Stai leggendo: Gal Gadot ha guadagnato solo 300mila dollari per Wonder Woman

Prossimo articolo: Kim Kardashian e la strategia (social) con cui ha costruito il suo impero

Letto: {{progress}}

Gal Gadot ha guadagnato solo 300mila dollari per Wonder Woman

Il compenso ricevuto dall’attrice Gal Gadot per l’interpretazione di Wonder Woman riapre la polemica sugli stipendi delle donne in quel di Hollywood.

Gal Gadot è Wonder Woman

1 condivisione 0 commenti

Wonder Woman ha segnato senza dubbio un punto di svolta nella storia dei cinecomic.

Il lungometraggio dedicato all’icona femminista targata DC, nata proprio come tale dalla penna del teologo William Moulton Marston, è stato il primo blockbuster supereroistico incentrato su un personaggio femminile, nonché il primo film di questo genere diretto da una donna.

Patty Jenkins e Gal Gadot durante le riprese di Wonder WomanHDWarner Bros.

La pellicola di Patty Jenkins, nonostante la sua matrice “pionieristica”, ha avuto un grande successo, tanto che si stima possa arrivare incassare almeno 600 milioni di dollari a livello mondiale.

Sul risultato eccellente del primo cinecomic "girl power" in questi giorni però è scesa un’ombra. È stato infatti riportato alla luce un articolo del 2014 di Variety nel quale veniva sottolineato che, per interpretare la Dea Amazzone, Gal Gadot ha ricevuto un compenso dalla Warner Bros. pari a “soli” 300mila dollari a film.

Henry Cavill è SupermanHDWarner Bros.

La cifra incassata dall'attrice è decisamente bassa anche se, come accaduto a Henry Cavill che per la sua performance in Man of Steel ha guadagnato un totale di 14 milioni di dollari grazie anche ad alcuni bonus, è probabile che la Gadot abbia diritto da contratto a delle consistenti "gratificazioni", visto il successo al box office dei film che la vedono come protagonista.

Chis Evans il primo vendicatoreMarvel

Per dovere di cronaca va sottolineato che anche Chris Evans è stato pagato come Gal Gadot, ovvero 300mila dollari, per il primo film Marvel nelle vesti di Capitan America anche se, a differenza dell’attrice, il compenso del “primo vendicatore” è salito vertiginosamente pellicola dopo pellicola.

Sta di fatto, quindi, che lo stipendio della Gadot è effettivamente un segnale palese che la differenza di trattamento economico tra uomini e donne, anche in quel di Hollywood, è una discriminazione ben radicata.

Il gender pay gap

Gwyneth Paltrow in un evento a Los AngelesHD

Il gender pay gap - ovvero la diseguaglianza nella retribuzione tra uomini e donne a parità di mansione - è un problema sollevato più volte dalle star del cinema, benché non sia solo un problema hollywoodiano.

Tra le attrici che con più forza hanno segnalato e combattono per tale disparità spiccano - tra le tantissime - Jennifer Lawrence, Emma Watson, Meryl Streep, Emma Thompson e, rimanendo in ambito di cinecomic, una delle dichiarazioni più forti in tema di discriminazioni salariali è stata quella di Gwyneth Paltrow.

L’attrice, infatti, ha duramente condannato il trattamento economico ricevuto per la sua performance in Iron Man che è stato nettamente inferiore a quello della co-star Robert Downey Jr:

È doloroso, perché il compenso è un modo di quantificare il tuo valore. Se gli uomini vengono pagati di più per fare la stessa cosa ti senti una merda.

Anche voi siete state vittime di discriminazioni economiche? Discutiamone insieme nei commenti!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.