Stai leggendo: Il fisico a pera è meglio di quello a mela: lo dice la scienza

Prossimo articolo: Le ossessioni beauty delle star e i loro segreti di bellezza più strani

Letto: {{progress}}

Il fisico a pera è meglio di quello a mela: lo dice la scienza

Una ricerca rivela che le donne con la tendenza ad accumulare grasso su cosce e fianchi sono meno soggette al rischio di patologie cardiovascolari rispetto a quelle che accumulano sulla pancia.

chili di troppo sul girovita

0 condivisioni 0 commenti

Una vita passata a lamentarsi dei fianchi troppo larghi e poi arriva una ricerca a scientifica a confortare tutte le donne col fisico a pera e a clessidra: il rischio di malattie cardiovascolari sarebbe infatti ridotto. 

Tradotta in altre parole, la questione è se sia più salutare accumulare grasso all'altezza dei fianchi o del girovita: secondo lo studio dell'Intermountain Medical Center Heart Insitute di Salt Lake City e del John Hopkins Hospital di Baltimora, tra le due per la salute sarebbe preferibile la prima opzione. 

I fianchi morbidi, tipici delle fisicità latine e mediterranee, sono considerati da molte donne un difetto da correggere o mimetizzare in tutti i modi, ma non sempre la moda persegue scelte salutari, e anche stavolta ci sono da fare le dovute distinzioni. 

Di nascere con una tipologia di fisico piuttosto che un'altra (mela, pera, clessidra, triangolo...) non lo si sceglie e soprattutto non lo si cambia: è qualcosa che ha a che fare con la nostra genetica e conformazione ossea; in ogni caso la soluzione migliore è sempre quella di mantenere il peso forma per evitare patologie connesse al sovrappeso o all'eccessiva magrezza

Lo studio ha preso in esame un campione di 200 uomini e donne diabetici senza alcun segno di malattia cardiaca, i quali sono stati sottoposti a tac coronarica ed ecocardiogramma. I risultati hanno rivelato che l’obesità addominale, indipendentemente dall’indice di massa corporea, è fortemente associata alle disfunzioni del ventricolo sinistro, che può causare importanti patologie cardiache.

Questo dato interessante si somma alla già nota questione della circonferenza della vita, che aumentando in modo incontrollato alzerebbe anche il rischio di sviluppare la sindrome metabolica (alta pressione sanguigna, alti livelli di zucchero e colesterolo alto), malattie coronariche e insufficienza cardiaca.

Questo studio conferma che avere un corpo a forma di mela può portare a malattie cardiache. Ridurre il girovita può ridurre i rischi.

Questo il consiglio del dottor Brent Muhlestein, co-direttore del ricerca presso l'Intermountain Medical Center Heart Institute di Salt Lake City. Secondo gli esperti il girovita ideale degli uomini dovrebbe misurare meno di 94 cm, mentre quello delle donne meno di 80 cm.

Che voi siate mele, pere, clessidre, triangoli o rettangoli non vi resta che munirvi di metro e misurare il vostro punto vita: se vi accorgete che la circonferenza supera in modo preoccupante gli 80 cm forse è il caso che iniziate a fare della sana attività fisica per la vostra salute

girovita HD

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.