitissime!) del cult Delicatessen.

E, perché no, come la frittatona alle cipolle di Fantozzi.

La frittata di cipolle di FantozziHD
La frittatona di cipolle di Fantozzi

Ecco quindi una selezione di piatti, una top 10 rappresentativa di alcuni fra i moltissimi cibi celebrati dal grande schermo.

10. La ratatouille

Il piatto forte del giovane aspirante chef e del topolino Remy di Ratatouille, il film d'animazione targato Pixar che ha conquistato le platee di tutto il mondo, è un classico della cucina francese.

Un piatto della cucina povera che ha impegnato generazioni di cuochi francesi e che consiste in una combinazione di verdure: cipolle, pomodori, zucchine e melanzane. Tutte rigorosamente condite con l'aglio.

9. Il toast al formaggio

Nel film Chef, diretto e interpretato da Jon Favreau (Iron-Man), si celebrano i food truck, ovvero quei furgoni perfettamente attrezzati per cucinare che girano l'America portando ovunque i loro piatti forti.

Convinto che la semplicità paghi e che chi la dura la vince, il protagonista investe tutto ciò che gli è rimasto nel suo famoso toast al formaggio: pane in cassetta, olio, burro e cheddar. Da far colare sulla piastra per deliziare i clienti.

8. La bavarese alle fragole

Marco Ferreri ha costruito un intero film, La grande abbuffata, sulla passione incontrollabile per il cibo. Mangiare fino a scoppiare. Quasi letteralmente. Con un pranzo luculliano concluso dal colpo di grazia: la bavarese alle fragole con latte, panna, tuorli, zucchero, gelatina in fogli e naturalmente fragole fresche.

7. La pasta alla norma

Pasta alla norma
La pasta alla norma (da Brutti, sporchi e cattivi)

Un'altra ricetta della tradizione, amatissima da tutti gli italiani, viene dalla Sicilia: il pomodoro viene arricchito da ricotta salata, basilico e melanzane fritte. Una delizia per tutti i palati. Anche per quelli Brutti, sporchi e cattivi.

6. Boeuf bourguignon

Julie & Julia è un film che incanta. La sfida di Julie, giovane americana appassionata di cucina, sembra impossibile: aprire un blog e cucinare entro un anno le oltre cinquecento ricette della celebre chef Julia Child. Come ogni sfida impossibile, non può non appassionare. In un crescendo di sapori e di difficoltà, non solo culinarie, Julie troverà se stessa, il confronto con una donna del passato e una nuova visione del futuro. E la ricetta-simbolo del film ve la spiega direttamente la vera Julia Child!

5. La frittata di cipolle

Birra, "rutto libero" e frittatona di cipolle: il senso della vita secondo il ragionier Ugo Fantozzi. Tante uova, ben sbattute, aggiunte in una padella in cui si fanno preventivamente cuocere le cipolle con olio d'oliva. Senza dimenticare il sale.

Un piatto facilissimo, veloce da preparare e che piace a tutti. Anche senza birra... Forse.

4. Pasta e lenticchie

I piatti poveri ritratti da Luchino Visconti in uno dei suoi molti capolavori, Rocco e i suoi fratelli, raccontano la vita quotidiana di una famiglia di contadini fra la fine degli anni '50 e l'inizio degli anni '60. Fra questi piatti troviamo pasta e lenticchie, preparata nel più classico dei modi. Trasformando, anzi, il momento della pulizia delle lenticchie - poi ammollate e cotte lentamente, infine unite alla pasta - in una sorta di rituale famigliare dei fratelli, uniti anche nella preparazione oltre che nella consumazione del pasto. 

3. Il gazpacho

Moltissimi anni fa, dopo aver visto per la prima di molte altre volte Donne sull'orlo di una crisi di nervi di Almodòvar, mi ero fissata con il gazpacho. Una delle ricette classiche della cucina spagnola diventava il mezzo con cui gran parte dei personaggi finiva k.o. a causa dei sonniferi mescolati agli ingredienti tradizionali: aglio, olio, cipolle, sale, pepe, aceto, pane raffermo, pomodori, cetrioli.

2. La crème brûlée

La conosco bene perché è uno dei dolci preferiti di mio marito, oltre che di Amélie Poulin.

La protagonista de Il favoloso mondo di Amélie la considera uno dei piaceri della vita, e a ragione. Rigorosamente quella della ricetta francese della tradizione con latte, panna, tuorli, zucchero e vaniglia.

1. I maccheroni

In realtà sono spaghetti, ma la sostanza non cambia: la pasta, il piatto nazionale italiano per definizione, è protagonista di uno dei film italiani per definizione.

Un americano a Roma è ricordato da tutti per la scena in cui Alberto Sordi risponde alle "provocazioni" del cibo e lo "distrugge", divorandolo. Immortale. Anzi, immortali: il film, l'interprete e la ricetta.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.