Stai leggendo: Cine@Donna Riccione 2017: madrine e programma

Prossimo articolo: Gal Gadot ha guadagnato solo 300mila dollari per Wonder Woman

Letto: {{progress}}

Cine@Donna Riccione 2017: madrine e programma

Lucia Mascino, Sabrina Impacciatore e Anita Caprioli protagoniste dell'edizione 2017 di Cine@Donna Riccione, dal 27 al 30 giugno.

Anita Caprioli tra le protagonista di Cine@Donna Riccione 2017

2 condivisioni 0 commenti

Al Cinepalace di Riccione, dal 27 al 30 giugno si terrà la rassegna Cine@Donna che, come si può intuire dal titolo, sarà dedicata prevalentemente al cinema al femminile. Non a caso le madrine saranno tre attrici italiane molto amate: Lucia Mascino, Sabrina Impacciatore e Anita Caprioli.

Amy Schumer e Goldie Hawn in una scena del film Fottute

È previsto, per il 27 giugno, un bel prologo con l'anteprima nazionale del film Fottute! (titolo originale Snatched) di Jonathan Levine (nelle sale italiane da settembre), con protagoniste Amy Schumer e Goldie Hawn nei panni di una figlia e una madre che si ritrovano a fare insieme una vacanza in Ecuador, a dir poco avventurosa.

Se non ti piace cambia canale, dove siete voi?

A post shared by Marianne Mirage 🦁 (@mariannemirage) on

Ospiti d'eccezione della serata del 27 l'attore-regista Marco Bonini (che tra le varie cose ha diretto Lella, un videoclip contro il femminicidio) e la cantante Marianna Mirage, che si esibirà prima della proiezione.

L'attrice Lucia Mascino tra le madrine di Cine@Donna

Il 28 giugno Lucia Mascino (che presto vedremo nelle sale con Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini) introdurrà alla visione del film Un appuntamento per la sposa (Trough the Wall) dell’israeliana Rama Burshtein. Protagonista Noa Kooler, che interpreta Michal, una trentenne che viene scaricata dal fidanzato poco prima delle nozze.

Il 29 giugno Sabrina Impacciatore (vista in numerosi film, ultimo dei quali Sei mai stata sulla luna? di Paolo Genovese) presenterà Adorabile nemica (The Last Word) di Mark Pellington. Shirley MacLaine è Harriett Lauler, una prepotente ex donna d’affari abituata ad avere tutto controllo, che chiama la giornalista Anne Sherman (Amanda Seyfried) per farle scrivere in anticipo il proprio necrologio.

Il 30 giugno Anita Caprioli (che solo qualche mese fa abbiamo ammirato nella fiction Catturandi – Nel nome del padre) introdurrà un film ispirato a un fatto vero, ovvero Il diritto di contare (Hidden Figures) di Theodore Melfi. Al centro il decisivo contributo dato da tre donne afroamericane ai progetti aerospaziali della Nasa, culminati con lo sbarco sulla Luna nel 1969: parliamo della matematica Katherine Johnson (interpretata da Taraji P. Henson), del supervisore non ufficiale Dorothy Vaughan (Octavia Spencer) e l’aspirante ingegnere Mary Jackson (Janelle Monae).

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.