Stai leggendo: Ken, lo storico fidanzato di Barbie, cambia faccia

Letto: {{progress}}

Ken, lo storico fidanzato di Barbie, cambia faccia

Dopo la rivoluzione delle Barbie, che ora esistono anche in versione curvy, è il turno dei Ken. I nuovi bambolotti fidanzati della mitica bionda hanno la pancetta e look nuovi di zecca.

Le nuove Barbie e i nuovi Ken

0 condivisioni 0 commenti

Barbie e Ken stanno insieme dal 1961: non tutti i matrimoni possono dire di avere la stessa longevità felice e soprattutto patinata.

Forse, però, è facile amarsi tutta la vita quando si ha a disposizione l'elisir dell'eterna giovinezza (quello che cercavano tutti ne La morte ti fa bella), un corpo da favola fashion, lunghi capelli biondi e occhi color acquamarina.

È facile amarsi quando si ha un camper fucsia per andare in giro nel week-end, una chioma che si autotinge, una sorella neonata che non piange mai, un cavallo che sembra un minipony e una casa da sogno che non c'è bisogno di pulire.

Barbie e Ken abbracciati e feliciHDRed List
Barbie e Ken nella versione classica

Ma, nel corso degli anni, anche la donna e l'uomo perfetto (nel mondo delle bambole, s'intende) hanno dovuto adattarsi alla pressante richiesta di realismo da parte di consumatori con qualche chilo di troppo e tante imperfezioni, stanchi e frustrati dal fatto che i propri figli ora (come loro stessi anni prima) avessero a che fare con ideali di bellezza di plastica e irraggiungibile.

Barbie e Ken si sono evoluti e sono approdati sulla terra, con tutte le modifiche e le contraddizioni del caso.

Il nuovo Ken

Barbie è stata divulgata anche in versione curvy e ora tocca a Ken cambiare volto e adeguarsi agli standard "dell'uomo normale". Il nuovo fidanzato di Barbie, come riporta CNN e com'è possibile vedere sul sito di Mattel, non è uno solo ma si moltiplica e si tuffa trasversalmente nel reticolo delle possibilità.

Una schiera di nuovi KenHDCNN
Il nuovo Ken di tutte le taglie e melting pot

Al modello con i capelli color sabbia, la pelle abbronzata e gli occhi blu dobbiamo (con rammarico?) dire addio. Il nuovo Ken è melting pot, non disdegna lo streetwear, gli occhiali nerd-hipster, il gel per capelli, la proverbiale pancetta e i rasta africani.

Anche a livello di corporatura, si declina in 3 tipologie: original, robusto e snello. Ci sono anche una vasta gamma di occhi, outfit, colori di pelle (dal caffellatte al bianco pallido fino all'ambra scura), modi di essere, stili e attitudini.

La rivoluzione esistenziale dei concetti di Ken e Barbie

L'hashtag ufficiale #TheDollEvolves non parla di una semplice modifica nella casa Mattel, ma di una profonda rivoluzione esistenziale, che si porta dietro naturali quesiti: è giusto che Ken e Barbie rappresentino la realtà invece che il mondo zuccheroso che hanno sempre e da sempre incarnato, dai lontani anni '50?

Sono cresciuti così male i bambini che giocavano col mondo di zucchero?

L'approdare a nuovi standard estetici, estremamente aderenti al mondo reale, non è una sorta di compromesso, un patchwork ontologico tra un mondo che di per sè è troppo finto per essere vero (e quindi nella sua versione "reale" appare quasi artefatto, come se stonasse qualcosa) e i luoghi comuni sui canoni estetici degli anni 2000?

Questo politicamente corretto riuscirà a tamponare la nostalgia per un mondo incantato, che - paradossalmente - aveva una coerenza interna che lo disponeva in modo così finto e organizzato da venire percepito come puramente vero?

O forse è meglio salutare il nuovo millennio con un Ken che invece di essere stupendo è modaiolo, leggermente sovrappeso, intellettuale e contemporaneo?

Voi cosa ne pensate? Vi piace il nuovo Ken?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.