Stai leggendo: Carla Fendi è morta a 80 anni: addio alla signora della moda italiana

Prossimo articolo: Versace, il ricordo in passerella alla Milano Fashion Week

Letto: {{progress}}

Carla Fendi è morta a 80 anni: addio alla signora della moda italiana

Carla Fendi ci ha lasciato a 80 anni. Se n'è andata in punta di piedi una delle più grandi protagoniste della moda italiana e simbolo del successo di Fendi.

Carla Fendi

0 condivisioni 0 commenti

Lunedì 19 giugno 2017, si è spenta Carla Fendi all’età di 80 anni dopo una lunga malattia. La moda italiana perde un’altra grande protagonista, fautrice del successo internazionale del marchio Fendi.

Carla era la quarta delle cinque sorelle Fendi, vale a dire Paola (1931), Anna (1933), Franca (1935) e Alda (1940).

A lei si deve l’internazionalizzazione della grande casa di moda. È stata Carla, infatti, l’ambasciatrice del debutto americano di Fendi. Secondo molti, è stata Carla la colonna portante della griffe. Lei però, amava ripetere "Siamo come le cinque dita di una mano, ognuna ha la sua funzione”, riconoscendo così i meriti delle sue sorelle-compagne di lavoro.

Carla Fendi, Delfina Delettrez Fendi, Anna Fendi e Silvia Venturini Fendi alla settimana della moda di RomaHDGetty
Carla Fendi, Delfina Delettrez Fendi, Anna Fendi e Silvia Venturini Fendi

Carla è entrata nell’azienda di famiglia alla fine degli anni ’50 e si è dedicata anima e corpo al lavoro, dividendo le sue giornate con Karl Lagerfeld e occupandosi di amministrazione, produzione e comunicazione. Nel 1994 ha assunto la presidenza del gruppo Fendi, ruolo che ha mantenuto anche dopo l’acquisizione da parte del colosso francese Lvmh. Nel 2008 è diventata presidente onorario e si è ritagliata un po’ di tempo per seguire più da vicino la fondazione che porta il suo nome, creata nel 2007.

È stato il marito Candido Speroni a spingerla a dare vita alla Fondazione Carla Fendi, nata con l’obiettivo di trasformare il suo amore per l’arte in una forma di mecenatismo.

Carla Fendi e il marito Candido SperoniHD
Carla Fendi e Candido Speroni

Carla è diventata così un socio mecenate dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, ha contribuito per anni a sostenere gli eventi del famoso Festival dei Due Mondi di Spoleto e ha finanziato una serie di importanti progetti. Nel 2012, per esempio, ha permesso il restauro del Teatro Caio Melisso, simbolo della città di Spoleto.

Nel 2013, purtroppo, Candido è scomparso dopo 55 anni di una felice e soddisfacente vita di coppia, festeggiata nel 2010 alla presenza di ben 400 invitati. Carla però ha continuato a lavorare e investire nell'arte, lasciando il suo importante contributo fino agli ultimi giorni di vita. 

Come riporta l'Ansa, i funerali si terranno giovedì 22 giugno alle 11,30 nella Chiesa degli Artisti a Roma. Intanto, il mondo della moda e degli istituzioni saluta Carla con tanti messaggi di saluto e affetto.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.