Stai leggendo: MakeUp Plus, l'app definitiva per provare i rossetti

Prossimo articolo: Kim Kardashian, la sua linea di make up è già sold out

Letto: {{progress}}

MakeUp Plus, l'app definitiva per provare i rossetti

È arrivata l’app superfashion che vi permette di provare, guardandoli sul vostro smartphone, i rossetti di tutti i brand che volete.

Un primo piano di una bocca con rossetto

1 condivisione 0 commenti

Come spiega Mashable, MakeUp Plus promette la rivoluzione dei tester di rossetti.

MakeUp Plus: lo smartphone al posto della profumeria

Con questa app superfashion non occorrerà più andare in profumeria e provare i rossetti davanti allo specchio, ma basterà fissare lo schermo del proprio smartphone per vedere come un determinato lipstick o lucidalabbra appare sulla nostra bocca, prima di decidere eventualmente se procedere con l’acquisto.

MakeUp nasce come app di editing di selfie, strumento perfetto per chi volesse la cancellazione delle rughe nelle foto, rossetto aggiunto, denti superbianchi o un incarnato di porcellana.

Ora però l’app fa sul serio e si è lanciata nel mercato internazionale dei cosmetici con il rilascio speciale di un tester digitale chiamato Counter, che permette di provare tutti i rossetti che si vogliono, sperimentando così colori, nuance e sfumature. 

Usare l’app è molto semplice: disponibile per iOS e Android, permette di selezionare il rossetto preferito prima di puntare la fotocamera dello smartphone verso il proprio volto per constatarne l’effetto.

Tutti i rossetti del mondo (o quasi) sul tuo smartphone

Ma MakeUp Plus non si limita alla prova rossetti, ma dà anche la possibilità di acquistare il prodotto preferito quando viene scelto, dopo tutti i test necessari “a prova di selfie”.

L’app è legata da una partnership con numerosi brand cosmetici: YSL, Clinique, Lancôme, Bobbi Brown e tanti altri. I marchi disponibili dipendono da quale parte del mondo ci si trova: negli USA, ad esempio, in pole position ci sono le case più popolari come Pixel Cosmetics, GlamGlow, Stila e Clarins, mentre gli utenti di Asia e zona Pacifico avranno a disposizione brand come The Face Shop, I'm Meme e Pony Effect.

È possibile però cambiare la nazione di provenienza per avere accesso ad altri brand.

Il colpo grosso di Meitu

Counter è il salto in avanti della società Meitu, che per la prima volta collabora con fornitori al di fuori dell’area Cina.

Meitu, che vanta più di 450 milioni di utenti attivi mensili in tutto il mondo, genera continuamente un elevatissimo numero di video e foto e può “consegnare” alle case cosmetiche un numero altissimo di contatti, ovvero potenziali acquirenti.

Cosa ne pensate di quest’app? La proverete? È disponibile su iTunes per iOS  e su Google Play per Android.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.