Stai leggendo: Emma Watson fatina dei libri, nasconde copie di The Handmaid's Tale per Parigi

Prossimo articolo: Emma Watson: l'evoluzione del suo stile sul red carpet

Letto: {{progress}}

Emma Watson fatina dei libri, nasconde copie di The Handmaid's Tale per Parigi

Dopo aver interpretato l'accanita lettrice Belle in La Bella e la Bestia, Emma Watson è tornata nel ruolo di fata dei libri e ha nascosto per Parigi le copie di The Handmaid's Tale.

Emma Watson in primo piano

5 condivisioni 1 commento

Non è passato molto tempo da quando l’abbiamo vista interpretare Belle, una divoratrici di libri, nel classico Disney live-action La Bella e la Bestia, eppure Emma Watson non sembra essersi ancora spogliata delle vesti del suo personaggio.

L’attrice inglese, consacrata al cinema dal ruolo di Hermione Granger in Harry Potter, è tornata a indossare le ali di carta e ha scelto come ambientazione della sua missione la città delle luci: Parigi.

Emma Watson ha aiutato The Book Fairies, un'organizzazione internazionale composta da volontari che anonimamente lasciano libri di seconda mano (o semplicemente per donazione) in giro per gli spazi pubblici delle città.

Per l'occasione, Emma Watson ha acquistato cento copie (in francese) del romanzo di Margaret Atwood, The Handmaid's Tale (in italiano, Il racconto dell’Ancella), da disseminare per l’intera capitale. Monitorando il suo percorso tramite Twitter, l’attrice ha inserito una nota a mano in lingua francese per ogni libro della Atwood, un’azione che sembra aver entusiasmato oltremodo i fan.

Di cosa parla The Handmaid’s Tale?

La scrittrice pubblicò Il racconto dell’ancella nel 1985, affrontando un mondo distopico e futuristico afflitto dai disordini sociali e un forte calo nel tasso di natalità. Il ruolo delle donne torna al degrado: vengono viste semplicemente come recipienti per neonati.

Negli ultimi anni, il libro ha scatenato molte discussioni e controversie riguardo le questioni femminili, in particolare sul diritto di aborto. Recentissimo è infatti l'episodio che ha visto protagoniste delle donne dell'Ohio che, indossata la simbolica tunica rossa e le cuffiette bianche, hanno protestato contro una proposta di legge che limiterebbe il diritto all'aborto.

Il romanzo, che affronta tematiche delicate, è stato vietato da molte scuole superiori che hanno pensato bene di toglierlo dalle proprie biblioteche, sostenendo che il contenuto fosse fin troppo sessualmente esplicito.

L'American Library Association ha classificato all'ottantottesimo posto dei romanzi più influenti del primo decennio del 2000 il romanzo della Atwood.

The Handmaid's Tale: dal romanzo alla serie TV

Difred in primo piano in The Handmaid's TaleHD
The Handmaid's Tale: dal romanzo al telefilm

Nel 2017 si è fatto avanti Bruce Miller che, lavorando sul romanzo della Atwood, ha portato sul piccolo schermo una rappresentazione dei concetti basilari del romanzo. Affiancato da Elisabeth Moss (che ha trovato celebrità nella serie TV Mad Men) nelle vesti della protagonista Difred, The Handmaid's Tale è stato prodotto dalla piattaforma streaming Hulu e, dati i riscontri positivi, è stato immediatamente rinnovato per una seconda stagione.

Emma Watson e l'esperienza con le Book Fairies

Chiunque segua Emma Watson, sa per certo che questa non è stata la sua prima volta. L'attrice, infatti, tempo fa partecipò all'iniziativa "Books On The Underground", tramite la quale nascose dei libri nelle stazioni della metropolitana di Londra.

Seguì lo stesso meccanismo per New York, ma Cordelia Oxley, la fondatrice delle Book Fairies, ha voluto trasformare il suo progetto in uno a carattere mondiale e dalle metropolitane ha deciso di puntare direttamente al contesto cittadino.

The Book Fairies fu inaugurato a marzo in onore della Festa della donna ed Emma Watson è diventata un'ufficiale fatina dei libri. Finora, The Book Fairies ha raggiunto la cifra di 50mila libri sparsi da 5mila fatine dei libri in ben cento paesi.

Vuoi diventare Book Fairies? Basta avere dei libri, qualche adesivo e voler condividere un po' di conoscenza con gli altri!

Fonte HuffingtonPost

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.